TREKKING IN SARDEGNa

iglesiente e cammino di santa barbara

Le migliori escursioni del Sud Ovest della Sardegna e del Cammino di Santa Barbara in un unico Trekking avventuroso e avvincente tra costa ed entroterra.

8 posti disponibili

 

7 giorni - 25/10 - 31/10

con Carla Pau

Dalle coste selvagge dell'Iglesiente ai monti piu' alti del Sud Sardegna: viaggio trekking nel Sud Ovest della Sardegna, il meglio del Cammino Minerario di Santa Barbara, il Cammino piu' bello d'Italia

3406933470

Scrivici 

TREKKING OVEST SARDEGNA IN BREVE

Tipologia: itinerante 

Durata: 7 gg/6 notti

Trasporto bagagli: SI

Tipo di zaino: Giornaliero

Volo dall'italia incluso: No

Difficoltà del cammino: Medio 

Giorni di cammino: 5

Ore di cammino al giorno: 5 - 6

Motivo della difficoltà: fondi disconnessi a tratti sdrucciolevoli o scivolosi (sabbia, roccia, scogli, terra), brevi ma ripide discese e salite in forte pendenza, esposizione solare prolungata.

Adatto come prima esperienza di cammino: consultate la Guida per approfondire (è richiesto un minimo di allenamento e abitudine a percorsi medio lunghi su fondi sconnessi e con pendenze medio impegnative)

Tipologia di struttura: residence, agriturismi, locanda/ostello

Tipo di alloggio: camera doppia/tripla con letti singoli e/o matrimoniali 

Bagni: in camera o in comune per il nostro gruppo

Pasti: colazioni in struttura, cene in struttura o ristorante, pranzi al sacco

Possibilità di singola: si

 

QUESTO VIAGGIO NEL SUO INSIEME E':

Viaggio di media difficoltà tecnica, si viaggia con zaino giornaliero, si dorme in strutture comode, si cena in ristorante o agriturismo

Due Ditoni.png

2 DITONI

 

IL PROGRAMMA

1° GIORNO - DAL GOLFO DI CAGLIARI ALL'IGLESIENTE

 

km12, dislivello 400m, ore di cammino 5 circa, difficoltà media

Ci incontriamo subito dopo pranzo in Piazza Matteotti a Cagliari, appena fuori dalla Stazione dei Treni e accanto al Porto Turistico di Cagliari. Inizia subito il nostro viaggio verso Ovest: con il nostro mezzo privato attraverseremo il Medio Campidano dalle dorate campagne di Cagliari fino alle rosse terre di Iglesias. Faremo tappa a Domusnovas, per affacciarci alle Grotte di San Giovanni.  La nostra destinazione è Nebida, piccolo centro arroccato sul mare: qui mi piace cominciare il nostro viaggio, con un brindisi davanti al mare, per farvi cominciare a sognare il meraviglioso percorso che andremo a percorrere nei giorni seguenti. Oggi dormiamo a Nebida.

2° GIORNO - LA COSTA DEI 5 FARAGLIONI: DA NEBIDA A MASUA

 

km10, dislivello 400m, ore di cammino 5 circa, difficoltà media

Dalla Laveria La Marmora di Nebida Il nostro percorso intercetta il Cammino Minerario di Santa Barbara all’altezza dell’abitato di Nebida e coincide con questo fino a Masua. È già noto con il nome dei 5 Faraglioni: Il Morto, i 3 Scogli de L’Agusteri presso Nebida e infine il Pan di Zucchero presso Masua. Il nostro percorso da Nebida a Masua si fa piu’ intenso di sali e scendi per antichi Porti Minerari e panorami mozzafiato fino a raggiungere Porto Cauli e Masua. Al termine dell’escursione possibilità di visitare la Galleria di Porto Flavia (circa 600 metri), eccezionale testimonianza di Porto Sospeso sul mare, scavato interamente nella Roccia e affacciato sul Pan di Zucchero, lo scoglio piu’ grande del Mediterraneo con i suoi 133 metri s.l.m. Il percorso presenta qualche breve tratto impegnativo per fondo di calpestio e pendenza ma non occorrono attrezzature tecniche. Oggi dormiamo in un Agriturismo presso Cala Domestica.

