Trekking Alta Via 1 

Trekking itinerante in Dolomiti

8 giorni - 11/07 - 18/07

8 giorni - 22/08 - 29/08

L'Alta Via 1 è un trekking che risponde a una logica naturale, in quanto percorre il cuore stesso delle Dolomiti secondo un asse orientato da nord a sud, ponendoci in contatto con una grande varietà di ambienti naturali e umani. Dall’ambiente della Val Pusteria, così ricco di influssi tirolesi, si passa alle zone ladine della Val Badia e dell’Ampezzano: traverseremo montagne famose in tutto il mondo, quali le Tofane o il Pelmo, senza mai utilizzare mezzi meccanici, scoprendo passo dopo passo il fascino di percorsi all’ombra delle cime, sempre estranei a una visione consumistica dell’ambiente alpino che ne ha purtroppo snaturato alcuni aspetti. Il percorso rimane sempre in quota e i pernottamenti in tutti Rifugi sopra i 2000 m. Se le condizioni lo permetteranno, potremo anche salire alcune cime e/o passare un pomeriggio a oziare sull’Altipiano del Mondeval. Il 2020 è il quattordicesimo anno che accompagno questo viaggio.

328 4948656

Scrivici 

IL VIAGGIO SULL'ALTA VIA 1 IN DOLOMITI IN BREVE:

Tipologia: Itinerante

Durata: 8gg/7notti

Trasporto bagagli: No 

Tipo di zaino:  più leggero possibile

Partecipazione cani: no

Difficoltà del cammino: Medio/difficile

Giorni di cammino: 7

Ore di cammino al giorno: 6-8

Motivo della difficoltà: sentieri sassosi e brevi tratti esposti, tratti ripidi sia in salita che discesa, richiesto piede fermo ed assenza di vertigini, dislivelli importanti che richiedono un buon allenamento.

Adatto come prima esperienza di cammino: No

Tipologia di struttura: Rifugi CAI e privati

Tipo di alloggio: camere multiple con letti a castello serve saccolenzuolo

Bagni: in comune

Pasti: Cene e colazioni in mezza pensione tranne la cena della prima sera alla carta, pranzi al sacco.

Possibilità di singola: No

 

Supplemento singola: 

QUESTO VIAGGIO NEL SUO INSIEME E':

Viaggio per camminatori allenati. Nei rifugi si mangia abbondante ed è molto buono oltre che tipico, molto abbondanti le colazioni. La guida vi darà consigli preziosi su come preparare lo zaino per camminare più comodi e leggeri possibile.

3 Ditoni.png

3 DITONI

 

IL PROGRAMMA

 1° GIORNO - Borca di Cadore

 

Ritrovo nel tardo pomeriggio a Borca di Cadore. Sistemazione in B&B. Cena in ristorante.Note: La cena è alla carta e ognuno prende quello che vuole.

 2° GIORNO  - Lago di Braies 1489m - Rif. Biella 2327m

km 8 - Dislivello: + 960 m; - 180 m  - Ore di cammino:  4

Al mattino, dopo colazione, con un pulmino privato ci trasferiamo al Lago di Braies da dove si parte a piedi; Il lago si fa via via sempre più piccolo mentre entriamo con lentezza nel mondo dei sentieri dolomitici. Nel pomeriggio, se vogliamo, possiamo salire alla Croda del Becco (2810m) Note: Chi fosse venuto in auto la trasferisce a pochi km da Borca a San Vito di Cadore dove arriviamo a piedi l'ultimo giorno

 3° GIORNO -  Rif. Biella – Rif. Lavarella 2042m 

km 13,5 - Dislivello:  + 615 m; - 950 m - Ore di cammino: 6

 

Dopo colazione partenza per la tappa. Si entra subito nel mondo delle leggende del Regno dei Fanes. Il rifugio Lavarella è quasi un alberghetto e la cucina tipica ladina.

 4° GIORNO - Rif. Lavarella - Rif. Lagazuoi 2752m 

km 13 - Dislivello: +1063 m; - 425 m - Ore di cammino: 6 

 

Raggiungiamo la Forcella del Lago, finestra sulla grande parete dello Scotoni dove è stata scritta una delle più belle pagine della storia dell’arrampicata. La lunga salita al Lagazuoi sembra fatta apposta per liberare la mente dai pensieri… Dal rifugio vista eccezionale sulle Dolomiti. Possibilità di una breve visita all’imbocco delle gallerie della grande guerra. Cena e poi notte nel rifugio.

