Picos De Europa le Montagne Sconosciute - TREKKILANDIA

Forse non tutti sanno che a Nord della Penisola Ibérica, fra le comunità autonome (regioni) della Cantabria, Principato delle Asturie e Castilla y Leòn, esiste un paradiso naturale fatto di pietra calcarea, fiumi, laghi e valli mozzafiato. Sto parlano dei Picos De Europa, tre massicci montagnosi (Cornión occidentale, Urrielles centrale, e Andara orientale), incastonati nella parte centrale della cordigliera Cantabrica a soli 20 km dal mare. Frontiera geografica che separa la costa verde della Spagna settentrionale dall’altopiano asciutto della Spagna centrale. Queste montagne hanno un effetto importante sul clima della regione vista l’elevazione di alcune cime che arrivano a superare i 2000m s.l.m (Torre Cerredo 2650m la cima più alta). E’ proprio grazie alla vicinanza della costa, che sono presenti spazi endemici ineguagliabili, tanto da essere considerati, luoghi imprescindibili dagli amanti della natura, del trekking e dei viaggi a piedi.

picos-de-europa-naranjo-de-bulnes
Il Naranjo de Bulnes o Pico Urriellu

Picos de Europa e L’ascensione al Naranjo de Bulnes

Nel 1918 l’area naturale viene dichiarata parco nazionale, diventando cosi il primo del paese e attualmente il secondo più visitato dopo il parco nazionale del Teide a Tenerife (isole canarie). Il tutto grazie al lavoro incessante di Pedro Josè Pidal marchese di Villaviciosa, uomo politico, scrittore e sportivo, pioniere amante di questi luoghi. Nel 1904 assieme a Gregorio Perez Demaria (detto El cainejo), pastore originario del paesino di Caín, decidono di scalare l’emblematica cima del Naranjo de Bulnes 2509m s.l.m, o come lo chiamano da quelle parti semplicemente “Pico Urriellu”. Un impresa storica e rocambolesca che segna la nascita dell’alpinismo Spagnolo senza alcun dubbio.

pionieri-alpinismo-dei-picos
A sinistra, Gregorio Perez Demaria detto El Cainejo mentre a destra il Marchese Pedro josé Pidal.

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa

Il parco nazionale dei Picos de Europa conta con 67.455 ettari, distribuiti nelle tre regioni e dispone di circa 32 itinerari escursionistici di varia difficoltà per un totale di oltre 900 km segnalati. Fra questi, uno dei più famosi e spettacolari é il sentiero sul fiume Cares, conosciuto anche come la “Gola Divina”. Un percorso che si snoda lungo la gola formata dal fiume, che separa il  massiccio occidentale da quello centrale. Dodici chilometri lungo stretti sentieri a strapiombo, da Caín a Poncebos o viceversa, ma che può essere esteso a 22 kilometri aggiungendo la parte di sentiero che arriva a Posada di Valdeón. Altre escursioni che meritano sicuramente, oltre all’Itinerario del Cares, salire ai laghi di Covadonga, il belvedere di Ordiales, la Vega de Ario e la risalita sulla funivia di Fuente Dé. Tutte alternative che vi offriranno panorami di montagna impressionanti. Ma se volessimo conoscere le montagne in maniera più intima e selvaggia, allora le alte vie o “Anillos” dei Picos fanno al caso nostro. Tre itinerari ad anello per ciascun massiccio, che volendo, per i più insaziabili possono essere uniti. Tutti e tre gli anelli dispongono di rifugi di alta montagna. Natura allo stato puro insomma!

trekking-garganta-del-cares-vacanza-a-piedi
Sentiero Del fiume Cares

Come Raggiungere i Picos de Europa

Da Oviedo e Santander ci sono linee regolari di autobus che servono le località vicine ai Picos de Europa come Potes, Infiesto, Arriondas, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Panes, Ribadesella, Llanes e Colombres. È possibile anche prendere il trenino (FEVE) che collega entrambe le città e ferma a Infiesto, Arriondas, Ribadesella, Posada de Llanes e Llanes. Da tutte queste località partono autobus che conducono all’interno del Parco Nazionale.

mappa-parco-nazionale-dei-picos-de-europa
Mappa turistico del Parco Nazionale

Perché si chiamano Picos de Europa??

