TrEKKING IN PATAGONIA

Torres del Paine e Dientes de Navarino

I sentieri più Australi al Mondo

13 giorni    21/03 - 02/04

In questo viaggio a piedi Trekkilandia vi accompagna a percorrere i sentieri più australi del pianeta permettendovi di esplorare le zone più remote della Patagonia Cilena come l'isola di Navarino dove percorreremo il poco conosciuto trekking dei Dientes de Navarino, nonché il bellissimo e mondialmente conosciuto Circuito W allinterno del Parco Nazionale Torres del Paine.

339.5675637

Scrivici 

IL VIAGGIO IN PATAGONIA IN BREVE

Tipologia: Itinerante, Trekking

Durata: 13gg/12notti

Gruppo: Min.4 - Max.8

Trasporto bagagli: No

Tipo di zaino: Giornaliero (35/40l durante il Trekking)

Volo dall'italia incluso: No

Difficoltà del cammino: Medio per la lunghezza e i dislivelli delle tappe

Giorni di cammino: 4 + 4 (2 Trekking da 4 giorni ciascuno)

Ore di cammino al giorno: 5-7

Motivo della difficoltà: Vento, Condizioni Climatiche, Qualche passaggio su Pietraie scivolose

Adatto come prima esperienza di cammino: No

Passaporto e Visti: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel paese; visto non necessario con permanenza inferiore ai 90 giorni

Vaccinazioni Obbligatorie: Nessuna

Strutture durante il Viaggio: Piccoli Alberghi, B&B, Ostelli

Strutture durante il Trekking: Tende 3 Stagioni per 2 Persone  

Pasti durante il Viaggio: Pranzi e Cene Libere presso Ristoranti o Trattorie Locali

Pasti durante il Trekking: Colazione, Pranzo freddo e Cena calda preparata dallo staff e servita nella tenda comune

Possibilità di singola: si, ma non in tutte le strutture

 

Supplemento singola: XXX euro

QUESTO TREKKING NEL SUO INSIEME E':

senza difficoltà tecniche con tappe di media lunghezza e dislivelli mai superiori agli 800m, gli itinerari dei trekking si sviluppano a quote inferiori ai 1000m slmm. Si pernotta in tenda da 2 persone e ci si porta appresso uno zaino giornaliero.

Due Ditoni.png

2 DITONI

 

IL PROGRAMMA

1° GIORNO: SANTIAGO - PUNTA ARENAS 

 

Con un volo di circa 3 ore e mezza si connette la capitale del Cile con la regione all’estremo meridionale del paese atterrando nella città di Punta Arenas. Qui ci sarò io ad accogliervi e a darvi il benvenuto nella Patagonia Cilena. Raggiunta la capitale regionale nel pomeriggio faremo visita al mueso Salesiano "Maggiorino Borgatello", nel quale potremo avere un'introduzione storico-geografica della regione che andremo ad esplorare nelle prossima settimane. Continueremo poi verso il centro cittadino dove si pernotta per una notte.

2° GIORNO: VISITA ALLA PINGUINERA MAGDALENA - PUERTO NATALES 

Iniziamo la nostra avventura con la visita alla colonia di pinguini di Magellano che abitano l’isola Magdalena. Ci spostiamo di prima mattina verso il molo dove ci imbarcheremo alla volta dell’isola; messo piede a terra ad aspettarci ci saranno i piccoli e simpatici pinguini che nidificano in questo remoto angolo di mondo e passano l’intera estate australe prima di migrare verso le più calde acque delle coste dell’Atlantico settentrionale. Durante l’estate patagonica più di 50000 coppie di pinguini di Magellano occupano l’isola nidificando nei cunicoli del terreno e prendendosi cura dei pulcini che nascono a cavallo tra novembre e dicembre. Rientrati sulla terraferma, faremo tappa per un pranzo veloce in città prima di imbarcarci sul bus che ci porta a Puerto Natales dove passeremo la seconda notte.

