TREKKING DI CAPODANNO IN SARDEGNA

Estremo Sud Ovest e Isole di Sant’Antioco e San Pietro, 

2 POSTI DISPONIBILI

4 giorni - 29/12 - 01/01

E’ un viaggio per terra e per mare, in cui ti lasci travolgere dalle emozioni di un paesaggio commovente e forte,  lontano dalle luci della ribalta delle grandi città, per tutti coloro che vogliono festeggiare non solo l’anno che inizia, ma anche quello che finisce.

3406933470

Scrivici 

TREKKING IN SARDEGNA IN BREVE

Tipologia: Itinerante

Durata: 4gg/3notti

Trasporto bagagli: SI

Tipo di zaino: Giornaliero

Volo dall'italia incluso: No

Difficoltà del cammino: Medio/facile

Giorni di cammino: 4

Ore di cammino al giorno: 6-7

Motivo della difficoltà: Avanzamento su roccia, sabbia, sentieri a tratti sconnessi con brevi ma ripide salite

Adatto come prima esperienza di cammino: Si

Tipologia di struttura: Piccoli hotel

Tipo di alloggio: camera doppia con letti singoli e/omatrimoniali 

Bagni: in camera 

Pasti: colazioni in struttura, cene in ristorante, pranzi al sacco 

Possibilità di singola: no

 

QUESTO VIAGGIO NEL SUO INSIEME E':

Viaggio senza difficoltà tecniche particolari, tappe di massimo 15 km, zaino giornaliero, strutture comode, cene in ristorante o struttura.

Due Ditoni.png

2 DITONI

 

IL PROGRAMMA

1°GIORNO - CAPO ALTANO, ARRIVO NELL'ISOLA DI SANT'ANTIOCOGIORS

Km 6, dislivello 200, 3 ore di cammino, tipo di terreno: sentieri a tratti disconnessi, roccia, difficoltà media, pranzo al sacco

 

Alle 10.30 il nostro gruppo si incontrerà a Cagliari in Piazza Matteotti presso la Stazione dei Treni per partire subito alla volta di Portoscuso (1 h circa di viaggio), Qui inizierà la nostra prima breve escursione che ci permette di ridiscendere la costa Sud del Sulcis fino a Capo Altano, lungo una costa rocciosa e alte scogliere. Avremo di fronte a noi da una parte la Costa dell'Iglesiente e dall'altra le Isole, dove siamo diretti. Al termine dell’escursione ci sposteremo con il nostro mezzo privato a Sant’Antioco (45 minuti di viaggio circa), per sistemarci nel nostro Hotel. Dopo il check in ci sarà il tempo per fare la spesa per il pranzo al sacco dei giorni seguenti e ne approfitteremo per fare una passeggiata nel centro storico illuminato dalle luci della sera. Un brindisi di benvenuto, chi ci sta? Ci aspetta la cena in ristorante nel centro storico, a pochi passi dall’Hotel.

2° GIORNO - ISOLA DI SANT'ANTIOCO: TORRE CANAI - CALA SAPONE

km 14, dislivello 300m, ore di cammino 7, tipo di terreno: roccia, sentieri a tratti disconnessi, difficoltà media, pranzo al sacco

 

Dopo la colazione, ci trasferiremo di buon mattino con il nostro mezzo  (21 minuti circa di auto) all’inizio sul litorale meridionale, sul promontorio Turri, da cui possiamo avvistare gli isolotti della Vacca e del Toro: la nostra escursione inizia presso Torre Canai, per poi dirigersi a ovest lungo la scogliera fino in direzione di Capo Sperone e poi fino a Cala Sapone.  Al termine dell’escursione ci trasferiremo con mezzo privato a Calasetta (circa 30 minuti), fermandoci per soste panoramiche come quella che ci permetterà di contemplare il famoso Faro di Mangiabarche...Dopo esserci sistemati nel nostro piccolo hotel, ci aspetta la cena nel centro storico a pochi minuti di camminata dall’hotel. Chi non ha provveduto al pranzo al sacco per il giorno dopo e per il 1 gennaio dovrà acquistare qualcosa prima della cena.