Esistono numerose teorie sul perché i Picos de Europa abbiano ricevuto il loro nome. Tradizionalmente, l’origine della sua toponimia è stata associata al fatto che presumibilmente era la prima terra europea che i navigatori avvistassero dalle Americhe sebbene questa ipotesi non sia condivisa da molti studiosi.

Altre ipotesi suggeriscono che la denominazione viene dalla sorpresa che i visitatori della penisola iberica provassero nel trovare queste formazioni calcaree ai confini d’Europa, o che fu coniato dai pellegrini dell’Europa centrale che percorrevano il Camino de Santiago, e che avrebbero chiamato cosi queste montagne a causa della loro somiglianza con le Alpi.

Comunque sia, la realtà è che la ragione è sicuramente sconosciuta, la cosa sicura è che da queste parti basta semplicemente una parola per evocare natura, tradizione e avventura…..basta dire andiamo sui “Picos”.

picos-de-europa-visti-dall-oceano
I Picos visti dal Mare ph: Antonio Ruiz

Descrivere a parole il paesaggio del Parco Nazionale dei Picos de Europa è quasi impossibile! Tutto sembra impressionante in questo luogo, le cime, le gole, le valli, i grandi laghi glaciali, i boschi frondosi.

Camminare è il modo migliore di visitarlo e credici, resterai a bocca aperta passo dopo passo.

Noi ci andiamo a Luglio con il nostro trekking sui Picos de Europa

SCOPRI I NOSTRI TREKKING NELLA SPAGNA SETTENTRIONALE
AL COMPLETO
From €900
ALTRI ARTICOLI DAL NOSTRO BLOG

Forse non tutti sanno che a Nord della Penisola Ibérica, fra le comunità autonome (regioni) della Cantabria, Principato delle Asturie e Castilla y Leòn, esiste un paradiso naturale fatto di pietra calcarea, fiumi, laghi e valli mozzafiato. Sto parlano dei Picos De Europa, tre massicci montagnosi (Cornión occidentale, Urrielles centrale, e Andara orientale), incastonati nella parte centrale della cordigliera Cantabrica a soli 20 km dal mare. Frontiera geografica che separa la costa verde della Spagna settentrionale dall’altopiano asciutto della Spagna centrale. Queste montagne hanno un effetto importante sul clima della regione vista l’elevazione di alcune cime che arrivano a superare i 2000m s.l.m (Torre Cerredo 2650m la cima più alta). E’ proprio grazie alla vicinanza della costa, che sono presenti spazi endemici ineguagliabili, tanto da essere considerati, luoghi imprescindibili dagli amanti della natura, del trekking e dei viaggi a piedi.

picos-de-europa-naranjo-de-bulnes
Il Naranjo de Bulnes o Pico Urriellu

Picos de Europa e l’Ascensione al Naranjo de Bulnes

Nel 1918 l’area naturale viene dichiarata parco nazionale, diventando cosi il primo del paese e attualmente il secondo più visitato dopo il parco nazionale del Teide a Tenerife (isole canarie). Il tutto grazie al lavoro incessante di Pedro Josè Pidal marchese di Villaviciosa, uomo politico, scrittore e sportivo, pioniere amante di questi luoghi. Nel 1904 assieme a Gregorio Perez Demaria (detto El cainejo), pastore originario del paesino di Caín, decidono di scalare l’emblematica cima del Naranjo de Bulnes 2509m s.l.m, o come lo chiamano da quelle parti semplicemente “Pico Urriellu”. Un impresa storica e rocambolesca che segna la nascita dell’alpinismo Spagnolo senza alcun dubbio.

pionieri-alpinismo-dei-picos
A sinistra, Gregorio Perez Demaria detto El Cainejo mentre a destra il Marchese Pedro josé Pidal.

