10 POSTI DISPONIBILI
PREZZO
€750 per persona
DATE
7gg - Dal 20/07 -2024 al 26/07 - 2024
DESTINAZIONE
Piemonte
POSTI RIMASTI
10 posti disp
Guida
Diletta

Dal 20/07 al 26/07 - 2024

TRAIL TO FREEDOM

In cammino verso la libertà

Sette giorni di cammino attraverso le Alpi nel nord del Piemonte, quasi sempre in vista del Monte Rosa. Cammini caratterizzati da paesaggi di montagna da lasciare senza fiato. Pasti con prodotti locali, incantevoli paesi alpini, alberi monumentali accompagneranno gli escursionisti in un viaggio nella storia. Questo cammino ripercorre la via seguita da quattro giovani prigionieri australiani che attraversarono le Alpi per raggiungere la libertà, in Svizzera, durante la seconda guerra mondiale.

  • Il viaggio
  • Il viaggio in breve
  • Programma
  • Galleria
  • La guida
  • Potrebbe interessarti
In questo viaggio siamo sempre circondati da paesaggi naturali meravigliosi e segni della storia lasciati dall'uomo. Durante il cammino, lasciata l'affascinante città di Biella, cammineremo sempre immersi nella natura, incontrando borghi caratteristici, santuari secolari e rifugi di montagna unici. Il paesaggio sempre diverso, mai noioso, dalla collina all'alta montagna, camminando in territori con storie secolari di passaggi e sfruttamento da parte dell'uomo di ogni epoca. Questo cammino ripercorre la via della libertà che percorsero in tanti dopo l'otto settembre del 1943, attraversando le Alpi per raggiungere la libertà, in Svizzera.

Cosa è incluso nel pacchetto

DESTINAZIONE
Piemonte Scopri Piemonte
Luogo di incontro
Biella (BI)
Luogo di fine viaggio
Macugnaga (VB)
Data di inzio viaggio & Orario
Everyday
La quota include
  • 6 Pernottamenti in Hotel/Residence in camere Doppie/Triple
  • Accompagnamento Guida Parco Ufficiale
  • Entrata nei musei come da programma
  • Guida Ambientale Escursionistica
  • I.V.A
  • impianti di risalita, come da programma
  • La mezza pensione in tutti i rifugi
  • Pranzi al sacco
  • Servizio di Guida Escursionistica, Segreteria ed Iscrizione al Viaggio
La quota non include
  • Eventuali tasse di soggiorno
  • Extra durante pranzi, cene e colazioni
  • I trasferimenti con i pulmini
  • Il viaggio per raggiungere il punto di ritrovo e il ritorno
  • La cena dell'ultima sera
  • Pranzo al Sacco il Primo Giorno
  • Pranzo in ristorante ultimo giorno
  • Sacco Lenzuolo o Sacco a Pelo
  • Supplemento camera singola (chiedere quotazione alla guida)
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce La quota include
CONTATTA LA GUIDA

Diletta Zanella

347 7546373
diletta.zanella@gmail.com

    Come ci hai scoperti?*
    Ricerca su googleFacebookPost sponsorizzato su FacebookEvento sponsorizzato su FacebookPassa Parola /consiglio di un amico

    IL VIAGGIO

    TRAIL TO FREEDOM

    In cammino verso la libertà

    Un cammino attraverso le Alpi nel nord del Piemonte caratterizzato da paesaggi di montagna da lasciare senza fiato, quasi sempre in vista del Monte Rosa. Pasti con prodotti locali, incantevoli paesi alpini, alberi monumentali accompagneranno gli escursionisti in un viaggio nella storia della seconda guerra mondiale. Questo cammino ripercorre la via seguita da quattro giovani prigionieri australiani che attraversarono le Alpi per raggiungere la libertà, in Svizzera, durante la seconda guerra mondiale. Questo tour è stato studiato e progettato da Simon Tancred di Hidden Italy, tour operator specializzato nell’accompagnare turisti da tutto il mondo a scoprire i lati nascosti e affascinanti della nostra Italia. Nel progetto sono coinvolte le guide locali esperte del territorio. Ora saranno loro ad accompagnare questo tour.

    colonna di roccia con bandierine al vento che segna il passaggio al colle della Mologna Grande
    LA REGIONE

