AL COMPLETO
PREZZO
€325 per persona
DATE
4gg - Dal 27/05 al 30/05 2021
DESTINAZIONE
Alpi Apuane
POSTI RIMASTI
AL COMPLETO
Guida
Giulio Cuccioli

Dal 27/05 al 30/05 2021

Le Alpi Apuane: L'alta via delle Panie

Viaggio trekking nel parco delle Alpi Apuane un tetto sul mare

Il Trekking nelle Alpi Apuane è un viaggio incredibile in un luogo dalle molte sfaccettature. Alte montagne verdi e bianche a ridosso del mare della Toscana del nord e guardiane della Versilia. Dalla storia umana millenaria e quella naturalistica ancora più ricca, benedette e maledette dal loro cuore di bianco marmo. Esploreremo le Apuane meridionali, mio terreno di gioco montano da 20 anni, e quelle secondo me, anche più interessanti e fortunatamente ancora libere da cave. Partiremo dai versanti mare per esplorare le valli interne e gli scoscesi crinali frastagliati di calcare e Paleo per conquistare numerose vette ed ammirare le sue bellezze geomorfoligiche.

  • Il viaggio
  • Il viaggio in breve
  • Programma
  • La guida
  • Potrebbe interessarti
Le Alpi Apuane sono un luogo unico. Irte montagne bianche e verdi, sinuose e modellate, dal feeling alpino ma sempre vista mare. Questo è un viaggio per amanti della montagna, per chi non è felice se non ha 800m di dislivello nelle gambe e per chi il peso sulle spalle dello zaino è una sensazione rassicurante e non uno sconforto.

Cosa è incluso nel pacchetto

DESTINAZIONE
Alpi Apuane Scopri Alpi Apuane
Luogo di incontro
Viareggio, Italia
Luogo di fine viaggio
Viareggio, Italia
Data di inzio viaggio & Orario
27/05/2021
Ulteriori informazioni
Copertura Tecncica: Mald'avventura TO - Scali degli ancori 9, Livorno
La quota include
  • Assicurazione Medico Bagaglio
  • Pranzo in ristorante ultimo giorno
  • Servizio di Guida Escursionistica, Segreteria ed Iscrizione al Viaggio
  • Tutte le cene
  • Tutti i pernotti come indicato in Mangiare e dormire
  • tutti i transfer
La quota non include
  • Assicurazione per annullamento viaggio (può essere stipulata al momento dell’iscrizione richiedendo una quotazione a parte)
  • Ingresso alla grotta
  • Tutti i pranzi al sacco
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce La quota include
CONTATTA LA GUIDA

Giulio Cuccioli

339 5675637






    Come ci hai scoperti?*
    Ricerca su googleFacebookPost sponsorizzato su FacebookEvento sponsorizzato su FacebookPassa Parola /consiglio di un amico

    IL VIAGGIO

    IL VIAGGIO

    Questo è un viaggio trekking per amanti della montagna, per chi non è felice se non ha 800m di dislivello nelle gambe e per chi il peso sulle spalle dello zaino è una sensazione rassicurante e non uno sconforto. Le giornate saranno piene. A volte il cammino sarà nelle prime ore della giornata, mentre altre nella seconda. Quando arriviamo in struttura presto possiamo rilassarci, leggere, o affrontare piccole escursioni locali, come per andare a vedere il tramonto.

    Le Apuane sono un luogo unico, e questi quattro giorni di full immersion ci daranno la possibilità di scoprirle e viverle a pieno.

    Il trekking sulle Alpi Apuane del sud nasce dalla mia conoscenza ed amore per questo luogo, ed unisce in modo logico tutte le sue meraviglie in un grande anello ed è un viaggio in un ambiente unico che difficilmente dimenticherete.

    Partiremo dove le Apuane iniziano, partendo dal mare con un breve transfer che ci porterà alle pendici del Monte Prana. Velocemente conquisteremo la sua vetta e le sue strabilianti colline d’alta quota, uniche delle sue pendici. Dal Prana potremo già godere con la vista di tutti i luoghi che toccheremo.

    Poi ci addentreremo sul gruppo del monte Nona che ci farà scoprire una delle meraviglie geomorfologiche della zona: Il monte forato, che arriva senza preavviso e ci lascerà senza fiato. Il cammino continua, poi, per le immense praterie d’alta quota della Costa Pulita e verso la vetta della regina delle Apuane, La Pania della Croce, la vetta più alta del nostro viaggio, solo per poi scendere ripidamente Verso la Foce di Mosceta.