SCOPRI IL NOSTRO TREKKING SUI PICOS DE EUROPA

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa

Il parco nazionale dei Picos de Europa conta con 67.455 ettari, distribuiti nelle tre regioni e dispone di circa 32 itinerari escursionistici di varia difficoltà per un totale di oltre 900 km segnalati. Fra questi, uno dei più famosi e spettacolari é il sentiero sul fiume Cares, conosciuto anche come la “Gola Divina”. Un percorso che si snoda lungo la gola formata dal fiume, che separa il  massiccio occidentale da quello centrale. Dodici chilometri lungo stretti sentieri a strapiombo, da Caín a Poncebos o viceversa, ma che può essere esteso a 22 kilometri aggiungendo la parte di sentiero che arriva a Posada di Valdeón. Altre escursioni che meritano sicuramente, oltre all’Itinerario del Cares, salire ai laghi di Covadonga, il belvedere di Ordiales, la Vega de Ario e la risalita sulla funivia di Fuente Dé. Tutte alternative che vi offriranno panorami di montagna impressionanti. Ma se volessimo conoscere le montagne in maniera più intima e selvaggia, allora le alte vie o “Anillos” dei Picos fanno al caso nostro. Tre itinerari ad anello per ciascun massiccio, che volendo, per i più insaziabili possono essere uniti. Tutti e tre gli anelli dispongono di rifugi di alta montagna. Natura allo stato puro insomma!

trekking-garganta-del-cares-vacanza-a-piedi
Sentiero Del fiume Cares

Come Raggiungere i Picos de Europa

Da Oviedo e Santander ci sono linee regolari di autobus che servono le località vicine ai Picos de Europa come Potes, Infiesto, Arriondas, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Panes, Ribadesella, Llanes e Colombres. È possibile anche prendere il trenino (FEVE) che collega entrambe le città e ferma a Infiesto, Arriondas, Ribadesella, Posada de Llanes e Llanes. Da tutte queste località partono autobus che conducono all’interno del Parco Nazionale.

mappa-parco-nazionale-dei-picos-de-europa
Mappa turistico del Parco Nazionale

SCOPRI IL NOSTRO CAMMINO DEI FARI IN GALIZIA

AL COMPLETO
From €900

Ma perché si chiamano Picos de Europa??

Esistono numerose teorie sul perché i Picos de Europa abbiano ricevuto il loro nome. Tradizionalmente, l’origine della sua toponimia è stata associata al fatto che presumibilmente era la prima terra europea che i navigatori avvistassero dalle Americhe sebbene questa ipotesi non sia condivisa da molti studiosi.

Altre ipotesi suggeriscono che la denominazione viene dalla sorpresa che i visitatori della penisola iberica provassero nel trovare queste formazioni calcaree ai confini d’Europa, o che fu coniato dai pellegrini dell’Europa centrale che percorrevano il Camino de Santiago, e che avrebbero chiamato cosi queste montagne a causa della loro somiglianza con le Alpi.

Comunque sia, la realtà è che la ragione è sicuramente sconosciuta, la cosa sicura è che da queste parti basta semplicemente una parola per evocare natura, tradizione e avventura…..basta dire andiamo sui “Picos”.

picos-de-europa-visti-dall-oceano
I Picos visti dal Mare ph: Antonio Ruiz

Descrivere a parole il paesaggio del Parco Nazionale dei Picos de Europa è quasi impossibile! Tutto sembra impressionante in questo luogo, le cime, le gole, le valli, i grandi laghi glaciali, i boschi frondosi.

Camminare è il modo migliore di visitarlo e credici, resterai a bocca aperta passo dopo passo.