3° GIORNO: TREKKING CIRCUITO W: BASE TORRES 

22km - Dislivello: +/-770m - Ore di cammino: 7-8 ore circa

Trasferimento con furgoncino privato verso il Parco Nazionale Torres del Paine per raggiungere dopo circa 2 ore di viaggio, quello che sarà il nostro rifugio per la notte. Partiamo con una mezzoretta di camminata in piano prima di iniziare la salita che ci conduce al Paso de los Vientos; da cui potremo godere di una bellissima vista sulla valle del Rio Ascencio e il rifugio Chileno in lontananza (1h45’). Pausa rinfrescante al rifugio per poi proseguire lungo un falsopiano in un bellissimo bosco di lengas e raggiungere un pianoro dopo circa 1h di camminata; da qui si comincia a salire lungo un sentiero più stretto con la presenza di massi scivolosi, dopodiché, usciti dalla linea degli alberi si attraversa la morrena glaciale fino a raggiungere la laguna: “et Voilà!”. Nell’ordine da destra verso sinistra: Peineta, Torre Monzino, Torre Central e Torre De Agostini.

4° GIORNO: TREKKING CIRCUITO W: LAGO NORDENSKJOLD 

14km - Dislivello: +/-200m - Ore di cammino: 6 ore circa

La giornata di oggi si presenta come un trekking in falsopiano con continue ma brevi salite e discese; il sentiero si snoda lungo il versante settentrionale del lago Nordensjköld, affascinante bacino d’acqua di origine glaciale alimentato dalle acque del fiume Paine. Lungo il percorso attraverseremo le pendici meridionali del monte Almirante Nieto ammirandone la perfetta forma piramidale, nonché raggiungendo i piedi dei mostruosi Cuernos del Paine nella vicinanza dei quali troveremo il nostro secondo campeggio.

5° GIORNO: TREKKING CIRCUITO W: VALLE FRANCES 

15km - Dislivello: +/-500m - Ore di cammino: 6-7 ore circa

Oggi si manifesterà davanti a noi la mole imponente del Paine Grande, la cima più elevata del Massiccio del Paine, che si slancia verticalmente fino a raggiungere i 3000m di quota. Raggiunta dopo circa un’ora di cammino l’imbocco della Valle del Francese, procederemo con un’ascensione di circa 400m di dislivello fino a raggiungere un bellissimo punto panoramico: il Plateau. Da qui la vista spazia 360° sulle linee verticali del Paine Grande, le pareti granitiche dei picchi del Bader e del Cuerno Norte, mentre verso sud si apre una magnifica vista sui laghi Pehoe e Toro. Dopo pranzo scendiamo lungo la morena e proseguiamo lungo un facile percorso di circa 8km che ci condurrà al nostro prossimo campeggio adagiato sulle acque turchesi del lago Pehoe.

6° GIORNO: TREKKING CIRCUITO W: LAGO E GHIACCIAIO GREY 

11km - Dislivello: +/-250m - Ore di cammino: 3-4 ore circa

Dal campeggio Paine Grande risaliamo una piccola vallata fino a raggiungere la laguna de los patos e proseguire oltre verso le sponde orientali del lago Grey; dopo circa due ore di cammino lungo facile sentiero raggiungeremo il primo punto panoramico con una vista mozzafiato verso i tre fronti dell’immenso ghiacciaio Grey. Si scende lungo alcune balze rocciose mantenendo il lago sempre alla nostra sinistra e finalmente si rientra nel bosco prima di raggiungere il rifugio Grey. Dopo pranzo saliremo a bordo della Grey III l’imbarcazione che percorre le gelide acque del lago e che ci permetterà di ammirare il fronte del ghiacciaio che si staglia per 40m al di fuori dell’acqua. Dopo circa 2 ore di navigazione raggiungeremo il bordo meridionale del lago dove sbarcheremo e ci aspetterà il nostro furgoncino privato che ci riporterà a Puerto Natales.