    Piemonte

    Il Piemonte e le sue Alpi Pennine

    Qui la natura si manifesta in tutta la sua varietà, tra ampie macchie boschive, vette e mulattiere, sentieri e pianori, rifugi e alpeggi in quota, valli punteggiate di borghi rurali sulle antiche vie di transito di viandanti e pellegrini, mercanti e contrabbandieri.

    una frazione di montagna con le tipiche case Walser in pietra e legno e sullo sfondo le cime delle montagne innevate
    IL CAMMINO

    A PIEDI LUNGO LA VIA CHE CONDUCEVA VERSO LA LIBERTA': LA SVIZZERA NEUTRALE

    In questo viaggio siamo sempre circondati da paesaggi naturali meravigliosi e segni della storia lasciati dall’uomo. Durante il cammino, lasciata l’affascinante città di Biella, cammineremo sempre immersi nella natura, incontrando borghi caratteristici, santuari secolari e rifugi di montagna unici.

    Il paesaggio sempre diverso, mai noioso, dalla collina all’alta montagna, camminando in territori con storie secolari di passaggi e sfruttamento da parte dell’uomo di ogni epoca.

    I boschi di faggio sono i primi ad accoglierci vicini al Santuario di Oropa, il santuario mariano più grande d’Europa, la conca in cui si trova, l’accoglienza delle sue enormi “braccia” danno il meglio la sera, quando la maggior parte dei pellegrini torna a casa. Un luogo intriso di sacralità a cui è difficile fuggire.

    Da qui si inizia a camminare in montagna, immersi nelle valli biellesi meno conosciute e forse per questo ancora più affascinanti. Parleremo di un personaggio che ha modificato i luoghi, le costruzioni, la chiesa, il cimitero ed altro ancora del suo paese natale e di conseguenza la sua storia. Un personaggio a tratti misterioso e unico legato alla massoneria. Rosazza è uno dei paesi più misteriosi d’Italia e di sicuro uno dei più interessanti da esplorare. Una volta lasciato questo paese inizieremo a salire in alta montagna per raggiungere uno dei rifugi storici della valle Cervo: il rifugio Rivetti. Ci veglierà dall’alto per quasi tutta la salita e sarà un vero piacere entrare e bere il thè caldo offerto a tutti camminatori.

    Un’ottima cena e una notte in un caldo rifugio sono ottimi ristoratori per poi affrontare una lunga giornata di cammino. Forse la più lunga del Trail. Faremo ben tre passi alpini tra i più bei paesaggi delle Alpi Pennine del Piemonte, con una piccola digressione in Val d’Aosta, che guarderemo dall’alto ammirandone le cime. Incontreremo greggi e mandrie al pascolo, sono loro con il loro millenario passaggio che hanno creato questi pascoli alpini di una bellezza rara. La lunga discesa che ci aspetta per arrivare alla fine della Val Vogna è alleggerita dai paesaggi, dai laghi, dagli alpeggi e dalla natura sempre diversa di questa valle chiusa all’interno delle Alpi piemontesi.

    Un giorno di riposo per rilassare le gambe e per esplorare i paesi di origine Walser con le frazioni di Alagna Valsesia. Un tipico paese turistico di montagna, sotto il Monte Rosa, che non dimentica le sue origini contadine. Saliremo nel pomeriggio al rifugio Pastore per la migliore cena che ci si possa aspettare in un rifugio di montagna. La vista sulla parete sud del Monte Rosa è impagabile. Il miglior posto per godere della presenza di sua maestà il Monte Rosa.

    L’indomani ci aspetta un altro dei passi storici delle Alpi del nord del Piemonte, il passo del Turlo, che porta nella valle di Macugnaga. Il sentiero è una mulattiera storica costruita dai militari a partire dall’ottocento. La bellezza architettonica di questa mulattiera la si può ammirare bene dal passo verso la valle Quarazza di Macugnaga. Un serpente di roccia che scende velocemente verso valle. L’arrivo al fondo della valle è allietato dall’azzurro del lago delle Fate. Da qui potremmo rilassarci perché il cammino è quasi al termine. Un’ottima cena con birra locale non può che sugellare un’altra grandiosa giornata.