    Questo viaggio non ci porta solo su vette ma anche nelle viscere della terra. Dal rifugio Del freo, nostra seconda tappa, scendiamo ed entriamo nel ventre della montagna per una visita al complesso carsico più grande e spettacolare d’europa: L’antro del Corchia.  Riguadagnata la luce, proseguiamo per il nostro trekking verso un’altra spettacolare location il paesino di pruno e la cascata dell’acquapendente.  

    Il cammino prosegue per boschi dal verde accecante, fino ad arrivare all’impressionante, incredibile ed imponente Monte Procinto, che circumnavigheremo totalmente, con continui panorami e scorci bellissimi per arrivare fino all’incredibilmente grazioso Rifugio Forte dei Marmi.

    L’ultimo giorno ci riporta in vetta, verso il monte Matanna e nuovamente verso i versanti Mare delle Apuane. Da qui inizia la nostra discesa verso valle che ci condurrà ad un’ultima, inaspettata, incredibile meraviglia ed infine all’abitato di Casoli, dove godremo dell’ultimo pranzo in un luogo stupendo e dove vi offrirò un caffè, nella terrazza più bella della Toscana del nord.

    Ci vediamo in Apuane.

    viaggio-alpi-apuane
    LA REGIONE

    LA REGIONE : LE ALPE APUANE

    Le Alpi Apuane sono la catena montuosa che chiude la Toscana del Nord Ovest. Delimitate a Nord dal fiume Magra e a Sud dal Serchio, sono una terra aspra e complessa, casa dei Liguri Apuani, una popolazione tanto fiera e dura da sconfiggere che vennero paragonati ai Galli.

    Le Alpi Apuane non raggiungono quote importanti, la loro montagna più alta è appena sotto i 2000 metri, ma le loro vette sono acuminate e le pareti tanto ripide quanto le loro sorelle maggiori, le Alpi del nord.

    Tutto il complesso si trova all’interno del Parco Regionale delle Alpi Apuane, che tutela l’incredibile biodiversità, unicità e bellezza del luogo.  Sono una meraviglia fatta di bianco splendente del calcare, e di verde intenso del Paleo, che ricopre i suoi versanti. La loro natura calcarea le ha rese morbide e modellabili dagli elementi, creando spettacoli geomorfologici unici di questo luogo.

    La loro posizione, praticamente a ridosso del golfo dei poeti e del mar Ligure, crea un contrasto stupefacente che ci porterà ad ammirare panorami incredibili fatti di alta montagna che si perde e staglia sui nostri mari.

    Il nostro viaggio si svolgerà interamente nelle Apuane Meridionali, che, a mio parere, sono le più belle ed strabilianti.  Più precisamente sul gruppo delle Panie, un imponente massiccio fatto da multiple vette e che domina lo skyline di questa zona. Montagne forate, enormi speroni di roccia, cascate e profonde grotte. Tutto questo vedremo nel nostro viaggio trekking nelle Alpi Apuane del Sud, ovviamente quasi sempre vista mare!

    Trekking Alpi Apuane
    IL CAMMINO

    IL CAMMINO

    IL CAMMINO

    Questo viaggio trekking sulle Apuane sarà un viaggio zaino in spalla e quindi più fisicamente impegnativo di un viaggio a zaino giornaliero. Anche se i chilometri sono sempre contenuti e non vanno mai sopra i 15km giornalieri, il dislivello è sempre sostenuto e oscilla dagli 800 ai 1500 metri positivi al giorno.  Camminiamo in orari non sempre convenzionali, per godere di ore del giorno differenti e della spettacolarità del tramonto e del mattino presto.
    Le ore di cammino sono sempre tra le 5 e le 7

    I sentieri delle apuane ed il fondo di calpestio, complice la natura carsica del luogo, sono sempre abbastanza sconnessi e raramente un passo è uguale a quello precedente. Ciò comporta una costante attenzione nei nostri passi che, insieme al fattore zaino, renderà il nostro cammino mai banale.

