Forse non tutti sanno che a Nord della Penisola Ibérica, fra le comunità autonome (regioni) della Cantabria, Principato delle Asturie e Castilla y Leòn, esiste un paradiso naturale fatto di pietra calcarea, fiumi, laghi e valli mozzafiato. Sto parlano dei Picos De Europa, tre massicci montagnosi (Cornión occidentale, Urrielles centrale, e Andara orientale), incastonati nella parte centrale della cordigliera Cantabrica a soli 20 km dal mare. Frontiera geografica che separa la costa verde della Spagna settentrionale dall’altopiano asciutto della Spagna centrale. Queste montagne hanno un effetto importante sul clima della regione vista l’elevazione di alcune cime che arrivano a superare i 2000m s.l.m (Torre Cerredo 2650m la cima più alta). E’ proprio grazie alla vicinanza della costa, che sono presenti spazi endemici ineguagliabili, tanto da essere considerati, luoghi imprescindibili dagli amanti della natura, del trekking e dei viaggi a piedi.

picos-de-europa-naranjo-de-bulnes
Il Naranjo de Bulnes o Pico Urriellu

Picos de Europa e L’ascensione al Naranjo de Bulnes

Nel 1918 l’area naturale viene dichiarata parco nazionale, diventando cosi il primo del paese e attualmente il secondo più visitato dopo il parco nazionale del Teide a Tenerife (isole canarie). Il tutto grazie al lavoro incessante di Pedro Josè Pidal marchese di Villaviciosa, uomo politico, scrittore e sportivo, pioniere amante di questi luoghi. Nel 1904 assieme a Gregorio Perez Demaria (detto El cainejo), pastore originario del paesino di Caín, decidono di scalare l’emblematica cima del Naranjo de Bulnes 2509m s.l.m, o come lo chiamano da quelle parti semplicemente “Pico Urriellu”. Un impresa storica e rocambolesca che segna la nascita dell’alpinismo Spagnolo senza alcun dubbio.

pionieri-alpinismo-dei-picos
A sinistra, Gregorio Perez Demaria detto El Cainejo mentre a destra il Marchese Pedro josé Pidal.

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa

Il parco nazionale dei Picos de Europa conta con 67.455 ettari, distribuiti nelle tre regioni e dispone di circa 32 itinerari escursionistici di varia difficoltà per un totale di oltre 900 km segnalati. Fra questi, uno dei più famosi e spettacolari é il sentiero sul fiume Cares, conosciuto anche come la “Gola Divina”. Un percorso che si snoda lungo la gola formata dal fiume, che separa il  massiccio occidentale da quello centrale. Dodici chilometri lungo stretti sentieri a strapiombo, da Caín a Poncebos o viceversa, ma che può essere esteso a 22 kilometri aggiungendo la parte di sentiero che arriva a Posada di Valdeón. Altre escursioni che meritano sicuramente, oltre all’Itinerario del Cares, salire ai laghi di Covadonga, il belvedere di Ordiales, la Vega de Ario e la risalita sulla funivia di Fuente Dé. Tutte alternative che vi offriranno panorami di montagna impressionanti. Ma se volessimo conoscere le montagne in maniera più intima e selvaggia, allora le alte vie o “Anillos” dei Picos fanno al caso nostro. Tre itinerari ad anello per ciascun massiccio, che volendo, per i più insaziabili possono essere uniti. Tutti e tre gli anelli dispongono di rifugi di alta montagna. Natura allo stato puro insomma!

trekking-garganta-del-cares-vacanza-a-piedi
Sentiero Del fiume Cares

Come Raggiungere i Picos de Europa

Da Oviedo e Santander ci sono linee regolari di autobus che servono le località vicine ai Picos de Europa come Potes, Infiesto, Arriondas, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Panes, Ribadesella, Llanes e Colombres. È possibile anche prendere il trenino (FEVE) che collega entrambe le città e ferma a Infiesto, Arriondas, Ribadesella, Posada de Llanes e Llanes. Da tutte queste località partono autobus che conducono all’interno del Parco Nazionale.

mappa-parco-nazionale-dei-picos-de-europa
Mappa turistico del Parco Nazionale

Perché si chiamano Picos de Europa??

