12 POSTI DISPONIBILI
Prezzo
€980 per persona
Date
8gg - Dal 23/04 al 30/04 - 2021
Destinazione
Turchia
Posti Rimasti
12
Guida
Marco

Dal 23/04 al 30/04 - 2021

Via Licia in Turchia

Viaggio a piedi con il meglio della Via Licia

La via Licia in Turchia è uno dei percorsi a piedi itineranti più interessanti e variegati del Mediterraneo. Lungo la costa meridionale della Turchia questa rete di sentieri prevalentemente costieri si snodano tra il blu cobalto delle acque del Mare Nostrum, il biancastro luccichio delle rocce calcaree della Penisola di Teke ed i resti archeologici e la storia delle civiltà Licia, ellenica e romana.

  • Il viaggio
  • Il viaggio in breve
  • Programma
  • Galleria
  • La guida
  • Potrebbe interessarti
In questa viaggio a piedi di gruppo della durata di 7 giorni percorreremo il meglio dei sentieri lungo la Via Licia, un percorso itinerante di oltre 500km che altrimenti richiederebbe più di un mese per essere percorso nella sua interezza. Una vacanza trekking per gli amanti di mare, montagna, storia e archeologia lungo la costa frastagliata della Turchia meridionale immersi tra il profumo della macchia mediterranea e le scogliere a picco sul mare; con la possibilità di godere appieno del paesaggio, dell'accoglienza dei villaggi lungo i quali faremo tappa e di lasciarsi deliziare dalla varietà dei piatti della cucina turca. Alterneremo trekking giornalieri che ci porteranno a camminare lungo le alte scogliere calcaree nei pressi dei villaggi costieri di Faralya e della penisola di Gelidonya, con visite storico-archeologiche al castello di Simena, l'isola di Kekova e l'antica città licia di Myra; terminando il nostro viaggio a piedi con la bellissima ed appagante ascensione oltre i 2300m di quota del massiccio montuoso del Tathali Dagi, che i Lici consideravano l'Olimpo degli Dei.

Cosa è incluso nel pacchetto

Destinazione
Luogo di incontro
Dalaman, Turchia
Luogo di fine viaggio
Antalya, Turchia
Data di inzio viaggio & Orario
23/04/2021 19:00
Ulteriori informazioni
Copertura Tecncica: Mald'avventura TO - Scali delle Ancore 9, Livorno
La quota include
  • 7 Notti in Albergo in Camera Doppia/Matrimoniale con Colazione
  • Assicurazione Medico Bagaglio
  • Biglietto di Sola Andata per la Funivia del Monte Olimpo
  • Escursione in Caicco isola di Kekova e Castello di Simena
  • Gli eventuali ingressi a musei, monumenti e siti archeologici
  • Guida locale bilingue (Turco e Inglese)
  • I Pranzi al Sacco e le Cene
  • I.V.A
  • Servizio di Guida Escursionistica, Segreteria ed Iscrizione al Viaggio
  • Transfer da e per Aeroporto/Albergo
  • Trasporto Bagagli
  • Trasporto Privato per Tutta la Durata del Tour
La quota non include
  • Assicurazione per Annullamento Viaggio
  • Il Volo per e da il Luogo di Inizio e Fine Viaggio
  • Ingressi Facoltativi a Musei e Luoghi di Culto
  • Le bevande e gli extra durante le cene
  • Le Mance
  • Tutto ciò che Non è Espressamente Indicato alla Voce Comprende
CONTATTA LA GUIDA

Marco Rosso

+56978012414
marco_rosso86@libero.it






    Come ci hai scoperti?*
    Ricerca su googleFacebookPost sponsorizzato su FacebookEvento sponsorizzato su FacebookPassa Parola /consiglio di un amico

    IL VIAGGIO

    IL MEGLIO DELLA VIA LICIA

    Il viaggio a piedi lungo la via Licia in Turchia è un condensato di paesaggi, geologia, storia, archeologia ed emozioni che ci raccontano il meglio di questo cammino lungo la costa mediterranea della Turchia meridionale. Il nostro trekking inizia sotto l’arcata ufficiale del percorso della via Licia nei pressi di Ovacık, da cui risaliamo le pendici meridionali del monte Baba Dağ tenendo sulla nostra destra la sinuosa ed azzurra costa mediterranea con la laguna di Ölüdeniz.

