Il glorioso rimpatrio dei valdesi

alla scoperta delle valli Chisone, Germanasca e Pellice

8 giorni - 1/08 - 8/08

In Val Pellice si è svolta la particolare vicenda del popolo Valdese. La presenza dei Valdesi ha determinato in modo fondamentale la storia e l'identità della valle facendone luogo di battaglie ideali per la libertà di coscienza e conferendole quel carattere pluri confessionale che la rende unica in Italia. Una storia da scoprire: nel 1686 il duca di Savoia Vittorio Am edeo II, alleato del Re Sole emanò l'editto che vietava il culto valdese nei suoi territori. Dopo l'eccidio che si scatenò, molti sopravvissuti, non accettando di conformarsi alla religione cattolica, ripararono in Svizzera.
Nell'agosto 1689, avvenne il Glorioso Rimpatrio: il pastore Arnaud condusse un piccolo esercito di 972 uomini dal lago di Ginevra verso le valli valdesi attraversando la Savoia per 200 chilometri e scavalcando passi oltre i 2.500 m etri d'altezza. I Valdesi arrivarono in Val Pellice, a Bobbio, e nella vicina Sibaoud pronunciarono un solenne giuramento. Ogni sera la Guida vi leggera il racconto della giornata corrispondente alla tappa, dal libro del pastore e condottiero Henry Arnaud.

328 4948656

Scrivici 

 

IL VIAGGIO SUL TREKKING DELLE VALLI VALDESI IN BREVE:

Tipologia: Itinerante

Durata: 8gg/7notti

Trasporto bagagli: No 

Tipo di zaino:  più leggero possibile

Partecipazione cani: no

Difficoltà del cammino: Medio/difficile

Giorni di cammino: 7

Ore di cammino al giorno: 6-8

Motivo della difficoltà: dislivelli importanti

Adatto come prima esperienza di cammino: No

Tipologia di struttura: Rifugi, agriturismo, albergo 

Tipo di alloggio: camere multiple con letti a castello serve saccolenzuolo

Bagni: in comune

Pasti: Cene e colazioni in mezza pensione  pranzi al sacco.

Possibilità di singola: No

 

QUESTO VIAGGIO NEL SUO INSIEME E':

3 Ditoni.png

3 DITONI

IL PROGRAMMA

1° GIORNO - Salbertrand, 1032m  Montagne Seu, 1771m - 2h 45 [+739]

Lasciato Salbertrand, luogo di un'importante battaglia del Glorioso Rimpatrio, saliamo nel Parco del Gran Bosco fino all'alpeggio (Montagne) Seu. Cena e notte in rifugio del tutto autonomo dal punto di vista energetico (con pannelli solari, risparmio energetico).

 

2° GIORNO - Montagne Seu - Usseaux 1416m - 6h [+800, -1200]
Traversata in quota nei Parchi del Gran Bosco e dell'Orsiera-Rocciavrè (frequente l'incontro con l'aquila) fino alla Testa dell'Assietta, 2566m e con arrivo in Val Chisone a Usseaux, ben conservato esempio di architettura rurale. Cena e notte presso un agriturismo ospitale. Nella cena i prodotti
del loro orto.


3° GIORNO - Usseaux - Balziglia 1370m - 7h30 [+1500, -1350]
La lunga risalita della bellissima conca dell'Albergian, fino ai 2713m del Colle, ci premia con panorami sempre più vasti e l'incontro con i camosci, m olto provabile. Cena autogestita e notte al posto tappa del Museo della Balziglia dedicato al Glorioso Rimpatrio. Siamo ora in Val  Germanasca.


4° GIORNO - Balziglia - Didiero 1245m - 3h [+ 300, - 300]
Tappa riposante dedicata all?incontro con esponenti della cultura Valdese come il Pastore di Massello. Pranzo nell'ottimo ristorante di una foresteria. Cena tipica e notte in agriturismo.


5° GIORNO - Didiero - Ghigo di Prali 1440m - 3h30 [+500, -500]
Breve traversata nella vallata successiva con visita all'interessante Miniera di Talco: scendiamo nel cuore della terra con i carrelli untem po utilizzati per il trasporto del minerale. Nel pomeriggio raggiungiamo Ghigo di Prali con possibilità di fare il bagno in qualche pozza del torrente. Il posto
tappa è presso un piccolo albergo.


6° GIORNO - Ghigo di Prali - Rifugio Lago Verde 2583m - 3h30h [+1150]
Il rifugio è circondato da vette che sfiorano i 3000m al confine con la regione francese del Queyras. Per chi ha ancora energie possiamo salire fino ad un bivacco, visitato dagli stambecchi, con vista sul Monviso. Il rifugio è ottimamente gestito da una coppia di giovani che preparano cene abbondanti e squisite.


7° GIORNO - Rif. Lago Verde - Villanova 1225m - Bobbio Pellice - 7h [+450, -1600]
Lunga traversata in quota con ampi panorami sulle Valli Germanasca e Pellice passando per il Colletto della Gran Guglia 2790m. Da Villanova a Bobbio in pulmino. Cena e notte nei locali della ex Scuola rurale. Cena con prodotti dell'agriturismo.


8° GIORNO - Bobbio Pellice - Torre Pellice
Con il bus di linea raggiungiamo Torre Pellice per una visita guidata al Museo Valdese, al Tempio e all'Aula del Sinodo e  la libreria Claudiana.

Trekking del Glorioso Rimpatrio: LA REGIONE

Con il termine valli valdesi (Vallées vaudoises in francese, Valadas valdesas in occitano) si intendono tre valli dell'Italia nord-occidentale nelle quali è particolarmente presente la Chiesa evangelica valdese.