Esistono numerose teorie sul perché i Picos de Europa abbiano ricevuto il loro nome. Tradizionalmente, l’origine della sua toponimia è stata associata al fatto che presumibilmente era la prima terra europea che i navigatori avvistassero dalle Americhe sebbene questa ipotesi non sia condivisa da molti studiosi.

Altre ipotesi suggeriscono che la denominazione viene dalla sorpresa che i visitatori della penisola iberica provassero nel trovare queste formazioni calcaree ai confini d’Europa, o che fu coniato dai pellegrini dell’Europa centrale che percorrevano il Camino de Santiago, e che avrebbero chiamato cosi queste montagne a causa della loro somiglianza con le Alpi.

Comunque sia, la realtà è che la ragione è sicuramente sconosciuta, la cosa sicura è che da queste parti basta semplicemente una parola per evocare natura, tradizione e avventura…..basta dire andiamo sui “Picos”.

picos-de-europa-visti-dall-oceano
I Picos visti dal Mare ph: Antonio Ruiz

Descrivere a parole il paesaggio del Parco Nazionale dei Picos de Europa è quasi impossibile! Tutto sembra impressionante in questo luogo, le cime, le gole, le valli, i grandi laghi glaciali, i boschi frondosi.

Camminare è il modo migliore di visitarlo e credici, resterai a bocca aperta passo dopo passo.

Noi ci andiamo a Luglio con il nostro trekking sui Picos de Europa

SCOPRI I NOSTRI TREKKING NELLA SPAGNA SETTENTRIONALE
Posti disponibili
From €700
ALTRI ARTICOLI DAL NOSTRO BLOG

Forse non tutti sanno che a Nord della Penisola Ibérica, fra le comunità autonome (regioni) della Cantabria, Principato delle Asturie e Castilla y Leòn, esiste un paradiso naturale fatto di pietra calcarea, fiumi, laghi e valli mozzafiato. Sto parlano dei Picos De Europa, tre massicci montagnosi (Cornión occidentale, Urrielles centrale, e Andara orientale), incastonati nella parte centrale della cordigliera Cantabrica a soli 20 km dal mare. Frontiera geografica che separa la costa verde della Spagna settentrionale dall’altopiano asciutto della Spagna centrale. Queste montagne hanno un effetto importante sul clima della regione vista l’elevazione di alcune cime che arrivano a superare i 2000m s.l.m (Torre Cerredo 2650m la cima più alta). E’ proprio grazie alla vicinanza della costa, che sono presenti spazi endemici ineguagliabili, tanto da essere considerati, luoghi imprescindibili dagli amanti della natura, del trekking e dei viaggi a piedi.

picos-de-europa-naranjo-de-bulnes
Il Naranjo de Bulnes o Pico Urriellu

Picos de Europa e l’Ascensione al Naranjo de Bulnes

Nel 1918 l’area naturale viene dichiarata parco nazionale, diventando cosi il primo del paese e attualmente il secondo più visitato dopo il parco nazionale del Teide a Tenerife (isole canarie). Il tutto grazie al lavoro incessante di Pedro Josè Pidal marchese di Villaviciosa, uomo politico, scrittore e sportivo, pioniere amante di questi luoghi. Nel 1904 assieme a Gregorio Perez Demaria (detto El cainejo), pastore originario del paesino di Caín, decidono di scalare l’emblematica cima del Naranjo de Bulnes 2509m s.l.m, o come lo chiamano da quelle parti semplicemente “Pico Urriellu”. Un impresa storica e rocambolesca che segna la nascita dell’alpinismo Spagnolo senza alcun dubbio.

pionieri-alpinismo-dei-picos
A sinistra, Gregorio Perez Demaria detto El Cainejo mentre a destra il Marchese Pedro josé Pidal.