facile

 

3° GIORNO - ISOLA DI SAN PIETRO: lA CALETTA - CAPO SANDALO

km 7, dislivello 300 m, ore di cammino 6, tipo di terreno: roccia, sabbia, sentieri a tratti disconnessi, difficoltà media, pranzo al sacco

 

Dopo la colazione ci trasferiremo a piedi dall’Hotel al Porto (400m, 15 minuti circa di cammino) per compiere la nostra prima traversata di circa 30 minuti da Calasetta a Carloforte, sull’Isola di San Pietro. Dopo aver depositato i nostri bagagli all’Hotel (350m, 10 minuti circa di cammino dal porto), il nostro bus ci porterà all’inizio dell’itinerario, La Caletta detta Spalmatore (15 minuti circa di auto), Il cammino costiero ci portera' fino al faro di Capo Sandalo, dopo un percorso su e giu’ tra scogliere e calette dai mille colori. Terminata la nostra escursione ci trasferiremo con il nostro mezzo al nostro Hotel (21 min circa di viaggio in auto). Abbiamo il tempo per un pò di relax e prepararci per il Cenone di Capodanno in ristorante, nel centro storico del bellissimo borgo di Carloforte. 

4° GIORNO - PASSEGGIATA A CAPO MALFATANO 

km 5, dislivello 250, ore di cammino 3, difficoltà facile. 

Dall’Hotel ci dirigeremo al Porto (circa 10 minuti di cammino) per ritornare sulla terraferma (traversata di circa 40 minuti). Da Portoscuso torneremo lungo costa panoramica verso Cagliari, non prima di esserci fermati intorno all’ora di pranzo per una breve passeggiata panoramica fino alla Torre di Capo Malfatano, estremità sud occidentale della Sardegna, dove potremo salutarci sullo sfondo dell’isolotto di Tuerredda e dei  faraglioni di Capo Spartivento.

All’arrivo a Cagliari (Piazza Matteotti) il nostro viaggio tutti insieme sarà finito. La posizione è strategica sia per chi dovrà dirigersi subito all’areoporto (treno o taxi, 15 minuti) sia per chi ha da passare qualche ora prima del volo (passeggiando tra le vie del Quartiere di Marina) o per chi dovrà pernottare nella città e partire il giorno dopo con calma.

4° GIORNO - CAPO MALFATANO

 

TREKKING  DI CAPODANNO IN SARDEGNA: ARCIPELAGO DEL SULCIS

Il Trekking di Capodanno in Sardegna ci porta alla scoperta dell’ estremità della subregione del Sulcis, nella Provincia di Carbonia – Iglesias (CI), lungo la costa tra Capo Altano e Capo Teulada (estrema punta Sud della Sardegna: l’area è una delle piu importanti della Sardegna, sia dal punto di vista naturalistico che storico – culturale. Le isole di Sant’Antioco e San Pietro, situate a pochissima distanza dalla terraferma, insieme all’Isola Piana e altri isolotti come Isola della Vacca, del Toro, dei Ratti e del Corno, formano l’Arcipelago sulcitano, scenario delle nostre esplorazioni per questo Trekking di Capodanno,

L’Isola di Sant’Antioco è la quarta d’Italia per dimensioni, dopo Sicilia, Sardegna e Isola d’Elba. E’ stata collegata alla terra ferma da un ponte fin dall’epoca della colonizzazione romana  e tutt’ora è raggiungibile tramite un istmo artificiale di 5 km, che separa il Golfo di Palmas (dove si getta il Rio Palmas) e la Laguna di Santa Caterina, popolata da colonie di Fenicotteri rosa; di origine vulcanica e scarsa di risorse idriche, raggiunge la sua altitudine massima a 271 m s.l.m (Monte Perdas de Fogu); è caratterizzata da coste basse e sabbiose a Est e Nord, mentre a Ovest è caratterizzata da scogliere alte e rocciose.

Dal borgo di Calasetta è possibile raggiungere in circa 30 minuti Carloforte,  il bellissimo (e unico) borgo dell’Isola di San Pietro, lunga circa 15km e larga 11km, un gioiello di natura dalle alte scogliere  dove nidifica il Falco della Regina.ha stabilito una nutrita colonia; origini vulcaniche e massima cima ai 211 m s.l.m (Monte Guardia dei Mori).