 5° GIORNO - Lagazuoi - Rif. Giussani 2580m 

km 10 - Dislivello: + 700 m; - 1000 m - Ore di cammino: 5

"Tappa in uno degli ambienti più selvaggi delle Dolomiti: passiamo sotto (!) una spettacolare cascata e poi su per Majarie fino al Rifugio, uno dei migliori, nonostante l’isolamento. Nel pomeriggio possibile escursione fino alle Tre Dita.

 6° GIORNO - Rif. Giussani - Rif. Dibona 2037m - Rif. Scoiattoli 2255m - (Nuvolau 2575m) 

km 9  - Dislivello:  + 900 m; - 900 m - Ore di cammino: 5

"Tappa tranquilla con alta probabilità di osservare camosci. Salita pomeridiana al Nuvolau con la classica “gara delle torte” competizione gastronomica fra i dolci dei tre rifugi del comprensorio. Visita libera al museo all’aperto della Grande Guerra. La cena al rifugio è di quelle che si ricordano.

 7° GIORNO -  Rif. Scoiattoli – P.so Giau 2236m - Rif. Croda da Lago 2046m

km 12  - Dislivello: + 550 m; - 760 m  - Ore di cammino: 6

 

Arriviamo al Passo Giau per proseguire poi fino all’altipiano di Mondeval (dove fu scoperta la sepoltura mesolitica del famoso cacciatore). L’ambiente incontaminato di pascoli e laghetti con grossi massi sparsi è molto adatto ad un pomeriggio di ozio.

 8° GIORNO - Rif. Croda da Lago - Rif. Città di Fiume 1918m – S. Vito di Cadore 980m   

km 17,2 - Dislivello: + 390, -1384  - Ore di cammino: 6

 

La tappa di oggi conduce alla base del Pelmo e dal Rifugio Città di Fiume inizia la lunga discesa fino a San Vito per il gelato dei saluti.

LA REGIONE

 

Il trekking lungo l'Alta Via 1 risponde a una logica naturale, in quanto percorre il cuore stesso delle Dolomiti secondo un asse orientato da nord a sud, ponendoci in contatto con una grande varietà di ambienti naturali e umani. Dall'ambiente della Val Pusteria, così ricco di influssi tirolesi, si passa alle zone ladine della Val Badia e dell’Ampezzano: traverseremo montagne famose in tutto il mondo, quali le Tofane o il Pelmo, 

IL VIAGGIO

 

Itinerante con zaino sulle spalle con pernottamenti in B&B e Rifugi. L'Alta Via 1 risponde a una logica naturale, in quanto percorre il cuore stesso delle Dolomiti secondo un asse orientato da nord a sud, ponendoci in contatto con una grande varietà di ambienti naturali e umani. Dall’ambiente della Val Pusteria, così ricco di influssi tirolesi, si passa alle zone ladine della Val Badia e dell’Ampezzano: traverseremo montagne famose in tutto il mondo, quali le Tofane o il Pelmo, senza mai utilizzare mezzi meccanici, scoprendo passo dopo passo il fascino di percorsi all’ombra delle cime, sempre estranei a una visione consumistica dell’ambiente alpino che ne ha purtroppo snaturato alcuni aspetti. Il percorso rimane sempre in quota e i pernottamenti in tutti Rifugi sopra i 2000 m. Se le condizioni lo permetteranno, potremo anche salire alcune cime e/o passare un pomeriggio a oziare sull’Altipiano del Mondeval. Nel 2019 è il tredicesimo anno che accompagno questo viaggio.

IL CAMMINO

Si cammina su strade forestali, mulattiere e sentieri anche con tratti ripidi e qualche breve tratto esposto in cui si richiede piede fermo ed assenza di vertigini.

 
 

MANGIARE DORMIRE IN DOLOMITI LUNGO L'ALTA VIA UNO

Tutti i pernottamenti in Rifugi del CAI e privati tranne la prima sera in cui saremo in B&B.

Camere multiple con letti a castello e bagni in comune. Occorre il sacco lenzuolo e non il sacco a pelo dato che in tutti i rifugi ci sono abbondanti coperte. Tutte le cene (tranne la prima sera che sarà libera al ristorante) saranno con la formula della mezza pensione abbondanti e molto buone con eccellenze come al Lagazuoi e lo Scoiattoli. Le colazioni anche esse abbondanti al rifugio. I pranzi al sacco con panini acquistati nei rifugi. Consigliate barrette, frutta secca etc. se avete queste preferenze.