SCOPRI IL NOSTRO TREKKING SUI PICOS DE EUROPA

Posti disponibili
From €700

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa

Il parco nazionale dei Picos de Europa conta con 67.455 ettari, distribuiti nelle tre regioni e dispone di circa 32 itinerari escursionistici di varia difficoltà per un totale di oltre 900 km segnalati. Fra questi, uno dei più famosi e spettacolari é il sentiero sul fiume Cares, conosciuto anche come la “Gola Divina”. Un percorso che si snoda lungo la gola formata dal fiume, che separa il  massiccio occidentale da quello centrale. Dodici chilometri lungo stretti sentieri a strapiombo, da Caín a Poncebos o viceversa, ma che può essere esteso a 22 kilometri aggiungendo la parte di sentiero che arriva a Posada di Valdeón. Altre escursioni che meritano sicuramente, oltre all’Itinerario del Cares, salire ai laghi di Covadonga, il belvedere di Ordiales, la Vega de Ario e la risalita sulla funivia di Fuente Dé. Tutte alternative che vi offriranno panorami di montagna impressionanti. Ma se volessimo conoscere le montagne in maniera più intima e selvaggia, allora le alte vie o “Anillos” dei Picos fanno al caso nostro. Tre itinerari ad anello per ciascun massiccio, che volendo, per i più insaziabili possono essere uniti. Tutti e tre gli anelli dispongono di rifugi di alta montagna. Natura allo stato puro insomma!

trekking-garganta-del-cares-vacanza-a-piedi
Sentiero Del fiume Cares

Come Raggiungere i Picos de Europa

Da Oviedo e Santander ci sono linee regolari di autobus che servono le località vicine ai Picos de Europa come Potes, Infiesto, Arriondas, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Panes, Ribadesella, Llanes e Colombres. È possibile anche prendere il trenino (FEVE) che collega entrambe le città e ferma a Infiesto, Arriondas, Ribadesella, Posada de Llanes e Llanes. Da tutte queste località partono autobus che conducono all’interno del Parco Nazionale.

mappa-parco-nazionale-dei-picos-de-europa
Mappa turistico del Parco Nazionale

SCOPRI IL NOSTRO CAMMINO DEI FARI IN GALIZIA

Ma perché si chiamano Picos de Europa??

Esistono numerose teorie sul perché i Picos de Europa abbiano ricevuto il loro nome. Tradizionalmente, l’origine della sua toponimia è stata associata al fatto che presumibilmente era la prima terra europea che i navigatori avvistassero dalle Americhe sebbene questa ipotesi non sia condivisa da molti studiosi.

Altre ipotesi suggeriscono che la denominazione viene dalla sorpresa che i visitatori della penisola iberica provassero nel trovare queste formazioni calcaree ai confini d’Europa, o che fu coniato dai pellegrini dell’Europa centrale che percorrevano il Camino de Santiago, e che avrebbero chiamato cosi queste montagne a causa della loro somiglianza con le Alpi.

Comunque sia, la realtà è che la ragione è sicuramente sconosciuta, la cosa sicura è che da queste parti basta semplicemente una parola per evocare natura, tradizione e avventura…..basta dire andiamo sui “Picos”.

picos-de-europa-visti-dall-oceano
I Picos visti dal Mare ph: Antonio Ruiz

Descrivere a parole il paesaggio del Parco Nazionale dei Picos de Europa è quasi impossibile! Tutto sembra impressionante in questo luogo, le cime, le gole, le valli, i grandi laghi glaciali, i boschi frondosi.

Camminare è il modo migliore di visitarlo e credici, resterai a bocca aperta passo dopo passo.