Noi ci andiamo a Luglio con il nostro trekking sui Picos de Europa

PROSSIMI VIAGGI IN PARTENZA

CONFERMATO 5 POSTI DISPONIBILI
From €750
L'Alta Via 1 in Dolomiti è un classico trekking itinerante. In sette giorni di cammino effettivo andremo dal Lago di Braies a San Vito di Cadore rimanendo quasi tutti i giorni sopra i 2000 metri e pernottando in rifugi collocati in posizioni meravigliose sulle fantastiche Dolomiti. L'Altopiano di Fanes, il Lagazuoi, le Tofane, le Cinque Torri, l'Averau, il Nuvolau, l'altopiano di Mondeval, il Pelmo sono una piccola parte delle montagne che ci accoglieranno con la loro superba bellezza. Avremo anche modo di visitare musei all'aperto dedicati alla grande guerra. Ogni sera ci rifocilleremo con una ottima cucina tradizionale negli accoglienti rifugi dove non ci faremo mancare nulla, neanche una "gara delle torte"...
8 gg - Dal 8/07 al 15/07/ - 2022
Dolomiti
5
Maurizio
Confermato - 3 POSTI DISPONIBILI
From €750
L'Alta Via 1 risponde a una logica naturale, in quanto percorre il cuore stesso delle Dolomiti secondo un asse orientato da nord a sud, ponendoci in contatto con una grande varietà di ambienti naturali e umani. Dall’ambiente della Val Pusteria, così ricco di influssi tirolesi, si passa alle zone ladine della Val Badia e dell’Ampezzano: traverseremo montagne famose in tutto il mondo, quali le Tofane o il Pelmo, senza mai utilizzare mezzi meccanici, scoprendo passo dopo passo il fascino di percorsi all’ombra delle cime, sempre estranei a una visione consumistica dell’ambiente alpino che ne ha purtroppo snaturato alcuni aspetti. Il percorso rimane sempre in quota e i pernottamenti in tutti Rifugi sopra i 2000 m. Se le condizioni lo permetteranno, potremo anche salire alcune cime e/o passare un pomeriggio a oziare sull’Altipiano del Mondeval.
8gg - Dal 16/07 al 23/07 2022
Dolomiti
3
Maurizio
7 POSTI DISPONIBILI
From €1690
Questo viaggio a piedi di gruppo targato Trekkilandia ha inizio nella cittadina di Leh, capitale della regione e caratterizzata dal suo centro e palazzo medievale; da qui ci sposteremo dapprima con delle jeep per conoscere i monasteri ed i templi buddhisti più importanti della valle superiore ed inferiore dell'Indo come Hemis, Shey, Lamayuru ed Alchi e una volta rientrati alla base proseguiremo salendo verso il Kardhung La, il passo carrozzabile più alto al mondo in direzione della Valle di Nubra dove passeremo due giornate intere. Lo scopo di questi primi giorni è quello di prendere confidenza con l'altitudine per arrivare preparati al trekking della Valle di Markha, nonché quello di conoscere gli aspetti storici e culturali che legano queste terre remote alla religione buddhista tibetana pressoché scomparsa dalla sua terra di origine, il Tibet appunto. La seconda parte del viaggio in Ladakh è incentrata nel trekking, effettueremo una variazione del cammino della Valle di Markha iniziando il percorso nei pressi di Zinchen entrando così nel Parco Nazionale di Hemis dal lato orientale. Attraversiamo dapprima il passo del Ganda La (4950m) per poi scendere lungo il corso del fiume Markha risalendolo fino agli altopiani di Nimaling in cui si osservano i picchi innevati oltre i 6000m del Kang Yatze; da qui saliamo al passo di Kongmaru La (5150m) per far poi rientro a Leh. Le ultime giornate saranno dedicate alla visita del magnifico lago di Pangong Tso, le cui acque turchesi sono condivise tra India e Cina.
15gg - Dal 23/07 al 06/08 - 2022
Ladakh
7
Marco
CONFERMATO - 3 POSTI DISPONIBILI
From €800
Dalla Val Pusteria al Cadore alla Valle del Piave, attraversando massicci dai nomi noti a zone particolarmente selvagge. In questi luoghi capita di camminare per ore accompagnati dai branchi di camosci che ti osservano dall'alto delle cenge. E' un variare continuo del paesaggio, un passaggio dal verde ridente dei pascoli al bianco grigio rosa della dolomia, su cui albe e tramonti stendono una tavolozza di sfumature calde infinite. Chi è stato “dentro” un tramonto tra le pareti imponenti della Croda Rossa, sotto le roccaforti del Sorapis, che si stagliano come un ricamo sul cielo indaco, non lo dimentica più. Cammineremo tra le vestigia della Grande Guerra e scopriremo il fascino più segreto e nascosto di queste montagne, il loro lato meno accessibile, appartato, lontano dai flussi turistici: quello in cui il fragile e delicato equilibrio dell'ambiente dolomitico non è ancora ferito dai rumori e dal cemento.
Dal 23/07 al 31/07/2022
Dolomiti
3
Maurizio
AL COMPELTO
From €1390