3° GIORNO - LA COSTA OVEST DA MASUA A CALA DOMESTICA 

km 13, dislivello 600m, ore di cammino 6, difficoltà media

Ci svegliamo con la bianca luce mattutina dell’Ovest, siamo vicini al mare e i venti hanno soffiato tutta la notte tra i Faraglioni e le strette gole della scogliera. Oggi cammineremo lungo uno dei percorsi escursionistici piu’ belli di sempre, solcheremo antiche vie aperte dai minatori tra miniere, pozzi, gallerie e porti, mulattiere e passi di caprette che probabilmente incontreremo lungo il percorso, sull’alta scogliera che sovrasta il Pan di Zucchero per poi scendere fino al Canal Grande di Nebida e infine Cala Domestica. Un paesaggio assurdo, un’esplosione  di colori: il turchese del mare, il grigio scuro delle rocce vulcaniche; il rosso e il porpora, il bianco puro, il nero e il verde, tutte le tonalità di verde. Ad ogni passo un nuovo scorcio ci sorprenderà, come gli archi dei ginepri piegati dal vento, gli ombrosi boschetti pietrosi solcati da rigagnoli nel profondo delle gole sovrastate da soleggiate scogliere ricoperte di euforbia e lentisco. Arrivare a Cala Domestica, con le sue dune dorate e i ruderi della Stazione Ferroviaria, vi sembrerà un sogno. Questa escursione è un’esperienza indimenticabile. Oggi dormiamo nel territorio di Fluminimaggiore. 

4° GIORNO - GROTTA SU MANNAU E TEMPIO DI ANTAS (TEMPIO DEL SARDUS PATER)

 

8 km – 5 ore di cammino compresa 1 h di visita in grotta – dislivello complessivo 400 circa – difficoltà media.

Ci troviamo nell'entroterra dell'Iglesiente, nel territorio comunale di Flumini Maggiore. A piedi arriviamo all'ingresso della bellissima Grotta Su Mannau, una cavità carsica che ha origine 540 milioni di anni fa e ancora oggi in evoluzione; si addentra per circa 8 km nel cuore della terra. Noi ci faremo guidare in un percorso molto bello e interessante, sia dal punto di vista archeologico ( è presente un tempio ipogeo di epoca nuragica dedicato alla Dea Madre) che speleologico e naturalistico (stalattiti, stalagmiti, laghetti, fossili). La visita dura circa 1 ora, chi preferisce può aspettare all'esterno per proseguire insieme al gruppo l'escursione a piedi fino al Tempio di Antas, lungo un tracciato di epoca romana. Il sito era già sacro e famoso in epoca nuragica, quando era presente anche un insediamento. Il tempio era dedicato al dio punico, guerriero e cacciatore, Sid Addir e successivamente, in epoca romana, al corrispettivo sardo Sardus Pater Babai. Nel primo pomeriggio ci  trasferiamo a Montevecchio nel nostro agriturismo immerso nel verde, poco distante del centro del villaggio minerario.

5° GIORNO - DAI BOSCHI DI MONTEVECCHIO ALLE DUNE DI PISCINAS 

 

Km 15 km – 6 ore di cammino – dislivello complessivo 600 circa – difficoltà media con brevi tratti esposti e passaggi più impegnativi che necessitano l’uso delle mani senza l’ausilio di attrezzatura.

 

Montevecchio è uno dei piu’ importanti e ben conservati centri minerari sardi, alle pendici dell'antico vulcano Arcuentu - (Arco di vento, 785 m s.l.m) - è il monte che protegge e sovrasta con le sue guglie e lame fatte di tufo e basalti le verdi colline di Arbus, odorose di mirto fino al mare e i prati pascoli circondati da boschi di lecci e corbezzoli.