Noi ci andiamo a Luglio con il nostro trekking sui Picos de Europa

PROSSIMI VIAGGI IN PARTENZA

CONFERMATO 3 posti disponibili
From €850
Il Cammino Minerario di Santa Barbara si sviluppa tra Sulcis Iglesiente e Arburese Guspinese nel Sud Ovest della Sardegna. E' considerato il Cammino più bello d'Italia. In questo viaggio percorreremo alcuni dei tratti più significativi e ricchi di storia del Cammino,lungo costa e nell'entroterra collinare. Esploreremo la Costa dei cinque faraglioni di Nebida, le alte e selvagge falesie dell'Iglesiente con le miniere nel blu. Lungo sentieri di granito sul mare o tra colline odorose scenderemo alle dune di Scivu e Piscinas. Non solo mare però: in questo viaggio a piedi avremo l'imperdibile occasione di vistare alcuni dei siti minerari più importanti, come la Miniera di Monteponi, la Galleria Villamarina, Porto Flavia, le Miniere di Montevecchio, tra i tanti villaggi che incontreremo quelli di Ingurtosu e Naracaoli.
7gg - Dal 22/10 al 28/10 - 2021
Sardegna
3 Posti disponibili
Carla
Posti Disponibili
From €1050 prezzo in via di definizione
Un viaggio trekking stanziale, fra la Gomera e la Palma, Canarie, le isole piu belle e selvagge di tutto l’arcipelago. Oasi naturali nel mezzo dell’oceano Atlantico. Ogni escursione che realizziamo è diversa dalle altre e permette di godere pienamente di tutte le bellezze naturalistiche e paesaggistiche delle due isole. Paesaggi mozzafiato ad ogni passo, dalle foreste di Laurisilva del Garajonay ai crateri degli aridi vulcani a sud de la Palma.
10gg - Dal 05/11 al 14/11 - 2021
Isole Canarie
15
Fabio
CONFERMATO - 6 POSTI DISPONBILI
From €290€
CONFERMATO - 9 POSTI DISPONBILI
From €355
Un Trekking invernale con il profumo di mare sempre presente. Un cammino lungo spiagge deserte e attraverso e silenziose pinete. Un romantico viaggio a piedi, un bellissimo trekking lungo la costa toscana, per vivere a pieno il fascino del mare d' Inverno. Viaggio con interesse storico, naturalistico ed enogastronomico..
4gg - Dal 05/12 al 08/12 2021
Toscana
9
Luca
10 POSTI DISPONIBILI
From €695
La Valle Maira in inverno? Un sogno. La densità di popolazione è uguale a quella della Groenlandia. Le gite con le ciaspole permettono di scoprire le tracce degli animali sulla neve (e magari verificare se davvero è arrivato il lupo in valle). E le passeggiate senza racchette ci conducono a chiese, santuari e antichi borghi in pietra (tra i tanti piccoli gioielli la chiesa di Elva) con le loro storie e l’arte della valle. Andiamo alla scoperta della lingua Occitana e della storia e cultura della valle con Donatella Guerrini.
6 gg Dal 28/12/2021 Al 2/01/2022
Valle Maira
10
Maurizio
POSTI DISPONIBILI
From €---
Accompagnati da Guida Parco dell'Arcipelago Toscano.
L'isola d'Elba è la più conosciuta e grande tra le isole del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, troviamo una varietà di vegetazione, minerali, rocce, spiagge, incredibile per essere solo 224 km2.
 Col nostro trekking a base fisse arriveremo alla cima del Monte Capanne (1018mt), visiteremo le miniere, cammineremo sul granito, scopriremo piccoli borghi e ci godremo l'isola lontano dal caotico periodo estivo. I panorami sono assicurati così come il buon cibo e il vino aleatico tipico dell'isola. Accompagnati da Guida Parco, Guida Turistica e Guida Ambientale
5gg - Dal 29/12 al 02/01 - 2022
Arcipelago Toscano
POSTI DISPONIBILI
Francesca
Posti Disponibili
From €450
Un viaggio alla scoperta di un Isola incontaminata, affascinante, selvaggia dove i suoi sentieri si tuffano nel mar mediterraneo. Un luogo suggestivo che i greci definivano sacro e dove noi sfesteggeremo l’anno che finisce e daremo il benvenuto a quello che inizia.
04gg - Dal 30/12 al 02/01 - 2021
Sicilia
15
Fabio
CONFERMATO - 10 POSTI DISPONIBILI
From €600
La Penisola del Sinis si affaccia sul Golfo di Oristano, nella Sardegna centro occidentale. Lungo la costa, sul mare, cammineremo tra lunghe spiagge quarzose e dolci scogliere e promontori. Esploreremo il promontorio di Capo San Marco, tra i due mari di San Giovanni di Sinis, fino alla torre e i resti della città fenicia di Tharros. Dalla Laguna di Cabras, adagiata tra campi e lagune, ci addentreremo nella campagna fino al villaggio di San Salvatore di Sinis. Vedremo i Giganti di Monti Prama, le grandi statue nuragiche unicum nel Mediterraneo
4gg - Dal 30/12 al 02/01 - 2021
Sardegna
10 Posti disp
Carla
POSTI DISPONIBILI
From €1300
Il Viaggio Trekking in Tunisia è un trekking emozionante attraverso le montagne rocciose, i villaggi berberi e le dune del Sahara. Ci immergeremo in queste terre alla conoscenza della storia e dei modi di vita delle comunità berbere, dove il tempo sembra essersi fermato.
10gg - Dal 06/01 al 15/01 - 2022
Tunisia
Posti disponibili
Carla
2 POSTI DISPONIBILI
From €1490
ll trekking in Patagonia attorno alle Torri del Paine e conosciuto anche come Circuito O, viene effettuato in una settimana di cammino a piedi puro che ci porterà lungo gli oltre 100km di percorso tra i più riconosciuti e belli al mondo. Si inizia con la visita alle iconiche Torres del Paine che danno il nome al parco, per poi spostarci in una zona più remota in cui seguiremo il corso del fiume Paine fino a raggiungere la parte posteriore del massiccio in cui troviamo il Lago e Ghiacciaio Dickson. Da qui inizierà la nostra ascensione verso il passo John Garner da cui potremo apprezzare in tutta la sua magnificenza il ghiacciaio Grey ed il Campo de Hielo Sur. L'ultima giornata è dedicata alla visita dell'anfiteatro roccioso della Valle Francés, prima di attraversare il Lago Pehoe e salutare il parco lungo il rientro verso Puerto Natales.
10gg - Dal 20/01 al 29/01 - 2022
Cile
2
Marco