7° GIORNO: TREKKING LAGUNA SOFIA - PUNTA ARENAS 

5km - Dislivello: +/-400m - Ore di cammino: 3 ore circa

A circa mezzora da Puerto Natales si nasconde una piccola vallata poco frequentata, circondata da basse colline nelle cui pareti nidificano i Condor Andini, e resa ancor più pittoresca dalla presenza del lago Sofia. Se il tempo lo consentirà dopo l’escursione di circa 3 ore, potremo effettuare un picnic in riva al lago per poi affrontare il viaggio verso Punta Arenas.

8° GIORNO: IN VOLO VERSO L'ISOLA DI NAVARINO 

In prima mattinata ci si trasferisce all’aeroporto di Punta Arenas per il nostro volo verso l’estremo australe del continente; con un po’ di fortuna e se le condizioni climatiche ce lo consentono osserveremo dall’alto lo Stretto di Magellano, l’isola della Terra del Fuoco e sorvoleremo le bianche cime della Cordillera Darwin. Atterrati a Puerto Williams e dopo esserci trasferiti nel nostro hotel/ostello, avremo modo di passare l’intero pomeriggio in questa piccolo e remoto paese di circa 2000 abitanti; a tutti gli effetti il centro abitato più australe del mondo.

9° GIORNO: CIRCUITO DIENTES DE NAVARINO: LAGUNA DEL SALTO 

10km - Dislivello: +600m/-100m - Ore di cammino: 4-5 ore circa

Inizia la nostra avventura che in quattro giorni ci permetterà di assaporare la solitudine e la bellezza incontaminata dei sentieri all’estremo australe del continente. Dal centro abitato ci dirigiamo verso sud-ovest lungo una piccola strada sterrata che in breve si trasforma in un bellissimo sentiero che guadagna quota attraverso vari tornanti nell’incantevole foresta subantartica. Dopo circa un’ora di cammino usciremo sopra la vegetazione fino a raggiungere la sommità del Cerro Bandera con un’incredibile vista sul canale di Beagle. Da qui proseguiamo verso sud sul versante destro della valle del fiume Robalo, affrontando alcuni brevi passaggi esposti prima di effettuare una ripida discesa tra i massi di una pietraia e raggiungere le oscure acque della Laguna del Salto, dove effettueremo il nostro primo campeggio.

10° GIORNO: CIRCUITO DIENTES DE NAVARINO: LAGUNA ESCONDIDA 

7km - Dislivello: +250m/-200m - Ore di cammino: 4-5 ore circa

Si riprende il cammino con una ripida e scivolosa salita che in meno di un’ora ci conduce al passo Australia, il primo della giornata; si attraversa verso sud-est una pietraia dove si deve prestare attenzione alle chiazze di neve e si raggiunge il passo de los Dientes oltre il quale durante le giornate più limpide è possibile osserva la parte meridionale dell’isola ed oltre il promontorio dell’arcipelago di Capo Horn. La discesa avviene lungo un buon sentiero ghiaioso, si superano successivamente un paio di lagune prima di piegare verso ovest attraversando una morena glaciale e raggiungendo le sponde della Laguna de los Dientes. Ancora un paio di chilometri ed eccoci al nostro secondo campeggio, situato nel versante meridionale dei Denti di Navarino e in prossimità delle acque della Laguna Escondida.

11° GIORNO: CIRCUITO DIENTES DE NAVARINO: LAGUNA MARTILLO 

9km - Dislivello: +/-150m - Ore di cammino: 5-6 ore circa

Riprendiamo la marcia lasciandoci la laguna alle spalle e attraversando un paio di macchie boscose prima di iniziare l’ascesa verso il passo Ventarron dove saremo esposti ai venti provenienti dalla zona occidentale dell’isola; da qui scendiamo su una scivolosa pietraia verso le acque della laguna Hermosa per raggiungere successivamente il nostro terzo ed ultimo campeggio situato in un’ansa della Laguna Martillo e con un’impagabile vista sul cordone montuoso della catena Lindenmayer.