Dal verde dei boschi e dai campi di Arbus scendiamo fino alle dorate dune di Piscinas lungo un altro itinerario che fa parte del Cammino Minerario di Santa Barbara. In epoca mineraria erano tante le vie e sentieri tra Montevecchio, Ingurtosu e Naracauli, che resiste in silenzio, piu’ forte del vento che soffia tra le finestre, cornici sulla natura che non lo vuole o non può ancora ingoiare e cancellare alla nostra vista. Non ci sono i tetti nella case e nei palazzi, la Chiesa e l’Ospedale, i cantieri, i pozzi, gli impianti, i canali…sempre li, nel silenzio delle montagna, dove i cervi bramiscono e a volte esplorano fino al Mare. Scendiamo e ci immergiamo sempre di piu’ finche'  la sabbia non è sotto i nostri piedi: 7 km di spiaggia dorata, le dune tra le piu’ alte d’Europa…un deserto bagnato dal mare. Sto! Si, stiamo per un po'…c’è tanto spazio per perderci un pochino tutti tra i nostri pensieri. Torniamo nelle verdi colline di Arbus per rilassarci nello splendido contesto dell'Azienda Agrituristica Sa Perda Marcada. 

6° GIORNO -  IL SENTIERO DELL'ACQUA TRA LE VETTE DEL SUD SARDEGNA

Km 16, 6 ore circa, dislivello complessivo circa 750 (1050 m s.l.m), difficoltà media, senza difficoltà tecniche.

Oggi ci aspetta un incredibile cammino attraverso le  montagne del Linas, le montagne piu' alte del Sud Sardegna, ricoperte di boschi, carbonaie, torrenti, cascate, prati pascoli. L'escursione terminerà ai piedi di una delle piu’ belle e amate cascate della Sardegna, nel territorio di Villacidro, Sa Spendula. Luoghi che pullulano di vita, storie umane e racconti. Ci incamminiamo da Perd'e Pibera (Gonnosfanadiga) subito in salita per poi scendere in territorio di Villacidro dopo aver raggiunto la cima di Punta Su Miali (1052 M m.sl.m). E' una deviazione sul percorso del Cammino di Santa Barbara troppo bello da evitare. Con calma raggiungiamo la Cascata di Sa Spendula. Vi racconterò di Parte d'Ispi, di Norbio, della Fluminera, siamo nel cuore del Parco Letterario di Giuseppe Dessì. Oggi dormiamo a Cagliari in Ostello e ceneremo in un ristorante nel quartiere de La Marina.

7° GIORNO -  PARTENZE

 

Ci svegliamo nel cuore del centro storico di Cagliari e autonomamente raggiungiamo la Stazione da dove abbiamo iniziato il nostro viaggio.

Chi ha l' aereo nel tardo pomeriggio può concedersi una passeggiata nel centro storico di Cagliari attraverso i quartieri storici di Stampace, Marina e Villanova, fino a Castello. Il Museo Archeologico di Cagliari è davvero molto interessante e potrete ammirare le Statue dei Giganti di Monti Prama esposte magnificamente. Se volete assaggiare la cucina tipica cagliaritana vi consiglio un buon pranzo in uno dei ristorantini de La Marina. In alternativa potete scegliere una passeggiata lungo Su Siccu fino alla Chiesa di Bonaria, o addirittura raggiungere con i mezzi pubblici la Sella del Diavolo e Capo Sant'Elia per una breve escursione fuori porta con finale in Spiaggia.

SULCIS IGLESIENTE E GUSPINESE - ARBURESE:  IL SELVAGGIO SUD OVEST DELLA SARDEGNA

 

Questa grande avventura del Sud Ovest della Sardegna fino al suo cuore pulsante: il Sulcis Iglesiente, il Guspinese - Arburese tra montagna e Costa Verde.