Il trekking in Scozia è un'avventura irripetibile attraverso le isole Ebridi Esterne (Outer Hebridies).Un viaggio ai confini del mondo tra mare e cielo, tra storia e leggenda, in una delle terre più magiche e romantiche del nostro pianeta; terra di Druidi, fate, gnomi, elfi e folletti, terra di epiche battaglie e di gesta eroiche, terra di sconfinate spiagge, interminabili distese di verde smeraldo e maestose scogliere. Un luogo dove storia, magia e natura si fondono perfettamente creando un palcoscenico perfetto per uno spettacolo ineguagliabile.
12gg - Dal 29/07 al 09/08 - 2022
Scozia
Al COMPELTO
Giuseppe
COMPLETO
From €3300€
L'Islanda rappresenta un preciso punto di riferimento per chiunque desideri realizzare un'esperienza veramente unica: lande infinite, spoglie, rastagliate o piatte, colorate o scurissime, ghiaccio e fuoco, colori tenui e vivaci, corsi d'acqua purissima o impressionanti cascate, geyser cristallini e fanghi bollenti, cieli bassissimi trafitti dagli arcobaleni, tramonti e albe di fuoco, vulcani maestosi immersi in mari di lava fredda. La giornata è intervallata dalle soste per i pasti e lo svolgimento di un intenso programma di visite sia a piedi, sia con l’ausilio del mezzo. Parchi naturali, sentieri tematici, siti storici, villaggi e piccole cittadine, una miscela esclusiva di emozioni che l'Islanda ogni volta ci assicura.
14gg - Dal 31/07 al 13/08 2022
Islanda
Completo
Luca
8 POSTI DISPONIBILI
From €720
In Val Pellice si è svolta la particolare vicenda del popolo Valdese. La presenza dei Valdesi ha determinato in modo fondamentale la storia e l'identità della valle facendone luogo di battaglie ideali per la libertà di coscienza e conferendole quel carattere pluriconfessionale che la rende unica in Italia. Una storia da scoprire: nel 1686 il duca di Savoia Vittorio Amedeo II, alleato del Re Sole emanò l'editto che vietava il culto valdese nei suoi territori. Dopo l'eccidio che si scatenò, molti sopravvissuti, non accettando di conformarsi alla religione cattolica, ripararono in Svizzera. Nell'agosto 1689, avvenne il Glorioso Rimpatrio: il pastore Arnaud condusse un piccolo esercito di 972 uomini dal lago di Ginevra verso le valli valdesi attraversando la Savoia per 200 chilometri e scavalcando passi oltre i 2.500 metri d'altezza. IValdesi arrivarono in Val Pellice, a Bobbio, e nella vicina Sibaoud pronunciarono un solenne giuramento. Ogni sera la Guida vi leggera il racconto della giornata corrispondente alla tappa, dal libro del pastore e condottiero Henry Arnaud.
8 gg - Dal 1/08 Al 8/08 - 2022
Piemonte
8
Maurizio
15 POSTI DISPONIBILI
From €2080
Un viaggio in un paese bellissimo tra l'altopiano del Pamir e la catena montuosa del Tien Shan, ancora non raggiunto dal turismo di massa. Tre trekking in 3 aree diverse del paese per assaporare la diversità degli ambienti di questa vasta regione in cui vivono persone molto accoglienti e gentili
14gg - Dal 01/08 al 14/08
Kirghizistan
15
Luca
AL COMPLETO
From €1375
A nord del circolo polare artico, sulle Isole Lofoten, dove il mare ha i colori dei Caraibi e il buio della notte non cala mai, camminiamo sulle rocce che sono tra le più antiche del mondo. Seguiremo inoltre le storie delle leggendarie imprese di navigatori greci che, sfidando le colonne d’Ercole, si sono spinti fino a queste latitudini, cercheremo i Troll e saremo affascinati dalla mitologia norrena. Arriviamo alle Lofoten con un avvicinamento lento, con il classico postale “Hurtigruten” sul quale potremo fare anche la sauna e bagni cadi. Ci sposteremo di paese in paese dormendo nei classici rorbu, le tipiche abitazioni in legno dei pescatori, oggi ristrutturati totalmente o in parte per ospitare i viaggiatori.
10gg - Dal 02/08 al 12/08
Isole Lofoten
AL COMPLETO
Giulio Cuccioli
AL COMPLETO
From €900
Il Cammino dei fari è un percorso di 200 km circa che unisce Malpica a capo Finisterre in Galizia all’ovest della penisola Iberica in Spagna. Un infinitá di paesaggi, diversi, sempre con il mare, l’oceano atlantico a fare da protagonista. Fari, spiagge, dune, fiumi, scogliere, foreste, estuari con una biodiversita unica, formazioni granitiche bizzarre, fortificazioni celtiche, dolmen, villaggi di pescatori, punti panoramici sul mare dove le onde si infrango in tutti i modi possibili. E gli splendidi tramonti ...tutto questo è il cammino dei fari. Un percorso come pochi altri, che porterà il viaggiatore in un mondo di sensazioni uniche che possono essere godute solo su questa magica Costa da Morte.
10gg - Dal 04/08 al 13/08 - 2022
Spagna
Fabio