    L’ambiente è tipicamente montano con tratti che possono essere anche esposti e le salite, come le discese sono spesso ripide. Detto questo, il viaggio è fattibile da chiunque abbia una esperienza passata di escursioni giornaliere in montagna ed è affrontabile con facilità con un poco di allenamento pregresso ai dislivelli indicati.

    https://www.trekkilandia.it/wp-content/uploads/2020/11/prana-2020_-20-scaled.jpg
    MANGIARE E DORMIRE

    MANGIARE A DORMIRE NELLE ALPI APUANE

    Il trekking sulle Apuane prevede tre pernotti a mezza pensione in tipici rifugi apuani. Le stanze sono da 4, 6 o camerate da 11 con bagni condivisi in comune. E’ necessario quindi un minimo di spirito d’adattamento per godersi a pieno questo tipo di esperienza che però avvicina in modo incredibile le persone.

    I rifugi sono tutti rinomati per le loro capacità culinarie ed i pasti sono ottimi e abbondanti con piatti e sapori della cucina Lucchese, Garfagnina e della Versilia. 

    Avremo colazione e cena in rifugio, mentre i pranzi saranno al sacco e consumati durante il trekking.

    Sarà necessario portarsi il proprio saccopelo da usare nei rifugi.

    https://www.trekkilandia.it/wp-content/uploads/2020/11/forte-dei-marmi.jpg
    DIFFICOLTA'

    GRADO DI DIFFICOLTA’ TREKKILANDIA

    https://www.trekkilandia.it/wp-content/uploads/2021/03/4-Ditoni.png

    4 DITONI

    Continue difficoltà
    tecniche nel cammino.
    Sentieri Impegnativi.
    Ricettività spartana
    Ore di cammino superiori alle 7
    Zaino 60 litri
    Dislivelli superiori ai 1200m
    Km superiori ai 25
    Adatto ad escursionisti esperti

    Informazioni aggiuntive sul viaggio:

    Tipologia: trekking di montagna, trekking zaino in spalla, itinerante​ 

    Durata: 4 gg/3 notti​

    Trasporto bagagli: no

    Tipo di zaino: zaino da più giorni

    Difficoltà del cammino: medio/impegnativo

    Difficoltà viaggio Trekkilandia: 4 DITONI

    Giorni di cammino: 4

    Ore di cammino al giorno: 6-8​

    Motivo della difficoltà: giornate con dislivello maggiore di 1000m, terreno sconnesso a volte ripido.

    Adatto come prima esperienza di cammino: no

    Tipologia di struttura: Rifugio

    Tipo di alloggio: quadruple, camere da 8 , camerate da 11

    Bagni: in condivisione

    Pasti: colazione in struttura, pranzi al sacco, cene in rifugio

    Possibilità di singola: NO

    Stampa
    • 9km - Dislivello: 850m - Ore di cammino: 5
    • 11km - Dislivello: 1150m - Ore di cammino: 7
    • 15km - Dislivello: 1000m - Ore di cammino: 7
    • 13 km - Dislivello: 700m - Ore di cammino: 5
    9km - Dislivello: 850m - Ore di cammino: 5

    1° GIORNO – RITROVO – MONTE PRANA – RIF ALTO MATANNA

    Ci troviamo nel primo pomeriggio a Viareggio dove ci verrà a prendere un transfer privato che ci condurrà all’inizio del nostro Trekking sulle Apuane, alle pendici del Monte Prana al Passo del Lucese.

    Ci aspetta una salita subito ripida, aimè di asfalto, che però abbandoniamo presto per una strada bianca e degli incredibili boschi di castagno.

    Passati i primi metri di dislivello entriamo in una incredibile abetina, un ambiente stupendo e dal sapore di alta montagna, dove il sentiero, ora pianeggiante serpenteggia sul fianco della montagna. Abbandoniamo gli abeti per rientrare in boschi di faggi e carpini, con una salita omogenea che da piacere alle gambe e che improvvisamente, ci farà emergere sulle colline d’alta quota del Prana.
    E’ un ambiente unico e veramente, ne parole, ne immagini possono rendergli giustizia.

    Saliamo con calma verso la vetta del Monte Prana, che conquisteremo e dove faremo una pausa. A questo punto saranno le 17/18 ed il mondo comincerà a cambiare velocemente attorno a noi. Cominciamo la nostra discesa verso il massiccio del Matanna e verso il nostro rifugio che raggiungiamo un due orette di comodo cammino.

    Prendiamo possesso delle camere, ci rilassiamo e ceniamo con la nostra prima cena Apuana dai sapori nettamente Garfagnini!