    Dopo un doverosa visita a Macugnaga e al sua incredibile Museo del Contrabbando, la Madonna del Monte Moro “the Gold Madonna“, ci aspetta al confine con la Svizzera. Questa difficile e lunga salita ci è alleggerita dagli impianti di risalita che nel giro di pochi minuti ci fanno salire e godere dall’alto la vista sul Monte Rosa e sulla valle di Macugnaga. Arrivati in alto ci aspettano i nuovi gradini verso la statua della Madonna d’oro, che ci accompagneranno, con tantissimi nomi legati alla storia di Macugnaga, a questo storico e importantissimo passo di confine. E finalmente la Libertà : la Svizzera!

    IMPORTANTE: Per sicurezza datemi comunicazione del vostro arrivo a Biella (data orari e se dormite in città) e comunicatemi problematiche o preferenze alimentari. E’ un cammino lungo di montagna adatto a chi è abituato a lunghi cammini con dislivelli superiori ai 600m, in ottimo stato di salute e allenamento.

    Colle Loozonei visto dalla salita al passo del Maccagno
    MANGIARE E DORMIRE

    LA TRADIZIONE DI MONTAGNA E PRODOTTI TIPICI

    Mangeremo tutte le sere in strutture quali rifugi e ristoranti convenzionati, con prodotti tipici cucinati con cura e con materie prime di qualità.

    I pranzi sono sempre al sacco e verranno consumati lungo il percorso, preparati dalla struttura che ci ospita tranne il primo giorno che dovrete portare il vostro pranzo al sacco.

    E’ necessario e importante che al momento della formalizzazione della vostra partecipazione mi comunichiate le vostre esigenze alimentari dovute a diete (vegetariana, vegana), allergie e intolleranze.
    Le preferenze alimentari non dovute a diete, intolleranze e allergie o motivi medici, verranno prese in considerazione e sarà fatto il possibile per accogliervi nel migliore dei modi, chiedendovi per contro collaborazione e senso di adattamento, visto i luoghi particolari in cui saremo ospiti.

    Colazione con vista monte Rosa
    DIFFICOLTA'

    GRADO DI DIFFICOLTA' TREKKILANDIA

    https://www.trekkilandia.it/wp-content/uploads/2021/03/Due-Ditoni.png

    3 DITONI

    Numerose difficoltà
    tecniche nel cammino.
    Sentieri con qualche difficoltà
    Ricettività spartana
    Ore di cammino
    dalle 5 alle 7.
    Zaino 60 litri
    Dislivelli da 800 a 1200m.
    Km dai 20 ai 25.
    Adatto a chi ha già avuto esperienze di escursionismo in montagna

    LA PAROLA AI PARTECIPANTI

    Informazioni aggiuntive sul viaggio:

    Tipologia: trekking d'estate montagna itinerante zaino in spalla cammino

    Durata: 7 gg/6 notti​

    Trasporto bagagli: no

    Tipo di zaino: per tutto il cammino

    Volo dall'italia incluso: no

    Difficoltà del cammino: medio/difficile

    Difficoltà viaggio Trekkilandia: 3 ditoni

    Giorni di cammino: 5 gg trekking, 2 giorni visite ai borghi e salita finale al monte Moro

    Ore di cammino al giorno: 6/7

    Motivo della difficoltà: fondi disconnessi (roccia, terra), trekking lunghi fino a 20km, dislivelli fino ai 1200 metri.

    Adatto come prima esperienza di cammino: no

    Tipologia di struttura: foresterie santuari, rifugi, hotel

    Tipo di alloggio: stanze condivise, camerate da rifugio fino a 20 posti letto

    Bagni: in comune, tranne l'ultima notte in hotel

    Pasti: colazioni in struttura, cene in rifugio o trattoria, pranzi al sacco, tranne l'ultimo giorno.