Lo scopriremo percorrendo un lungo tratto della sua costa, in un continuo sali e scendi tra colline e immense spiagge sabbiose, calette e alta costa aspra e selvaggia, come le sue impervie e a volte impenetrabili foreste dell'entroterra.

La costa selvaggia dell'Igliesiente, punteggiata da isolotti e faraglioni, come il Pan di Zucchero (il piu' grande scoglio del Mediterraneo)…fino alle infinite spiagge e deserti di sabbia della Costa Verde (Dune di Piscinas, Patrimonio dell'Unesco).

Sullo sfondo il Monte Arcuentu, la montagna antica e sacra del Sud Ovest immersa nella sua valle incantata.

Trascorreremo un'intera giornata esplorando il Fluminese, facendoci guidare tra i sentieri sotterranei della Grotta Su Mannau e passeggiando nella verde e luminosa Valle di Antas, adagiata ai piedi di Punta Conca S'Omu e dominata dal Tempio punico - romano e un insediamento nuragico.

Le testimonianze di archeologia industriale e i resti dei villaggi minerari segnano profondamente e suggestivamente il paesaggio del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna: Montevecchio, La Laveria La Marmora, Porto Flavia, Ingurtosu, Naracauli, rimarranno indelebili nella nostra memoria. Per quanto l’industria mineraria sia stata molto invasiva e abbia profondamente lasciato il segno e plasmato quest’area geografica, la bellezza sconvolgente della natura che nel tempo resiste e si riappropria con forza dell’ambiente, le testimonianze antropiche come i villaggi nati e fondati da lavoratori, vi cattureranno e sconvolgeranno.

Un’intera giornata è dedicata all’area montuosa e forestale del Monte Linas, tra i paesi di Gonnosfanadiga e Villacidro: una deviazione al percorso un percorso ufficiale del Cammino Minerario di Santa Barbara ci permette di scollinare tra i prati pascoli panoramici circondati dalle montagne piu' alte del sud Sardegna, ricche di bellezza e storia. Termineremo la giornata a Sa Spendula, una delle piu’ belle e amate cascate dell'isola.

IL SUD OVEST DELLA SARDEGNA: PARADISO DEL TREKKING E DEI CAMMINI

Non è semplice riunire in un viaggio tutto ciò che c'è di bello in questa vasta area della Sardegna, ma ho scelto per voi 2 itinerari lungo la costa ovest: cammineremo dal villaggio minerario di Nebida a Masua e poi da Masua a Cala Domestica. Al termine della prima tappa visiteremo Porto Flavia, sospeso sulla falesia rocciosa con affaccio panoramico sul Pan Dizucchero, il piu' grande e monumentale dei 5 faraglioni che impreziosiscono la selvaggia costa dell' iglesiente.

Nell'area Arburese - Guspinese il percorso (ad uso di minatori, pastori e boscaioli) che conduce dal boscoso entroterra di Montevecchio (uno dei piu' importanti centri minerari del sud) alle altissime dune della Spiaggia di Piscinas passando per i villaggi abbandonati (o quasi) di Ingurtosu e Naracaoli.

Per quanto la costa sia davvero mozzafiato ho scelto anche 2 tappe nell'entroterra, significative per capire sia l'ambiente che la storia locale: una giornata la dedicheremo a un percorso che ci permetterà di visitare le Grotte Su Mannau e il Tempio Punico di Antas, infine esploremo il complesso montuoso del Monte Linas tra i paesi di Gonnosfanadiga e Villacidro, tra prati pascoli, torrenti e cascatelle.

In questo modo potremo avvicinarci, in cammino, all'essenza di questi luoghi, dove i paesi, le emergenze architettoniche e l'archeologia industriale appartenenti alla trascorsa era delle miniere hanno inciso profondamente sia il paesaggio che la cultura locale.