    11km - Dislivello: 1150m - Ore di cammino: 7

    2° GIORNO –– RIF ALTO MATANNA – MONTE FORATO – PANIA DELLA CROCE – DEL FREO

    Facciamo colazione e ci prepariamo per il cammino di oggi. Partiamo con calma attorno alle 9:30 per godere del fresco della mattina. La prima meraviglia è dietro l’angolo e la raggiungiamo con poco più di un’oretta di cammino. Dopo due brevi Sali e scendi, giriamo l’angolo e letteralmente il Monte Forato ci esplode davanti. Anche qui, le foto sono inutili, e la magia ed unicità di un incredibile arco di roccia ampio più di 30 metri può essere solo vissuta. Ci fermiamo e viviamo questo luogo a fondo, salendo sulla sua vetta. I più valorosi potranno camminare anche sopra il suo arco.

    Dopo esserci riempiti di questo luogo, ci rimettiamo in cammino sui sentieri di cresta , che intrecciati di calcare che emerge ci portano fino alla Foce di Valli, luogo di quiete ed immensa bellezza. Davanti a noi ci aspetta la fatica del giorno, la salita della Costa Pulita e la vetta della Pania della Croce.

    Sono circa 700m di dislivello divisi un due sezioni. La prima, la costa Pulita è un sentiero che Sali ripido sul fianco della montagna coperto di Paleo. E’ un sentiero che inizia e non molla fino a che non arriva al passo degli uomini della neve, unico tratto esposto del viaggio, con un passaggio delicato.

    Passato il passo siamo nel vallone dell’inferno. Il sentieri ci da un po’ di tregua che accettiamo volentieri, per poi ripartire con l’ultimo tratto di salita che ricalca la “via normale” alla vetta della pania. 35-45 min massimo di salita e siamo sull’incredibile cresta.

    Godiamo dell’ambiente e ci riposiamo in abbondanza e solo dopo esserci rifocillati partiamo con la lunga discesa verso la foce di Mosceta ed il rigugio del Freo che raggiungiamo in tardo pomeriggio. Ci rilassiamo e e riposiamo. Per chi lo volesse, possiamo affrontare un’ulteriore salita, per andare verso la vetta del Corchia e godere del tramonto vista mare.

    Ceniamo in rifugio.

    15km - Dislivello: 1000m - Ore di cammino: 7

    3° GIORNO –– RIF DEL FREO– ANTRO DEL CORCHIA – ACQUA PENDENTE – PROCINTO – RIF FORTE DEI MARMI

    La giornata di oggi, insieme a quella di ieri, saranno le più intense.  Oggi continueremo a scoprire le numerose meraviglie delle Alpi Apuane visitando due elementi che sono in stretta correlazione tra di loro e che sono il cuore di tutto il sistema Apuanico.

    Iniziamo la nostra giornata abbastanza presto e cominciamo a perdere quota per arrivare al vicino ingresso dell’antro del Corchia. L’antro del Corchia è il sistema di grotte carsiche più grande d’Europa e nonostante sia costantemente esplorato da quasi cento anni, non tutti i suoi meandri sono stati visitati dell’uomo.

    Noi visiteremo la grotta turistica, che ci permetterà in una visita di un 1.3h circa, di ammirare tutte le strabilianti meraviglie di questo ambiente.

    Riguadagnata la luce continuiamo a scendere verso il paesino di Pruno che attraversiamo per arrivare alla seconda meraviglia della giornata: la cascata dell’Acquapendente, la più grande delle Apuane.

    Riprendiamo il cammino e riguadagnammo i metri di dislivello persi e camminiamo immersi in boschi verdissimi che ci portano in un paio di orette all’ultima meraviglia del giorno, lo stupendo ed imponente monte procinto.
    Il Monte Procinto, conosciuto anche come il “panettone Apuano” è… beh… un enorme panettone di roccia. Uno sperone calcareo esattamente circolare che si distacca dal massiccio del Monte Nona. Le sue pareti sono arrampicabili e vi è anche una ferrata che porta al suo boschetto sommitale.

    Noi ci accontenteremo di circumnavigarlo sulla sua stupenda “cintura”, un sentiero che lo costeggia totalmente e che ci donerà continui scorci su tutta la valle di pruno e verso la versilia.

    Concluso il giro sulla cintura, riscendiamo di poco verso l’adorabile rifugio Forte dei Marmi.

    Ci riposiamo, ceniamo ed andiamo a letto.

    13 km - Dislivello: 700m - Ore di cammino: 5

    4° GIORNO – RIF FORTE DEI MARMI – MONTE MATANNA – GROTTA ALL’ONDA – CASOLI

    Oggi ci svegliamo e partiamo presto, non abbiamo una giornata molto impegnativa davanti ma il nostro obbiettivo sarà arrivare a pranzo a Casoli, anzi, al Chiosco nel Bosco, per godere di un bellissimo pomeriggio di relax senza avere fretta.