12° GIORNO: CIRCUITO DIENTES DE NAVARINO: LAGUNA GUANACO 

14km - Dislivello: +400m/-850m - Ore di cammino: 7-8 ore circa

L’ultima giornata ci costringe ad affrontare una scivolosa e fangosa ascensione, salita che dopo circa un’ora si trasforma in un sentiero tra chiazze di neve e ghiaie e ci conduce alla sommità piatta del passo Virginia oltre il quale ritroviamo la vista del canale di Beagle ed una ripida discesa lungo un ghiaione franoso stile Dolomiti che ci conduce ai piedi della Laguna Guanaco. Il gioco è ormai fatto, non ci resta che attraversare di nuovo la boscaglia per un paio d’ore e raggiungere i ruderi abbandonati della peschiera MacLean dove ad aspettarci ci sarà il nostro transfer che ci condurrà di rientro a Puerto Williams per una meritata cena e doccia calda!

13° GIORNO: RIENTRO A PUNTA ARENAS - COLLEGAMENTO CON SANTIAGO 

Trasferimento in mattinata all’aeroporto dell’isola di Navarino per il volo che ci riporta verso il continente e la capitale Punta Arenas con arrivo previsto per le ore 12:30. Chi vorrà potrà trascorrere un’altra notte nella città e prendere volo per Santiago nonché per l’Italia il giorno successivo; oppure sono disponibili varie opzioni per voli pomeridiani o notturni verso la capitale cilena e successiva connessione con l’Italia.

14° GIORNO: SANTIAGO - ITALIA 

Scalo nella capitale per il volo che vi condurrà verso l’Europa e l’Italia.

IL PAESE: CILE

La parte meridionale del Sudamerica è quella che più si avvicina al continente antartico; si tratta di un sottile lembo di terra che si allunga come un dito verso il continente di ghiaccio, una regione spazzata dai venti che dall’oceano Pacifico si fanno strada verso l’Atlantico e che durante i millenni hanno scolpito le montagne e creato spettacolari ghiacciai proprio in questo estremo meridionale del pianeta. L’area più australe del continente americano è pressoché situata per l’85% della sua estensione in territorio cileno; una regione quella di Magallanes che ha preso il nome dal grande navigatore portoghese che scoprì lo stretto che oggigiorno porta il suo nome. Si tratta della regione più estesa del Cile (poco più di un terzo dell’Italia) sebbene sia la meno abitata con una densità di 1,25 ab/km2. Una terra estrema, sferzata dal vento e scolpita dai ghiacciai, una regione in cui le pendici delle montagne arrivano a lambire le acque fredde ma ricche di vita dei fiordi e dei canali patagonici, e tra le cui montagne si snodano i sentieri più australi del pianeta. Ghiacciai, foreste vergini, solitudine, vento e i trekking più australi del Pianeta Terra vi aspettano; in una sola parola PATAGONIA

Passaporto: necessario e con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Le autorità di frontiera potrebbero chiedere di esibire il passaporto nonché il biglietto di andata e ritorno. 

Visto: non richiesto per permanenza inferiore ai 90 giorni nel paese.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Sicurezza: il Cile è uno dei paesi più sicuri del Sudamerica, in cui il rischio terrorismo è praticamente nullo ed il turismo una risorsa importante e molto valorizzata per il paese, in particolare per le aree meridionali in cui effettueremo il viaggio.