 

IN CAMMINO SUI SENTIERI DEI MINATORI: IL CAMMINO DI SANTA BARBARA

Camminare nel sud ovest della Sardegna è emozionante e a dir poco entusiasmante!

Molti dei percorsi che percorreremo sono stati ricavati dai minatori sardi che avevano necessità di raggiungere dalle case le postazioni minerarie nell'entroterra e lungo costa, oppure di spostarsi da una postazione all'altra durante il giorno. 

Altri percorsi sono invece parte della rete viaria della società agro pastorale sarda, legata alla transumanza, allo sfruttamento delle risorse naturali come l'acqua e il legname.

Quasi tutti fanno parte integrante, intersecano o incontrano il Cammino Minerario di Santa Barbara, il Cammino più' bello d'Italia.

In alcuni casi ho studiato delle deviazioni che arricchiscono il percorso di bellissimi panoramici.

Non ci sono difficoltà tecniche sui percorsi, ma è un viaggio a piedi consigliato per chi ha alla spalle precedenti esperienze escursionistiche su diversi tipi di ambienti e fondi di calpestio e una certa abitudine a camminare, mentre lo sconsiglio a chi soffre in maniera acuta di vertigini o prova disagio a percorrere stretti sentieri panoramici. In ogni caso consultatemi, raccontatemi la vostra esperienza e capiremo insieme se questo è un viaggio adatto a voi. Cammineremo con zaino giornaliero (trasporto bagagli) su percorsi tra i 10 e i 16 km circa, con pendenze complessive che vanno dai 200 ai 600 metri di dislivello (con brevi ma ripide salite e discese). Particolare e leggermente piu' impegnativa (ma anche molto divertente!) è l'avanzata sulle dune sabbiose, sul morbido arenile o nell'intricata macchia mediterranea.

In questo viaggio alla scoperta dell’Ovest avremo a disposizione un mezzo privato per il trasferimento da e per Cagliari all'inizio e alla fine del viaggio e brevi transfer con mezzo privato per avvicinarci ai percorsi e spostarci da un'area all’altra: la maggior parte delle strade sono tutte incredibilmente panoramiche, anche se spesso strette e non retilinee. 

 
 

MANGIARE DORMIRE 

POSADAS:  ALBERGHI E RIFUGI LUNGO IL CAMMINO DI SANTA BARBARA

In sardo Posada significa Albergo: sono originariamente gli alloggi lungo le tappe dei pellegrinaggi religiosi e oggi vengono chiamati così anche gli alloggi lungo le tappe del Cammino di Santa Barbara: si tratta nel caso piu' semplice di masones, rifugi di pastori o forestali dove il viandante può trovare riparo asciutto, oppure ostelli, fattorie, in cui si può trovare un letto caldo e buon cibo tradizionale per rifocillarsi. 

Vi farò conoscere uno di questi alberghi di campagna, un'azienda agrituristica immersa nelle verdi colline di Arbus non lontano dalle dorate dune di Piscinas, nella località Sa Perda Marcada.

Ho cercato di dare la precedenza, dove la logistica me lo ha permesso, ad Agriturismi e Aziende a conduzione locale e per lo piu' familiare, dove avremo a disposizione colazioni, cene e pranzi al sacco preparati con prodotti locali e anche autoprodotti.

In alcuni casi ci riforniremo dei nostri pranzi al sacco presso piccole botteghe e mini market.

Le camere sono sempre doppie (matrimoniali e letti singoli) o triple. Se avete delle esigenze particolari, legati a motivi di salute per esempio, si può richiedere alla struttura la stanza singola, ma dipenderà sempre dalla disponibilità delle strutture e comporterà in ogni caso un vostro contributo extra da pagare in loco personalmente.