    Ci mettiamo in cammino e cominciamo a salire per guadagnare in un’ora di cammino il “Callare del matanna” e dopo mezzora la vetta del Monte Matanna stesso. Dopo una sosta per riprendere fiato, cominciamo la nostra discesa verso valle. Prima verso la foce del pallone e poi verso quella del termine che ci fa arrivare sulla scala santa, un lunghissimo sentiero che ci porterà fino all’ultima delle meraviglie geomorfologiche di queste incredibili Montagne. E’ il mio luogo preferito, da sempre, è bellissimo surreale ed unico. Si chiama Grotta All’onda, ma più di questo non vi dirò.

    Dopo aver visitato questo luogo ci rimettiamo in cammino per i nostri ultimi due km di sentiero veramente speciale, un antico acquedotto di montagna, perfettamente in quota che ci porterà fino a Tre scolli e allo stupendo Chiosco Nel Bosco, dove ci aspetterà un incredibile pranzo lucchese.

    Mangiamo, beviamo ci rilassiamo. Poi prendiamo gli zaini un’ultima volta e scendiamo a Casoli.

    Casoli è un paesino incantato, e che ha una caratteristica unica. E’ il paese dei graffiti. Ma non i graffiti delle metropolitane o delle periferie, bensì dei graffiti nel senso stretto, opere d’arte realizzate “graffiando” l’intonaco. L’intero paese è adornato di innumerevoli opere che ritraggono scene di storia del paese, delle apuane, o di lavoro di campagna.

    Attraversiamo il paese per arrivare “da Mario”, barrettino toscano fermo a cinquant’anni fa, e la sua terrazza più bella della Toscana del nord, dove vi offrirò un caffè.

    Dopo il caffè, prendiamo un bus di linea o un transfer fino a viareggio dove arriviamo in tardo pomeriggio.

    Ci salutiamo con le Apuane ancora in vista e certamente nel cuore.

    GIULIO CUCCIOLI

    La mia passione per il cammino, per il trekking e per l’escursionismo è iniziata con i miei primissimi passi. Solo dopo un percorso di vita che mi ha portato a vivere lunghi periodi all’ estero ed ad affrontare esperienze lavorative che hanno spaziato dal lavoro al pubblico, alla organizzazione eventi fino ad una posizione di manager vendite per una azienda internazionale, ho sentito la netta esigenza di dirigere le mie esperienze e abilità verso ciò che mi sono sempre sentito dentro di fare: La guida. Esercito questa professione ormai da 4 anni, e spazio da l’accompagnamento di turisti stranieri in Toscana, alla creazione, organizzazione e conduzione di grandi viaggi nel mondo. In questi anni ho condotto viaggi in Norvegia, Italia, Germania e Portogallo. Sono una persona estremamente socievole e solare ma che sa perfettamente adattarsi a qualsiasi situazione si trovi difronte a me, sia questo un imprevisto da risolvere o un incontro inaspettato durante il cammino che potrà arricchire la nostra esperienza di viaggio.

    Scopri di più sulla guida!

    Per qualsiasi domanda sul viaggio:

    Scrivimi a [email protected]

    Chiamami al 339 5675637

    Posti disponibili
    Escursioni giornaliere con zaino leggero partendo dal Rifugio La Quiete. Le Panie, montagne regine delle Apuane; il Corchia con il suo complesso sotterraneo tra i più estesi in Europa; l’Antro del Corchia, grotta turistica di recente apertura per piccoli gruppi. La torbiera di Fociomboli; le odiate-amate cave di marmo. Le Apuane, definite Alpi per la loro morfologia, costituiscono un sistema montuoso che si sviluppa all’estremità nord-occidentale della Toscana.
    Alpi Apuane
    15
    Maurizio
    Condividilo sui social
    Close

    Trekking Alpi Apuane: Alta via delle Panie

    Prezzo
    €325 per partecipante
    Durata
    4gg - Dal 27/05 al 30/05 2021
    Destination
    Alpi Apuane
    Partecipanti
    AL COMPLETO

      Completa tutti i campi. I con * sono obbligatori *

      Indica la data di partenza del viaggio

      Come ci hai scoperti?

      Come ci hai scoperti?

      Hai esigenze alimentari?
      VeganoVegetarianoMangio Tutto