PROSSIMI VIAGGI IN PARTENZA

This is the color: #1D8506This is the color: #1D8506This is the color: This is the color: #1D8506This is the color: #1D8506This is the color: #1D8506This is the color: This is the color: This is the color: This is the color:
Trekking Alta Via 1 in Dolomiti
CONFERMATO 5 POSTI DISPONIBILI
From€750
Trekking Alta Via 1 in Dolomiti
L'Alta Via 1 in Dolomiti è un classico trekking itinerante. In sette giorni di cammino effettivo andremo dal Lago di Braies a San Vito di Cadore rimanendo quasi tutti i giorni sopra i 2000 metri e pernottando in rifugi collocati in posizioni meravigliose sulle fantastiche Dolomiti. L'Altopiano di Fanes, il Lagazuoi, le Tofane, le Cinque Torri, l'Averau, il Nuvolau, l'altopiano di Mondeval, il Pelmo sono una piccola parte delle montagne che ci accoglieranno con la loro superba bellezza. Avremo anche modo di visitare musei all'aperto dedicati alla grande guerra. Ogni sera ci rifocilleremo con una ottima cucina tradizionale negli accoglienti rifugi dove non ci faremo mancare nulla, neanche una "gara delle torte"...
Trekking Alta Via 1 in Dolomiti
Trekking Alta Via 1 secondo turno
Confermato - 3 POSTI DISPONIBILI
From€750
Trekking Alta Via 1 secondo turno
L'Alta Via 1 risponde a una logica naturale, in quanto percorre il cuore stesso delle Dolomiti secondo un asse orientato da nord a sud, ponendoci in contatto con una grande varietà di ambienti naturali e umani. Dall’ambiente della Val Pusteria, così ricco di influssi tirolesi, si passa alle zone ladine della Val Badia e dell’Ampezzano: traverseremo montagne famose in tutto il mondo, quali le Tofane o il Pelmo, senza mai utilizzare mezzi meccanici, scoprendo passo dopo passo il fascino di percorsi all’ombra delle cime, sempre estranei a una visione consumistica dell’ambiente alpino che ne ha purtroppo snaturato alcuni aspetti. Il percorso rimane sempre in quota e i pernottamenti in tutti Rifugi sopra i 2000 m. Se le condizioni lo permetteranno, potremo anche salire alcune cime e/o passare un pomeriggio a oziare sull’Altipiano del Mondeval.
Trekking Alta Via 1 secondo turno
Trekking in Ladakh - Semi Esplorativo
7 POSTI DISPONIBILI
From€1690
Trekking in Ladakh - Semi Esplorativo
Questo viaggio a piedi di gruppo targato Trekkilandia ha inizio nella cittadina di Leh, capitale della regione e caratterizzata dal suo centro e palazzo medievale; da qui ci sposteremo dapprima con delle jeep per conoscere i monasteri ed i templi buddhisti più importanti della valle superiore ed inferiore dell'Indo come Hemis, Shey, Lamayuru ed Alchi e una volta rientrati alla base proseguiremo salendo verso il Kardhung La, il passo carrozzabile più alto al mondo in direzione della Valle di Nubra dove passeremo due giornate intere. Lo scopo di questi primi giorni è quello di prendere confidenza con l'altitudine per arrivare preparati al trekking della Valle di Markha, nonché quello di conoscere gli aspetti storici e culturali che legano queste terre remote alla religione buddhista tibetana pressoché scomparsa dalla sua terra di origine, il Tibet appunto. La seconda parte del viaggio in Ladakh è incentrata nel trekking, effettueremo una variazione del cammino della Valle di Markha iniziando il percorso nei pressi di Zinchen entrando così nel Parco Nazionale di Hemis dal lato orientale. Attraversiamo dapprima il passo del Ganda La (4950m) per poi scendere lungo il corso del fiume Markha risalendolo fino agli altopiani di Nimaling in cui si osservano i picchi innevati oltre i 6000m del Kang Yatze; da qui saliamo al passo di Kongmaru La (5150m) per far poi rientro a Leh. Le ultime giornate saranno dedicate alla visita del magnifico lago di Pangong Tso, le cui acque turchesi sono condivise tra India e Cina.