Pesca di mare (Tonno rosso), pesca di laguna, sale e agricoltura sono ancora le risorse maggiori di queste terre

TREKKING DI CAPODANNO IN SARDEGNA: IL VIAGGIO

Il trekking di Capodanno in Sardegna nell’estremo Sud Ovest della Sardegna e nelle sue Isole è un viaggio per escursionisti romantici  e sentimentali, che non possono resistere al fascino del mare d’inverno e rimangono stregati dal fischio del vento che si infila tra le rocce e la macchia mediterranea...

Un breve viaggio per tutti coloro che provano un’attrazione per le piccole isole e si sentono a proprio agio in piccoli borghi che odorano di pescherecci, tonnare, spezie, aromi mediterranei e sale marino...

Un Trekking per voi che provate emozionane a calpestare suoli vulcanici dai mille colori lungo falesie e scogliere o a dune sabbiose circondate da ginepri secolari. 

L’aspetto paesaggistico e gli splendidi scorci aperti sul Mar di Sardegna che si possono ammirare lungo le alte scogliere sono sicuramente il punto forte del Trekking, ma la ricchezza vegetazionale e faunistica (come la presenza del Falco della Regina, che nidifica sulle alte scogliere dell’Isola di San Pietro), la scarsa densità di popolazione e la conseguente mancanza di centri industriali invasivi, danno alla regione un fascino di una bellezza inquitante e commovente, che si può apprezzare nella sua pienezza solo durante un cammino a piedi.

 

IL CAMMINO

Il tempo è prezioso in questo Viaggio: non solo il tempo scandito dall’avanzare dei nostri passi e dai momenti contemplativi e di relax, ma anche quello necessario per gli spostamenti in bus da borgo marinaro all’altro e quello inevitabile (seppur molto breve) che passeremo in traghetto. A questo ritmo le nostre giornate scorreranno fluidamente, per terra e per mare.

Ci aspettano 3 itinerari a piedi: un  itinerario lungo la Costa Sud Ovest della Sardegna, tra le dune sabbiose dell’antica tonnara di Porto Paglia e le falesie di Capo Altano; uno lungo il litorale meridionale dell’Isola di Sant’Antioco, alto e roccioso, e uno su quella di San Pietro tra Cala dello Spalmatore e Cala Sapone. Sono diversi brevi spostamenti in auto all’interno delle isole con soste panoramiche sulle scogliere e piu’ lunghi trasferimenti a terra ferma, durante i quali potremo ammirare i paesaggi della Costa e dell’immediato entroterra del Sud Ovest con una breve escursione panoramica fino alla Punta di Capo Malfatano. Infine due brevi traversate nel Mar di Sardegna, la prima tra l’Isola di Sant’Antioco e l’Isola di san Pietro e la seconda tra quest’ultima e PortoScuso.

Gli itinerari non presentano particolari difficoltà tecniche e non superano i 15km, lo zaino è giornaliero, mentre i bagagli ci seguiranno da alloggio ad alloggio con il mezzo al nostro seguito.

 
 

MANGIARE DORMIRE

Pescherecci, porticcioli naturali, tonnare denotano il paesaggio tipico delle Coste sud del Sulcis e delle isole di Sant’Antioco e San Pietro. Infatti pesce fresco, bottarga e il rinomatissimo Tonno sono ingredienti di molte ricette di antica tradizione che si possono gustare soprattutto tra Calasetta (Nord Isola di Sant’Antioco) e Carloforte sull’Isola di San Pietro, oltre i prodotti da forno (come pasta e focacce), formaggi e ottimi vini che vanno a insaporire una tradizione culinaria speziata, dalle influenze liguri e tunisine amalgamate con la tradizione sarda piu’ schietta e gustosa...La Cultura tabarchina all’ennesima potenza!