    Da Faralya ci muoveremo a piedi lungo un percorso alternativo che scende verso il mare fino a raggiungere la caletta di Kabak dove ci aspetta un bel tuffo rinfrescante prima di una bella cena nella nostra pansiyon. Ci trasferiamo poi su quattro ruote passando nelle vicinanze di Kaş raggiungendo il castello di Simena per una bella uscita in caicco attorno all’isola di Kekova, un buon pesce alla griglia e le rovine dell’antica città Licia di Myra con il suo anfiteatro ben conservato e le incredibili tombe rupestri scavate nella roccia calcarea.

    Ritorniamo a fare due passi lungo le scogliere con un bellissimo trekking attorno alla penisola di Gelidonya, uno dei settori più fotogenici della via Licia caratterizzato da un bellissimo faro a picco sul mare; per poi cambiare completamente paesaggio dedicando un’intera giornata all’ascensione di quella montagna che i Lici consideravano la casa degli Dei, l’Olimpo. Oggi conosciuto con il nome di Tathalı Dağı e situato all’interno del Parco Nazionale costiero del Beydağları, si tratta di un massiccio calcareo che arriva a sfiorare i 2400m di quota e dalla cui cima si gode di una bellissima panoramica sul golfo di Antalya nonché l’ultimo tratto costiero della via Licia.

    Terminiamo la nostra vacanza trekking con l’escursione al monte Yanartaş, venerato dagli antichi Lici e Greci per i fuochi che vi bruciavano costantemente e che nell’antichità diede origine al mito della Chimera e di Bellerofonte. Raggiungiamo infine la città di Antalya (Adalia) ed il suo centro storico a struttura tipicamente romana con influenze architettoniche bizantine e ottomane.

    Lungo la via del ritorno e compatibilmente con le richieste del gruppo è possibile organizzare una tappa nella capitale Istanbul dedicando una giornata e mezza di visita della città con guida parlante italiano.

    costa-meridionale-turchia-trekking
    LA REGIONE

    LA LICIA TURCHIA

    L’antica regione storica della Licia occupa oggigiorno un’estesa penisola situata nella costa meridionale dell’Anatolia in Turchia. La regione si estende dalla baia di Fethiye fino al golfo di Antalya formando la penisola di Teke, la quale è separata dall’altopiano anatolico dall’estremità occidentale dei Monti Tauri di cui il Tathalı Dağı (l’Olimpo Licio) ne è uno dei massimi rappresentanti.

    Una regione prevalentemente montuosa dominata dalle rocce sedimentarie mesozoiche mare della Tethys, in cui antichi insediamenti Lici e attuali villaggi turchi si distribuiscono lungo la frastagliata costa del Mediterraneo orientale. L’atmosfera è quella rilassata e soleggiata tipica delle coste del Mare Nostrum, e chi ha camminato per terre mediterranee coglierà le analogie con altre regioni in cui le piogge dei mesi invernali lasciano spazio alla siccità estiva ed il profumo della macchia mediterranea con i pini d’Aleppo, gli ulivi, i ginepri ed i corbezzoli inebriano i sensi e rilassano lo spirito.

    Il periodo migliore per affrontare questo trekking ed evitare l’opprimente calura estiva sono la primavera e l’autunno, quando la combinazione tra brezza marina e temperature tra i 20-25°C rendono gradevoli le nostre escursioni, senza nulla da togliere a qualche bel bagno nelle azzurre acque del Mediterraneo orientale.

    castello-simena-viaggio-a-piedi-turchia
    IL CAMMINO

    TREKKING VIA LICIA

    Il trekking della via Licia è un percorso itinerante composto da 6 tappe che secondo noi rappresentano il meglio di quello che è considerato il primo sentiero a lunga percorrenza della Turchia. Il percorso nella sua totalità ha uno sviluppo di circa 510km ed è stato progettato e segnato grazie all’impegno dell’ambientalista inglese Kate Clow, che con l’arrivo del nuovo millennio ha voluto rivalorizzare antiche mulattiere e sentieri che collegavano via terra i centri delle antiche civiltà dalla costa dell’Anatolia meridionale.

    L’itinerario prevede tappe con lunghezze comprese tra i 10 e i 16 km che potremo affrontare con zaino giornaliero e la disponibilità del trasporto bagaglio. Si cammina in media tra le 4 e le 6 ore giornaliere, lungo mulattiere e sentieri sassosi a volte scoscesi e con piccoli tratti esposti, anche se comunque ben segnati e calpestati. Rispetto al trekking in Cappadocia, si tratta di un percorso leggermente più impegnativo, in cui i dislivelli sono un po’ più pronunciati anche se non superano quasi mai i 500-600m; tranne per la salita al Tahtalı Dağı in cui ci troveremo ad affrontare un dislivello superiore ai mille metri effettuando poi la discesa in funivia.