Trekking in Ladakh - Semi Esplorativo
Trekking Alta Via 3 delle Dolomiti
CONFERMATO - 3 POSTI DISPONIBILI
From€800
Trekking Alta Via 3 delle Dolomiti
Dalla Val Pusteria al Cadore alla Valle del Piave, attraversando massicci dai nomi noti a zone particolarmente selvagge. In questi luoghi capita di camminare per ore accompagnati dai branchi di camosci che ti osservano dall'alto delle cenge. E' un variare continuo del paesaggio, un passaggio dal verde ridente dei pascoli al bianco grigio rosa della dolomia, su cui albe e tramonti stendono una tavolozza di sfumature calde infinite. Chi è stato “dentro” un tramonto tra le pareti imponenti della Croda Rossa, sotto le roccaforti del Sorapis, che si stagliano come un ricamo sul cielo indaco, non lo dimentica più. Cammineremo tra le vestigia della Grande Guerra e scopriremo il fascino più segreto e nascosto di queste montagne, il loro lato meno accessibile, appartato, lontano dai flussi turistici: quello in cui il fragile e delicato equilibrio dell'ambiente dolomitico non è ancora ferito dai rumori e dal cemento.
Trekking Alta Via 3 delle Dolomiti
Trekking in Scozia
AL COMPELTO
From€1390
Trekking in Scozia
Il trekking in Scozia è un'avventura irripetibile attraverso le isole Ebridi Esterne (Outer Hebridies).Un viaggio ai confini del mondo tra mare e cielo, tra storia e leggenda, in una delle terre più magiche e romantiche del nostro pianeta; terra di Druidi, fate, gnomi, elfi e folletti, terra di epiche battaglie e di gesta eroiche, terra di sconfinate spiagge, interminabili distese di verde smeraldo e maestose scogliere. Un luogo dove storia, magia e natura si fondono perfettamente creando un palcoscenico perfetto per uno spettacolo ineguagliabile.
Trekking in Scozia
Viaggio in Islanda con Geologo
COMPLETO
From€3300€
Viaggio in Islanda con Geologo
L'Islanda rappresenta un preciso punto di riferimento per chiunque desideri realizzare un'esperienza veramente unica: lande infinite, spoglie, rastagliate o piatte, colorate o scurissime, ghiaccio e fuoco, colori tenui e vivaci, corsi d'acqua purissima o impressionanti cascate, geyser cristallini e fanghi bollenti, cieli bassissimi trafitti dagli arcobaleni, tramonti e albe di fuoco, vulcani maestosi immersi in mari di lava fredda. La giornata è intervallata dalle soste per i pasti e lo svolgimento di un intenso programma di visite sia a piedi, sia con l’ausilio del mezzo. Parchi naturali, sentieri tematici, siti storici, villaggi e piccole cittadine, una miscela esclusiva di emozioni che l'Islanda ogni volta ci assicura.
Viaggio in Islanda con Geologo
Trekking  il Glorioso Rimpatrio dei Valdesi
8 POSTI DISPONIBILI
From€720
Trekking il Glorioso Rimpatrio dei Valdesi