IL VIAGGIO

Il nostro viaggio nella Patagonia cilena inizia nella più antica città, Punta Arenas, situata proprio nel bel mezzo dello Stretto di Magellano, iconico sito geografico scoperto dall'esploratore portoghese all'inizio del XVI secolo. Dopo aver fatto visita alla colonia di pinguini di Magellano situati nell'isola Magdalena ci dirigeremo attraverso la steppa patagonica verso la bucolica cittadina di Puerto Natales adagiata sulle sponde del fiordo Ultima Esperanza. Da qui avrà inizio il nostro primo trekking in Patagonia che dedicheremo all'esplorazione del Parco Nazionale Torres del Paine. Dopo aver trascorso 5 giorni all'interno della Riserva della Biosfera UNESCO, rientreremo in paese e dedicheremo la mattinata successiva all'osservazione dell'iconico Condor Andino che annida nei pressi della Laguna Sofia. Infine voleremo verso l'isola di Navarino nella quale effettueremo il trekking più australe al mondo, Dientes de Navarino, circa 40km attorno alle incredibili formazioni rocciose dell'isola che si affaccia nel lato meridionale del canale di Beagle e che rappresenta una delle ultime terre emerse prima di raggiungere il continente Antartico.

IL TREKKING IN PATAGONIA

ll trekking in Patagonia è composto da 2 percorsi di 4 tappe ciascuno con distanze che variano dai 7 ai 22 km. I dislivelli sono medi e non superano mai gli 800m totali durante il giorno; i sentieri che percorreremo non rappresentano particolari difficoltà o passaggi tecnici, però richiedono attenzione e passo sicuro soprattutto a Navarino in cui sono decisamente poco battuti e molto spesso si incontrano scivolosi/fangosi e con qualche piccola discesa tra pietraie in cui c'è da prestare attenzione. L'altitudine non rappresenta assolutamente un problema giacché ci muoveremo a quote comprese tra il livello del mare e i 1000m di quota massima, tuttavia l'elemento da temere sarà invece il vento ed i continui cambi climatici che provoca anche durante l'arco della stessa giornata. Il primo trekking attorno al Massiccio del Paine ci permetterà di prendere confidenza con il clima patagonico, nonché di ammirare le tre valli principali del parco ed i numerosi laghi glaciali che le conformano. Nel trekking di Navarino saremo invece impegnati in un percorso ad anello che ci porterà ad attraversare la catena de Los Dientes ben due volte e di ammirare entrambi i versanti dell'isola abitata più meridionale al mondo

 
 
 

MANGIARE/DORMIRE IN PATAGONIA

All’interno del parco Torres del Paine usufruiremo di campeggi in cui le tende saranno già installate su comode piattaforme in legno con piano rialzato; tende 4 stagioni da 3 posti per cui ci sarà ampio spazio per ognuno di noi. Le aree igieniche sono in comune divise tra uomini e donne, con bagni e doccia con acqua calda. Durante il trekking dei Dientes de Navarino verranno utilizzate anche qui tende 4 stagioni da 3 posti, tuttavia qui i campeggi saranno semplicemente delle zone di sosta prive di qualsiasi infrastruttura e quindi senza bagni ne docce. Per quanto riguarda la ristorazione: a Torres del Paine la colazione è all’interno di una struttura tipo rifugio di montagna, tipicamente europea con bevande calde, pane, burro, marmellate, frutta, succhi vari, formaggio e affettato. Il caffè è diverso dal nostro, sullo stile americano! Per il pranzo ci verrà fornito un cestino da portare nello zaino durante la camminata con panino, frutta secca, barrette di cereali, cioccolata e frutta fresca. Alla sera la cena viene servita in uno spazio comune e consta normalmente di una zuppa calda a base di legumi o verdure, ed il piatto principale a base di carne, pollo o pesce accompagnato da riso e verdure. Durante il trekking all’isola di Navarino “soffriremo” un po’ di più. Guide e porter si occuperanno di cucinare la cena che sarà a base di carboidrati e zuppa calda, a pranzo verranno offerti pane, affettati e formaggio da integrare con frutta secca o barrette di cereali; mentre la colazione sarà a base di avena, cioccolata, frutta secca, caffè o te.