Le tre valli, tutte situate nella città metropolitana di Torino, sono: la Val Pellice, la Val Chisone e la Valle Germanasca. Il centro culturale e storico più importante delle valli è Torre Pellice.

IL VIAGGIO nelle Valli valdesi

In Val Pellice si è svolta la particolare vicenda del
popolo Valdese.
La presenza dei Valdesi ha
determinato in modo fondamentale la storia e
l'identità della valle facendone luogo di battaglie
ideali per la libertà di coscienza e conferendole
quel carattere pluriconfessionale che la rende
unica in Italia. Una storia da scoprire: nel 1686 il
duca di Savoia Vittorio Amedeo II, alleato del Re
Sole emanò l'editto che vietava il culto valdese nei
suoi territori. Dopo l'eccidio che si scatenò, molti
sopravvissuti, non accettando di conformarsi alla
religione cattolica, ripararono in Svizzera.
Nell'agosto 1689, avvenne il Glorioso Rimpatrio: il
pastore Arnaud condusse un piccolo esercito di
972 uomini dal lago di Ginevra verso le valli valdesi
attraversando la Savoia per 200 chilometri e
scavalcando passi oltre i 2.500 metri d'altezza. I
Valdesi arrivarono in Val Pellice, a Bobbio, e nella
vicina Sibaoud pronunciarono un solenne
giuramento. Ogni sera la Guida vi leggera il
racconto della giornata corrispondente alla tappa,
dal libro del pastore e condottiero Henry Arnaud.
Itinerante storico-culturale, forte contatto con
la popolazione locale.
PUNTI FORTI:
Si cammina su sentieri ricchi di storia; alla
scoperta di un popolo che ha difeso la sua
diversità per secoli; i solitari e splendidi valloni
e i colli delle Alpi Cozie; il libro con il racconto
del Glorioso Rimpatrio scritto dal loro
condottiero Henry Arnaud.

TREKKING VALLI VALDESI: IL CAMMINO

Si si cammina su strade forestali, mulattiere e sentieri anche con qualche tratto ripido sia in salita che in discesa ma senza particolari difficoltà tecniche.

 
 
 

MANGIARE DORMIRE

Pernottamenti in Rifugi, Agriturismi e Albergo
sempre in camere multiple con qualche volta i letti a castello e bagni in comune. Occorre il sacco
lenzuolo e non il sacco a pelo dato che in tutte le
strutture ci sono le coperte. Cene con la formula della mezza pensione
abbondanti e molto buone Le colazioni anche
esse in struttura. I pranzi al sacco con panini
acquistati nelle strutture o in negozi di
alimentari.
SAPORI TIPICI
La cucina occitana con i Ravioles, le acciughe
e la cucina piemontese con gli antipasti e mille
altre cose. Burro e formaggio di alpeggio.
Nebiolo, Dolcetto e Barbera.

 

LA QUOTA COMPRENDE

€ 695 a persona
 

Comprende: Organizzazione del viaggio, guida, assicurazione, la mezza pensione in tutte le strutture ricettive, il treno da Torino a Salbertrand e il bus che ci porta a Torre Pellice l'ultimo giorno. La visita guidta alle Miniere di Talco; la visita guidata al Museo Valdese, Aula del Sinodo e Tempio Valdese. IVA.

LA QUOTA NON COMPRENDE: II viaggio per raggiungere il punto di ritrovo e il ritorno, i pranzi al sacco, le bevande e gli extra durante le cene.

DIREZIONE TECNICA

MAL D'AVVENTURA di Giuseppe Gaimari
Scali delle Ancore,9  

57123 Livorno
P. I.01912530498
Aut. Prov.Licenza 1227
 

 

Maurizio Barbagallo

Dal 2005 organizzo e accompagno viaggi a piedi nella natura. Ho lavorato con associazioni e tour operator leader nel settore. Ogni anno cerco di migliorare i percorsi e l’ospitalità. Le “mie zone” vanno dal Piemonte dove sono nato, alla Toscana dove vivo, alla Corsica alle Dolomiti e molte altre. Sono felice di aver dato il mio contributo alla crescita delle piccole economie locali delle strutture ricettive che ci accolgono. Ho imparato tanto dalle persone che ho accompagnato nei viaggi. Ogni gruppo è diverso e mi appassionano le dinamiche che accadono durante un trekking.

TREKKILANDIA

VIAGGIATORI PER PASSIONE, GUIDE PER PROFESSIONE, ALLEGRI PER NATURA.

Trekkilandia è una rete di 9 guide indipendenti che organizzano Tour Naturalistici, Viaggi a Piedi e Viaggi Trekking in Italia e nel Mondo

TUTTI I NOSTRI VIAGGI SONO REGOLARMENTE COPERTI DA AGENZIA VIAGGI/TOUR OPERATOR DA

MALD'AVVENTURA di GIUSEPPE GAIMARI 

Licenza 1227
P.I.V.A 01912530498
Rc Professionale Allianz
Polizza n: 500598394

NATURATOUR T.O. di FRANCESCA ULUHOGIAN
Numero REA: PI - 197416
Licenza n. 11901 del 19/09/2018
Indirizzo Sede: Via Cristoforo Colombo, 6 - 56010 - Vicopisano - PI
Indirizzo PEC: francesca.uluhogian@pec.it
e-mail: info@naturatour.it
P.iva: 02213790344

PER INFORMAZIONI

trekkilandia@gmail.com