In Val Pellice si è svolta la particolare vicenda del popolo Valdese. La presenza dei Valdesi ha determinato in modo fondamentale la storia e l'identità della valle facendone luogo di battaglie ideali per la libertà di coscienza e conferendole quel carattere pluriconfessionale che la rende unica in Italia. Una storia da scoprire: nel 1686 il duca di Savoia Vittorio Amedeo II, alleato del Re Sole emanò l'editto che vietava il culto valdese nei suoi territori. Dopo l'eccidio che si scatenò, molti sopravvissuti, non accettando di conformarsi alla religione cattolica, ripararono in Svizzera. Nell'agosto 1689, avvenne il Glorioso Rimpatrio: il pastore Arnaud condusse un piccolo esercito di 972 uomini dal lago di Ginevra verso le valli valdesi attraversando la Savoia per 200 chilometri e scavalcando passi oltre i 2.500 metri d'altezza. IValdesi arrivarono in Val Pellice, a Bobbio, e nella vicina Sibaoud pronunciarono un solenne giuramento. Ogni sera la Guida vi leggera il racconto della giornata corrispondente alla tappa, dal libro del pastore e condottiero Henry Arnaud.
Trekking il Glorioso Rimpatrio dei Valdesi
Trekking in Kirghizistan
15 POSTI DISPONIBILI
From€2080
Trekking in Kirghizistan
Un viaggio in un paese bellissimo tra l'altopiano del Pamir e la catena montuosa del Tien Shan, ancora non raggiunto dal turismo di massa. Tre trekking in 3 aree diverse del paese per assaporare la diversità degli ambienti di questa vasta regione in cui vivono persone molto accoglienti e gentili
Trekking in Kirghizistan
Trekking alle Isole Lofoten in Norvegia - Agosto
AL COMPLETO
From€1375
Trekking alle Isole Lofoten in Norvegia - Agosto
A nord del circolo polare artico, sulle Isole Lofoten, dove il mare ha i colori dei Caraibi e il buio della notte non cala mai, camminiamo sulle rocce che sono tra le più antiche del mondo. Seguiremo inoltre le storie delle leggendarie imprese di navigatori greci che, sfidando le colonne d’Ercole, si sono spinti fino a queste latitudini, cercheremo i Troll e saremo affascinati dalla mitologia norrena. Arriviamo alle Lofoten con un avvicinamento lento, con il classico postale “Hurtigruten” sul quale potremo fare anche la sauna e bagni cadi. Ci sposteremo di paese in paese dormendo nei classici rorbu, le tipiche abitazioni in legno dei pescatori, oggi ristrutturati totalmente o in parte per ospitare i viaggiatori.
Trekking alle Isole Lofoten in Norvegia - Agosto
Il Cammino dei Fari
AL COMPLETO
From€900
Il Cammino dei Fari
Il Cammino dei fari è un percorso di 200 km circa che unisce Malpica a capo Finisterre in Galizia all’ovest della penisola Iberica in Spagna. Un infinitá di paesaggi, diversi, sempre con il mare, l’oceano atlantico a fare da protagonista. Fari, spiagge, dune, fiumi, scogliere, foreste, estuari con una biodiversita unica, formazioni granitiche bizzarre, fortificazioni celtiche, dolmen, villaggi di pescatori, punti panoramici sul mare dove le onde si infrango in tutti i modi possibili. E gli splendidi tramonti ...tutto questo è il cammino dei fari. Un percorso come pochi altri, che porterà il viaggiatore in un mondo di sensazioni uniche che possono essere godute solo su questa magica Costa da Morte.
Il Cammino dei Fari

Fabio Mistretta

Rispondi

Your email address will not be published. I campi obbligatori sono segnati con *

Copyright © 2020-2025 TREKKILANDIA - All Rights Reserved