 

LA QUOTA COMPRENDE

QUOTA: ----€ A PERSONA*

Comprende:

- Servizio di Guida Escursionistica, Servizio di Segreteria ed Iscrizione al Viaggio

- 5 Notti in Albergo con Camera Doppia o Matrimoniale con Colazione nelle città di Punta Arenas, Puerto Natales e P.to Williams

- 7 Notti in Tenda di Montagna Doppia con Colazione, Cena e Pranzo durante il Trekking

- il volo nazionale interno Punta Arenas - P.to Williams A/R 

- i Trasferimenti interni con Furgoncino Privato/Mezzi di Linea come da Programma

- i Trasferimenti da e per Aeroporto/Albergo a Punta Arenas e Puerto Williams

- Biglietti di ingresso ai Parchi Nazionali

- Assicurazione medico-bagagli. Riceverete una specifica sulla assicurazione in seguito all'iscrizione

- I.V.A.


Non Comprende:

- Il viaggio per raggiungere il punto di ritrovo (Punta Arenas) ed il viaggio di ritorno

- pranzi e cene durante il viaggio, esclusi quelli indicati nel programma (costo medio 10-15€)

- Le bevande e gli extra a durante le cene

- Tutto quanto non espressamente indicato in “cosa è compreso nel
prezzo”

- Assicurazione per la rinuncia al viaggio. Può essere stipulata al momento dell’iscrizione.

COPERTURA TECNICA

NATURAVIAGGI s.r.l.

Via Filippo Corridi 17/19

57128 – LIVORNO

P.I. 01913420491

*SUPPLEMENTO QUOTA PICCOLI GRUPPI

4-5 PERSONE

6-7 PERSONE

---€

---€

 

LA GUIDA

MARCO ROSSO

Laureatosi in Ingegneria Meccanica all'Università di Padova e dopo aver passato alcuni anni nel mondo dell'industria a cavallo tra officina meccanica e ufficio tecnico ha poco a poco sviluppato un maggiore interesse per le meraviglie della Natura e del nostro pianeta Terra, preferendole alle opere ingegneristiche dell'essere umano. Così ha finalmente deciso di mettere da parte qualche spicciolo per poi prendere lo zaino e vagabondare per l'America Latina durante un paio d'anni. Dalle rovine archeologiche del Messico, alle lussureggianti foreste tropicali dell'America Centrale, seguendo i sentieri millenari degli Incas lungo la leggendaria catena delle Ande fino a raggiungere gli spazzi indomabili ed infiniti della Patagonia; l'avventura zaino in spalla gli ha permesso di conoscere e sperimentare le realtà del mondo del turismo sudamericano, e l'esperienza stagionale all'interno del parco nazionale Torres del Paine, nella Patagonia cilena, lo ha definitivamente convinto a rimanere.

Da cinque anni fiordi, laghi, cascate, ghiacciai, picchi innevati e natura incontaminata rappresentano il suo parco divertimenti e fanno da scenario al lavoro quotidiano di guida e accompagnatore turistico che svolge per varie agenzie ed hotel della regione.

I MIEI VIAGGI 2020: Circuito O - Torres del Paine, I Sentieri più Australi del Mondo, Trekking in Perù - Circuito Ausangate, Overland Deserto di Atacama, Overland Patagonia

TREKKILANDIA

VIAGGIATORI PER PASSIONE, GUIDE PER PROFESSIONE, ALLEGRI PER NATURA.

Trekkilandia è una rete di 9 guide indipendenti che organizzano Tour Naturalistici, Viaggi a Piedi e Viaggi Trekking in Italia e nel Mondo

TUTTI I NOSTRI VIAGGI SONO REGOLARMENTE COPERTI DA AGENZIA VIAGGI/TOUR OPERATOR DA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

NATURATOUR T.O. di FRANCESCA ULUHOGIAN
Numero REA: PI - 197416
Licenza n. 11901 del 19/09/2018
Indirizzo Sede: Via Cristoforo Colombo, 6 - 56010 - Vicopisano - PI
Indirizzo PEC: francesca.uluhogian@pec.it
e-mail: info@naturatour.it
P.iva: 02213790344

PER INFORMAZIONI

trekkilandia@gmail.com