    Possibilità di singola: no, consultare la guida per esigenze particolari

    Coperture assicurative disponibili: https://www.trekkilandia.it/assicurazioni/

    Stampa
    • INCONTRO COL LA GUIDA, 16KM DISLIVELLO 900m ORE DI CAMMINO: 5 FACILE
    • 18 KM CIRCA - DISLIVELLO: 560M IN SALITA 700M IN DISCESA- ORE DI CAMMINO: 5 - MEDIO/FACILE
    • 6KM CIRCA - DISLIVELLO: 1200M - ORE DI CAMMINO: 5 - MEDIO/DIFFICILE
    • 17KM CIRCA - DISLIVELLO: 460M IN SALITA 1250M IN DISCESA- ORE DI CAMMINO: 6/7- DIFFICILE
    • 6KM CIRCA - DISLIVELLO: 400M IN SALITA - ORE DI CAMMINO: 2- FACILE
    • 22KM-DISLIVELLO 1200M- ORE DI CAMMINO 7 /8 MEDIO/DIFFICILE
    • 2KM DISLIVELLO 100M ORE DI CAMMINO 1+ VISITA AL PAESE FACILE/MEDIO
    INCONTRO COL LA GUIDA, 16KM DISLIVELLO 900m ORE DI CAMMINO: 5 FACILE

    1° GIORNO - INCONTRO A BIELLA E ARRIVO A OROPA

    Il cammino parte da Biella e segue, nella prima parte del percorso, la via principale della Città caratterizzata da numerosi negozi ed edifici storici quali il Duomo e il Battistero. Il sentiero sale successivamente tra boschi e frazioni con una bellissima vista sulla pianura e termina ad Oropa. Si dormirà come pellegrini nel Santuario di Oropa. Si tratta del più grande santuario Mariano presente in Italia, un luogo sacro legato ai pellegrini e ai viandanti che transitavano per raggiungere la Francia o viceversa.


    Cena e pernottamento presso il santuario d'Oropa, camere doppie, triple.

     

    18 KM CIRCA - DISLIVELLO: 560M IN SALITA 700M IN DISCESA- ORE DI CAMMINO: 5 - MEDIO/FACILE

    2° GIORNO - SANTUARIO OROPA- PIEDICAVALLO

    Colazione presso il santuario
    Si parte da un piccolo sentiero che costeggia la montagna con ampie vedute sulla Pianura Padana, poi il sentiero attraversa di nuovo il bosco e si dirige a nord verso un secondo santuario, dedicato a San Giovanni dove si pranza. Si continua sul sentiero che porta nella valle Cervo per visitare un paese piuttosto curioso ed insolito: Rosazza. Alla fine del 1800 ospitava un benefattore che finanziò una strada e un tunnel che collega i due santuari (Oropa e San Giovanni). Il sentiero porta poi a nord, lungo il torrente, verso Piedicavallo alla testata della valle.

    6KM CIRCA - DISLIVELLO: 1200M - ORE DI CAMMINO: 5 - MEDIO/DIFFICILE

    3°GIORNO PIEDICAVALLO RIFGUGIO RIVETTI

    Colazione Presso B&B.
    Il percorso è contraddistinto da una lunga salita. Passando da Piedicavallo, alla testata della Valle Cervo, si camminerà fino ad un accogliente rifugio di montagna. Il rifugio Rivetti (2200m slm) si trova su uno sperone di roccia sotto le cime delle montagne. È una salita impegnativa di 4 ore ma saremo ricompensati: viste meravigliose sulle Alpi e sulla pianura e un luogo conviviale per rilassarsi e dormire.
    Cena e pernottamento in rifugio in camerata con bagno condiviso

    17KM CIRCA - DISLIVELLO: 460M IN SALITA 1250M IN DISCESA- ORE DI CAMMINO: 6/7- DIFFICILE

    4° GIORNO RIFUGIO RIVETTI VAL VOGNA

    Dopo la colazione in rifugio si parte presto per la prima traversata. L’escursione porta nel cuore delle Alpi con il primo assaggio del Monte Rosa attraverso numerosi e incantevoli laghi glaciali e paesaggi modellati dai ghiacciai. Si attraversano pascoli di alta montagna che sono ancora oggi utilizzati dalle greggi in estate. Dopo aver attraversato 3 colli, la seconda parte della passeggiata è una lunga discesa, attraverso una stretta valle glaciale che verso la fine si apre in un bosco di larici. In fondo alla valle si trovano le splendide case in legno "Walser" che caratterizzano la zona. Si percorre l’antica “via regia”, cioè un’importantissima via di collegamento per le persone e le merci fin dai tempi antichi.

    Notte e cena in albergo Casa Alpina (Ca' di Janzo) o rifugio Valle Vogna.