PROSSIMI VIAGGI IN PARTENZA

This is the color: #D37511This is the color: This is the color: #1D8506This is the color: #1D8506This is the color: This is the color: This is the color: This is the color: #1D8506This is the color: This is the color:
Iglesiente e Cammino Minerario di Santa Barbara
CONFERMATO 3 posti disponibili
From€850
Iglesiente e Cammino Minerario di Santa Barbara
Il Cammino Minerario di Santa Barbara si sviluppa tra Sulcis Iglesiente e Arburese Guspinese nel Sud Ovest della Sardegna. E' considerato il Cammino più bello d'Italia. In questo viaggio percorreremo alcuni dei tratti più significativi e ricchi di storia del Cammino,lungo costa e nell'entroterra collinare. Esploreremo la Costa dei cinque faraglioni di Nebida, le alte e selvagge falesie dell'Iglesiente con le miniere nel blu. Lungo sentieri di granito sul mare o tra colline odorose scenderemo alle dune di Scivu e Piscinas. Non solo mare però: in questo viaggio a piedi avremo l'imperdibile occasione di vistare alcuni dei siti minerari più importanti, come la Miniera di Monteponi, la Galleria Villamarina, Porto Flavia, le Miniere di Montevecchio, tra i tanti villaggi che incontreremo quelli di Ingurtosu e Naracaoli.
Iglesiente e Cammino Minerario di Santa Barbara
Trekking Isole Canarie
Posti Disponibili
From€1050 prezzo in via di definizione
Trekking Isole Canarie
Un viaggio trekking stanziale, fra la Gomera e la Palma, Canarie, le isole piu belle e selvagge di tutto l’arcipelago. Oasi naturali nel mezzo dell’oceano Atlantico. Ogni escursione che realizziamo è diversa dalle altre e permette di godere pienamente di tutte le bellezze naturalistiche e paesaggistiche delle due isole. Paesaggi mozzafiato ad ogni passo, dalle foreste di Laurisilva del Garajonay ai crateri degli aridi vulcani a sud de la Palma.
Trekking Isole Canarie
Sui Passi di San Francesco
CONFERMATO - 6 POSTI DISPONBILI
From€290€
Sui Passi di San Francesco
Sui Passi di San Francesco
Trekking da Livorno a Piombino
CONFERMATO - 9 POSTI DISPONBILI
From€355
Trekking da Livorno a Piombino
Un Trekking invernale con il profumo di mare sempre presente. Un cammino lungo spiagge deserte e attraverso e silenziose pinete. Un romantico viaggio a piedi, un bellissimo trekking lungo la costa toscana, per vivere a pieno il fascino del mare d' Inverno. Viaggio con interesse storico, naturalistico ed enogastronomico..
Trekking da Livorno a Piombino
Trekking di capodanno con le ciaspole in Valle Maira
10 POSTI DISPONIBILI
From€695
Trekking di capodanno con le ciaspole in Valle Maira
La Valle Maira in inverno? Un sogno. La densità di popolazione è uguale a quella della Groenlandia. Le gite con le ciaspole permettono di scoprire le tracce degli animali sulla neve (e magari verificare se davvero è arrivato il lupo in valle). E le passeggiate senza racchette ci conducono a chiese, santuari e antichi borghi in pietra (tra i tanti piccoli gioielli la chiesa di Elva) con le loro storie e l’arte della valle. Andiamo alla scoperta della lingua Occitana e della storia e cultura della valle con Donatella Guerrini.
Trekking di capodanno con le ciaspole in Valle Maira
Trekking di Capodanno all'isola d'Elba
POSTI DISPONIBILI
From€---
Trekking di Capodanno all'isola d'Elba
Accompagnati da Guida Parco dell'Arcipelago Toscano.