Passeremo in rassegna alcuni dei ristoranti storici delle cittadine di Sant’Antioco, Calasetta e Carloforte: il menu’ sarà fisso e a noi dedicato, ma ci sarà l’occasione di integrarlo individualmente, compatibilmente con le tempistiche e disponibilità dei ristoranti, e di adattarlo alle varie esigenze alimentari che devono essere comunicate alla guida al momento dell’iscrizione al viaggio.  Il Cenone di Capodanno sarà sicuramente piu’ ricco e articolato degli altri e il tempo dedicato al mangiare quella sera sarà sicuramente dilatato, all’insegna dei festeggiamenti e del relax.

Le strutture che ci accoglieranno sono tutti piccoli Hotel e le camere ospitano sia letti matrimoniali che letti singoli.

I pranzi sono sempre al sacco e verranno consumati lungo il percorso,

 

LA QUOTA COMPRENDE

COSTO 450 EURO A PERSONA

Comprende:

- Servizio di Guida Escursionistica e Turistica, Servizio di          Segreteria ed iscrizione al viaggio
- Tutti i pernottamenti (sistemazioni come descritto 

   in “Mangiare e dormire”)
-  3 cene in Ristorante. 3 colazioni.
- Trasporto privato per 4gg (inizio e fine del servizio

   a Cagliari Piazza Matteotti).
- Il trasporto bagagli

- 2 traversate in traghetto
- Assicurazione medico-bagagli. Riceverete una specifica sulla assicurazione in seguito alla iscrizione
- I.V.A.


Non Comprende:
- Il volo da e per Cagliari, trasporto trenino dall'aeroporto di 

  Elmas a Cagliari Stazione e bus in città.
- Tutti i pranzi al sacco e degustazioni
- Gli extra a durante le cene.

- Ticket ingresso Parchi e Musei
- Tutto quanto non espressamente indicato in “cosa è 

   compreso nel prezzo
- Assicurazione per annullamento viaggio. Può essere

  stipulata al momento dell’iscrizione.

COPERTURA TECNICA

MAL D'AVVENTURA di Giuseppe Gaimari
MAL D'AVVENTURA è l’agenzia di Viaggio di Giuseppe Gaimari, specializzata in Viaggi Avventura e Trekking. Darà la copertura tecnica e si occuperà quindi della parte amministrativa del
viaggio.


Scali delle Ancore,9 – 57123 Livorno
P. I.01912530498
Aut. Prov.Licenza 1227

 

LA GUIDA

CARLA PAU

Dal profondo Sud della Sardegna al profondo Sud della Toscana, questo è il viaggio che mi ha portato a diventare Guida Ambientale Escursionistica 7 anni fa e successivamente anche Turistica.

I miei itinerari a piedi tra Toscana, Sardegna e Lazio sono pensati per tutti coloro che amano viaggiare con i piedi e con la mente, tra orizzonti e punti di vista sempre nuovi, in un mix emozionante tra natura, storia, archeologia e arte.

Nel nostro zaino ci saranno tante conoscenze ed esperienze condivise, tanti i ricordi e nuove ispirazioni che non peseranno sulla schiena e sulle gambe ma ci daranno energia!

Cittadini di Trekkilandia vi aspetto!

LINK UTILI

Sito ufficiale Turismo in Sardegna: https://www.sardegnaturismo.it

TREKKILANDIA

VIAGGIATORI PER PASSIONE, GUIDE PER PROFESSIONE, ALLEGRI PER NATURA.

Trekkilandia è una rete di 9 guide indipendenti che organizzano Tour Naturalistici, Viaggi a Piedi e Viaggi Trekking in Italia e nel Mondo

TUTTI I NOSTRI VIAGGI SONO REGOLARMENTE COPERTI DA AGENZIA VIAGGI/TOUR OPERATOR DA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

NATURATOUR T.O. di FRANCESCA ULUHOGIAN
Numero REA: PI - 197416
Licenza n. 11901 del 19/09/2018
Indirizzo Sede: Via Cristoforo Colombo, 6 - 56010 - Vicopisano - PI
Indirizzo PEC: francesca.uluhogian@pec.it
e-mail: info@naturatour.it
P.iva: 02213790344

PER INFORMAZIONI

trekkilandia@gmail.com