    6KM CIRCA - DISLIVELLO: 400M IN SALITA - ORE DI CAMMINO: 2- FACILE

    5° GIORNO- DA RIVA VALDOBBIA-ALAGNA A RIFUGIO PASTORE

    Una giornata più tranquilla, passeggiando attraverso la “capitale” della Valsesia, Alagna, scoprendone le case, le frazioni che la compongono e i piatti tipici.

    Nel pomeriggio salita al rifugio Pastore che ha una spettacolare vista sul Monte Rosa e i suoi ghiacciai. Per poi cenare con una cena da gran ristorante di montagna!

    Cena e pernottamento in rifugio

    Se attive si potranno usare le navette che accorceranno le distanze.

    22KM-DISLIVELLO 1200M- ORE DI CAMMINO 7 /8 MEDIO/DIFFICILE

    6° GIORNO- DA RIFUGIO PASTORE A MACUGNAGA

    Colazione in rifugio
    Un'altra lunga e impegnativa escursione, ma è uno dei punti salienti del cammino!
    Lasciando la Valsesia con il Monte Rosa che incombe sopra il percorso, la salita è su una vecchia mulattiera militare (costruita negli anni’20 del secolo scorso seguendo un percorso che risale addirittura all'epoca romana). Il passo del Turlo con i suoi 2900 m di quota, offre le prime vedute della Svizzera. Superato il passo, si scende in un'altra bellissima valle, la val Quarazza, con il Lago delle Fate in lontananza. La discesa su un percorso militare di rara bellezza architettonica! Raggiunto il lago si prosegue fino alla frazione Staffa di Macugnaga, giungendo all'albergo Zumstein.
    Cena in una birreria di Macugnaga, con birre e piatti a km0

    2KM DISLIVELLO 100M ORE DI CAMMINO 1+ VISITA AL PAESE FACILE/MEDIO

    7° GIORNO-SALITA AL MONTE MORO E ALLA MADONNA D'ORO

    Colazione in Albergo.

    Durante la mattina esplorazione di Macugnaga con le sue frazioni e costruzioni di origine Walser e vista al museo del contrabbando, prima di prendere la funivia. Salita al Monte Moro per la via che collega Macugnaga e l'Italia alla Svizzera. Una breve salita a piedi dalla stazione della funivia fino al confine svizzero, dove la cresta di granito è sormontata da una Madonna d'oro. Vedremo la valle di Saastal con il suo lago artificiale. Questo è uno dei passi che usarono i soldati quando attraversarono il confine per raggiungere l’agognata salvezza e la libertà. Pranzo al passo prima di riprendere la funivia per scendere.

    DILETTA ZANELLA 

    Faccio il lavoro di Guida Ambientale Escursionistica dal 2004, prima lavoravo con le scuole come educatrice ambientale. Sono una persona abbastanza empatica, romantica e pondero molto le mie decisioni. Da piccola ero molto timida ma questo lavoro ha tirato fuori le parole che erano solo nella mia testa ed ora chiacchiero molto... soprattutto di Montagna e Alberi. Sono curiosa di tutto e di tutti, infatti assaggio qualsiasi cibo e attacco bottone con chiunque. Ho sempre abitato nel nord Piemonte e mi piace viaggiare e conoscere luoghi, paesaggi e persone nuove. Per poi proporre le "mie scoperte" nei miei viaggi per condividerle con gli altri.

    Scopri di più sulla guida!

    Per qualsiasi domanda sul viaggio:

    Scrivimi a diletta.zanella@gmail.com

    Chiamami al 347 7546373

    CINFERMATO 10 POSTI DISPONIBILI
    From €400
    in cammino sul La Via delle Genti che, da Verbania Intra al confine svizzero, rappresentava l'antica strada di collegamento tra i paesi del Verbano e la Svizzera. È un itinerario che si svolge a mezza costa sempre con splendida vista sul Lago Maggiore e che permette di attraversare piccoli paesini e la Riserva del Sacro Monte di Ghiffa raggiungendo infine i meravigliosi borghi lacustri di Cannero e di Cannobio. A marzo a Cannero Riviera si svolge la fiera degli agrumi. E’ un luogo unico in Piemonte con la presenza di un’incredibile varietà di agrumi favoriti da uno speciale microclima che ne garantisce la rigogliosa crescita e maturazione dei frutti, coltivati fin dal 1500!
    4gg - Dal 14/03 -2024 al 17/03 - 2024
    Piemonte
    4 posti disp
    Diletta
    10 POSTI DISPONIBILI
    From €670
    In compagnia di due Guide Ambientali Escursionistiche, una esperta della Valsesia e della sua natura, l’altra di Alimentazione Naturale, sarete condotti in un duplice viaggio, a piedi e gastronomico. Per scoprire come il cibo possa influire sul vostro benessere, partendo dalle tradizioni dell’antico popolo dei Walser per arrivare ai cibi moderni dei giorni nostri. Un viaggio “zaino in spalla” in un contesto naturalistico unico e spettacolare: le valli del Monte Rosa, tra boschi, pascoli e ruscelli, ai piedi dei suoi imponenti ghiacciai, per entrare in empatia con la Natura e rigenerarci nel suo verde, nella sua calma e nei suoi silenzi. Un “viaggio nel tempo”, dormendo in tipiche baite in legno del ‘600 e dell’antico popolo dei Walser, per riscoprire il loro stile di vita, seguendo le stagioni ed in armonia con la natura.
    4gg - Dal 30/06 -2024 al 3/07 - 2024
    Piemonte
    10 posti disp
    Diletta
    15 POSTI DISPONIBILI
    From €740
    In questo viaggio alpino negli alti pascoli del Devero, incontreremo panorami d’ampio respiro, circondati da maestose cime che si specchiano in laghi alpini dalle acque cristalline. Boschi di larici, abeti e rododendri attendono il nostro passaggio. Mentre sentieri antichi, ricchi di storia e segnati dal tempo, ci condurranno attraverso pascoli verdi punteggiati di fiori e profumi di erbe alpine, narrandoci la storia dei Walser e del loro pregiato formaggio Bettelmat. In questi ambienti la mano dell’uomo c’è ma non disturba, sul filo di un equilibrio rimasto immutato nel tempo, rispettoso della natura, nel duro lavoro degli alpeggi. Il silenzio sarà nostro amico e compagno prezioso di viaggio che ci regalerà la possibilità di sincronizzarci con il ritmo dei passi e della natura.
    6gg - Dal 03/08 -2024 al 08/08 - 2024
    More than 1
    15 posti disp
    Elisabetta Stella
    CONFERMATO - 5 POSTI DISPONIBILI
    From €890
    Trekking in Val Maira: A spass per lou viol, nelle Alpi Cozie, Un trekking sul sentiero occitano in Piemonte immerso in un ambiente naturale alpino fra i più belli e meglio preservati del Piemonte. Rimasta isolata dai grandi flussi turistici, la Val Maira negli ultimi anni ha investito in un turismo sostenibile offrendo agli escursionisti servizi di qualità. Non avendo uno sbocco stradale verso la Francia e nessun impianto da sci, è rimasta praticamente intatta. Uno dei punti forti è la lingua d’oc, parlata in una vasta regione che si estende dalla Catalogna spagnola al sud della Francia, fino a qui. Ci aspettano accoglienti locande occitane, cuochi che conoscono i segreti della cucina tradizionale (Rolando), la storia dei vecchi mestieri (degli acciugai per esempio), la musica, la storia e l’arte della valle, con alcuni gioielli come la chiesa di Elva con gli affreschi cinquecenteschi di Hans Clemer. Ci aspettano antichi borghi di pietra, chiese e santuari e la bellezza naturale dell’altopiano della Gardetta con marmotte e stelle alpine. Nel 2024 sono 19 anni che accompagno questo viaggio.
    9 gg Dal 8/08 al 16/08/2024
    Valle Maira
    5
    Maurizio

    Copyright © 2020-2025 TREKKILANDIA - All Rights Reserved

    Close

    Trail to freedom-in cammino verso la libertà

    Prezzo
    €750 per partecipante
    Durata
    7gg - Dal 20/07 -2024 al 26/07 - 2024
    Destination
    Piemonte
    Partecipanti
    10 posti disp

      Completa tutti i campi. I con * sono obbligatori *

      Indica la data di partenza del viaggio

      [tour_date]

      Come ci hai scoperti?

      Come ci hai scoperti?

      Hai esigenze alimentari?
      VeganoVegetarianoMangio Tutto