L'isola d'Elba è la più conosciuta e grande tra le isole del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, troviamo una varietà di vegetazione, minerali, rocce, spiagge, incredibile per essere solo 224 km2.
 Col nostro trekking a base fisse arriveremo alla cima del Monte Capanne (1018mt), visiteremo le miniere, cammineremo sul granito, scopriremo piccoli borghi e ci godremo l'isola lontano dal caotico periodo estivo. I panorami sono assicurati così come il buon cibo e il vino aleatico tipico dell'isola. Accompagnati da Guida Parco, Guida Turistica e Guida Ambientale
Trekking di Capodanno all'isola d'Elba
Trekking di Capodanno a Marettimo
Posti Disponibili
From€450
Trekking di Capodanno a Marettimo
Un viaggio alla scoperta di un Isola incontaminata, affascinante, selvaggia dove i suoi sentieri si tuffano nel mar mediterraneo. Un luogo suggestivo che i greci definivano sacro e dove noi sfesteggeremo l’anno che finisce e daremo il benvenuto a quello che inizia.
Trekking di Capodanno a Marettimo
Trekking di Capodanno in Sardegna: nella terra dei giganti
CONFERMATO - 10 POSTI DISPONIBILI
From€600
Trekking di Capodanno in Sardegna: nella terra dei giganti
La Penisola del Sinis si affaccia sul Golfo di Oristano, nella Sardegna centro occidentale. Lungo la costa, sul mare, cammineremo tra lunghe spiagge quarzose e dolci scogliere e promontori. Esploreremo il promontorio di Capo San Marco, tra i due mari di San Giovanni di Sinis, fino alla torre e i resti della città fenicia di Tharros. Dalla Laguna di Cabras, adagiata tra campi e lagune, ci addentreremo nella campagna fino al villaggio di San Salvatore di Sinis. Vedremo i Giganti di Monti Prama, le grandi statue nuragiche unicum nel Mediterraneo
Trekking di Capodanno in Sardegna: nella terra dei giganti
Viaggio Trekking in Tunisia: dai villaggi berberi al deserto del Sahara
POSTI DISPONIBILI
From€1300
Viaggio Trekking in Tunisia: dai villaggi berberi al deserto del Sahara
Il Viaggio Trekking in Tunisia è un trekking emozionante attraverso le montagne rocciose, i villaggi berberi e le dune del Sahara. Ci immergeremo in queste terre alla conoscenza della storia e dei modi di vita delle comunità berbere, dove il tempo sembra essersi fermato.
Viaggio Trekking in Tunisia: dai villaggi berberi al deserto del Sahara
Trekking in Patagonia - Torres del Paine
2 POSTI DISPONIBILI
From€1490
Trekking in Patagonia - Torres del Paine
ll trekking in Patagonia attorno alle Torri del Paine e conosciuto anche come Circuito O, viene effettuato in una settimana di cammino a piedi puro che ci porterà lungo gli oltre 100km di percorso tra i più riconosciuti e belli al mondo. Si inizia con la visita alle iconiche Torres del Paine che danno il nome al parco, per poi spostarci in una zona più remota in cui seguiremo il corso del fiume Paine fino a raggiungere la parte posteriore del massiccio in cui troviamo il Lago e Ghiacciaio Dickson. Da qui inizierà la nostra ascensione verso il passo John Garner da cui potremo apprezzare in tutta la sua magnificenza il ghiacciaio Grey ed il Campo de Hielo Sur. L'ultima giornata è dedicata alla visita dell'anfiteatro roccioso della Valle Francés, prima di attraversare il Lago Pehoe e salutare il parco lungo il rientro verso Puerto Natales.
Trekking in Patagonia - Torres del Paine

Fabio Mistretta

Rispondi

Your email address will not be published. I campi obbligatori sono segnati con *

Copyright © 2020-2025 TREKKILANDIA - All Rights Reserved