 

LA QUOTA COMPRENDE

 

€ 705 a persona

Comprende: organizzazione del viaggio, guida, assicurazione, pernottamento e colazione la prima sera in B&B e la mezza pensione in tutti i rifugi, il pulmino da Borca di Cadore al Lago di Braies.

LA QUOTA NON COMPRENDE: il viaggio per raggiungere il punto di ritrovo e il ritorno, i pranzi al sacco, le bevande e gli extra durante le cene, la cena della prima sera a Borca di Cadore.

DIREZIONE TECNICA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

 

COSA DICONO I PARTECIPANTI

Michele - Trekking Dolomiti 2017

Bellissimo trekking che consiglio a tutti perchè è ben organizzato e soprattutto condotto con grande professionalità da Maurizio Barbagallo che con la sua simpatia, competenza, amore per la natura ed esperienza riesce a darti qualcosa di più di un "semplice" cammino a tappe in montagna. Muoversi a piedi in un ambiente straordinario, sempre in sicurezza, con una giusta dose di fatica insieme ad altre persone alternando racconti, spiegazioni, battute a silenzi e riflessioni arricchisce dentro! Rifugi e colazioni/cene di ottimo livello !!! Paesaggi che non si possono non vedere nella vita. I compagni di viaggio sono stati straordinari, bella gente che spero di rivedere il prossimo anno all'Alta via n. 3. Grazie a tutti !!!  Michele

Claudia - Trekking Dolomiti 2017

Esperienza bellissima. Ľanno prossimo si fa la 3?!?

Giorgia - Trekking Dolomiti 2017

Grazie per averci accompagnato con attenzione e con passo fermo, esperto e al giusto ritmo in questo trekking che attraversa paesaggi da fiaba e fa sognare.

Anna - Trekking Dolomiti 2018

Paesaggi mozzafiato, unici e imperdibili, ottima organizzazione, flessibile alle esigenze di tutti i partecipanti, bella compagnia, eterogenea e vivace, esperienza indimenticabile. Consigliatissima a tutti gli amanti della natura e della montagna che vogliono conoscere persone sportive e dinamiche.

Carlo - Trekking Dolomiti 2018

Ho partecipato all´alta via nr. 1. Maurizio, la guida, é fenomenale. Lui non é solo colui che "sa la strada", ma conosce tutti i sentieri, tutti i rifugi, le malghe, gli anfratti. Questo gli permette di avere sempre un piano B per ogni circostanza: un malore, uno scarpone che si scolla, maltempo, eccetera. Sa quando il gruppo deve essere compatto e quali sono i punti piú difficili/pericolosi. Delilzia i partecipanti con molte nozioni sulla flora e fauna locale nonché cita anche le storie e leggende del Popolo dei Fanes. Bravo.

Maurizio Barbagallo

Dal 2005 organizzo e accompagno viaggi a piedi nella natura. Ho lavorato con associazioni e tour operator leader nel settore. Ogni anno cerco di migliorare i percorsi e l’ospitalità. Le “mie zone” vanno dal Piemonte dove sono nato, alla Toscana dove vivo, alla Corsica alle Dolomiti e molte altre. Sono felice di aver dato il mio contributo alla crescita delle piccole economie locali delle strutture ricettive che ci accolgono. Ho imparato tanto dalle persone che ho accompagnato nei viaggi. Ogni gruppo è diverso e mi appassionano le dinamiche che accadono durante un trekking.

TREKKILANDIA

VIAGGIATORI PER PASSIONE, GUIDE PER PROFESSIONE, ALLEGRI PER NATURA.

Trekkilandia è una rete di 9 guide indipendenti che organizzano Tour Naturalistici, Viaggi a Piedi e Viaggi Trekking in Italia e nel Mondo

TUTTI I NOSTRI VIAGGI SONO REGOLARMENTE COPERTI DA AGENZIA VIAGGI/TOUR OPERATOR DA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

NATURATOUR T.O. di FRANCESCA ULUHOGIAN
Numero REA: PI - 197416
Licenza n. 11901 del 19/09/2018
Indirizzo Sede: Via Cristoforo Colombo, 6 - 56010 - Vicopisano - PI
Indirizzo PEC: francesca.uluhogian@pec.it
e-mail: info@naturatour.it
P.iva: 02213790344

PER INFORMAZIONI

trekkilandia@gmail.com