 

LA QUOTA COMPRENDE

COSTO 950 EURO A PERSONA

Comprende:

- Servizio di Guida Escursionistica e Turistica

- Servizio di Guida Escursionistica e Turistica

- Servizio di Segreteria ed iscrizione al viaggi

- Tutti i pernottamenti (per pernotto si intende stanza doppia condivisa, è escluso il supplemento doppia uso singola)

- 5 cene in struttura.

- 6 colazioni.

- Trasporto privato

- Trasporto bagagli

- Assicurazione medico-bagagli. Riceverete una specifica sulla assicurazione in seguito alla iscrizione I.V.A.

Non Comprende:

- Il volo da e per Cagliari, trasporto trenino dall'aeroporto di Elmas a Cagliari Stazione e bus in città

-il supplemento uso singola della stanza doppia (pagamento in loco).

- Cena  dell'ultima sera a Cagliari.

- Colazioni al bar.

- tutti i pranzi al sacco anche quelli forniti dagli agriturismi).

- Gli extra durante le cene 

- Pranzi non compresi nel programma.

- Ticket ingresso Parchi, Musei, Miniere (Porto Flavia facoltativo, Grotta Su Mannau facoltativo, Tempio di Antas lungo il percorso)

- Mezzi pubblici e privati non compresi nel programma e non indicati alla voce "Comprende".

- Tutto quanto non espressamente indicato in “Comprende"

- Assicurazione per annullamento viaggio. Può essere stipulata al momento dell’iscrizione.

-Estensione copertura assicurativa per Pandemie (compreso Covid 19)

COPERTURA TECNICA

MAL D'AVVENTURA di Giuseppe Gaimari


MAL D'AVVENTURA è l’agenzia di Viaggio di Giuseppe Gaimari, specializzata in Viaggi Avventura e Trekking. Darà la copertura tecnica e si occuperà quindi della parte amministrativa del
viaggio.


Scali delle Ancore,9 – 57123 Livorno
P. I.01912530498
Aut. Prov.Licenza 1227

 

LA GUIDA

CARLA PAU

Faccio il lavoro di Guida Ambientale Escursionistica dal 2012 e quello di Guida Turistica dal 2018.

E' il lavoro che fa per me...perche' sono una di quelle persone che ha bisogno di una piccola tana calda piena di libri, luci soffuse, un po' di musica e buon vino per ricaricarsi...ma poi quando sta troppo ferma sente il bisogno di andare, di lasciare andare

Da bambina un giorno volevo fare la scrittrice, il giorno dopo l'avvocato, un altro giorno la giornalista. Da grande mi sarebbe piaciuto fare l'illustratrice, ma mentre mi occupavo dell'orto ho intrapreso la strada per diventare Guida. .

Sono una persona abbastanza empatica e istintiva, visionaria, romantica.

Sono tornata a vivere in Sardegna dopo 11 anni di Toscana, e questo mi rende enormemente felice, anche se la Toscana sarà sempre per me casa...ma questo è molto personale e ve lo racconterò una sera, in viaggio.

LINK UTILI

Sito ufficiale Turismo in Sardegna: https://www.sardegnaturismo.it

TREKKILANDIA

VIAGGIATORI PER PASSIONE, GUIDE PER PROFESSIONE, ALLEGRI PER NATURA.

Trekkilandia è una rete di 9 guide indipendenti che organizzano Tour Naturalistici, Viaggi a Piedi e Viaggi Trekking in Italia e nel Mondo

TUTTI I NOSTRI VIAGGI SONO REGOLARMENTE COPERTI DA AGENZIA VIAGGI/TOUR OPERATOR DA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

NATURATOUR T.O. di FRANCESCA ULUHOGIAN
Numero REA: PI - 197416
Licenza n. 11901 del 19/09/2018
Indirizzo Sede: Via Cristoforo Colombo, 6 - 56010 - Vicopisano - PI
Indirizzo PEC: francesca.uluhogian@pec.it
e-mail: info@naturatour.it
P.iva: 02213790344

PER INFORMAZIONI

trekkilandia@gmail.com