    sentieri-via-licia-turchia
    MANGIARE E DORMIRE

    MANGIARE E DORMIRE IN TURCHIA

    Durante il trekking della via Licia i pernottamenti verranno effettuati nelle cosiddette pansiyon, ovvero piccoli alberghi a gestione familiare in camere doppie o matrimoniali (laddove disponibili) con bagno in camera. Uno degli aspetti positivi dell’apertura di questo sentiero a lunga percorrenza è stata la possibilità per molte famiglie di poter rimanere nei villaggi costieri e lavorare con il turismo lento dei viaggi a piedi, condividendo con i camminatori la loro ospitalità ed il loro cibo tradizionale; ecco perché colazioni e cene saranno incluse sempre in struttura, mentre per i pranzi ci gestiremo con l’operatore locale e sono sempre inclusi nella quota.

    La cucina turca è molto variegata e cambia da regione a regione. Tipicamente lungo la via Licia incontreremo i tipici piatti della cucina mediterranea che i turchi denominano zeytinyağlı yemekler, in cui dominano l’olio di oliva e le verdure fresche (pomodori, melanzane, fagiolini, zucchine, etc..); vanno consumati freddi spesso accompagnati con bulgur (semola di grano duro) e gözleme (una sorta di piadina farcita con formaggio) e dall’immancabile yogurt. Lo yogurt (che deriva dalla parola turca yoğurt) è un ingrediente dominante della cucina centro asiatica e può essere consumato anche come bevanda, l’ayran, o mescolato con cetriolo, aglio, sale e olio d’oliva, il cosidetto cacık. A cena potremo gustare köfte (polpette di manzo grigliate), kebab, costine di agnello e pesce alla griglia.

    La colazione è prevalentemente salata, e rappresenta il pasto più importante per i turchi: pane tostato, simit, burro, marmellate di stagione, pomodori freschi, cetrioli a fette, olive, yogurt, miele, estratto di melograno, kaymak e socuk (insaccato a base di carne di manzo) il tutto accompagnato da svariate tazze di çay, il classico té turco. La parola turca per colazione, kahvalti significa infatti “prima del caffè”, che tradizionalmente si consuma invece a mezza mattinata.

    cucina-mediterranea-turchia-nella-via-licia
    LA PAROLA AI PARTECIPANTI

    More about this tour

    Tipologia: trekking itinerante, con visite storico-culturali.

    Durata: 8 giorni/7 notti

    Gruppo: Min.6 - Max.15

    Trasporto bagagli: Si

    Tipo di zaino: Giornaliero (35/40l durante il Trekking)

    Volo dall'Italia incluso: No

    Difficoltà del cammino: Facile/Medio per la lunghezza e i dislivelli delle tappe. Il trekking del Tathalı Dağı(monte Olimpo) richiede una discreta forma fisica per l'esposizione ed il dislivello.

    Giorni di cammino: 6

    Ore di cammino al giorno: 5-6

    Adatto come prima esperienza di cammino: Si

    Strutture durante il Viaggio: Pansiyon, Guest House, Piccoli Alberghi

    Pasti durante il Viaggio: Colazioni e Cene presso le strutture, Pranzi al Sacco o in Piccoli Ristoranti Locali

    Possibilità di singola: Sì

    Supplemento singola: 220

    Passaporto e Visti: è sufficiente la carte d'identità valida per l'espatrio con validità residua di 6 mesi.

    Stampa
    • Volo + Transfer in Albergo
    • 13km - Dislivello: +/-540m - Ore di cammino: 4/5 - FACILE/MEDIO
    • 10km - Dislivello: +300/-450m - Ore di cammino: 4 - FACILE
    • Visita Paesaggistica e Storico/Culturale con Mezzo Privato e Caicco - 210km asfaltati
    • 18km - Dislivello: +390/-280/+300/-390m - Ore di cammino: 5/6 - FACILE/MEDIO
    • 8km - Dislivello: +1350m - Ore di cammino: 5/6 - MEDIO
    • 9km - Dislivello: +330/-200m - Ore di cammino: 3/4 - FACILE
    • Transfer + Volo
    Volo + Transfer in Albergo

    1° GIORNO: ITALIA - ISTANBUL - DALAMAN

    I voli nazionali che collegano la capitale turca Istanbul con l'aeroporto di Dalaman partono generalmente verso il tardo pomeriggio raggiungendo dopo circa un'ora e mezzo di volo la costa Mediterranea. Vi attenderemo all'uscita dell'aeroporto per spostarci con comodo mezzo privato verso la città di Fethiye situata nei pressi del punto di partenza della Via Licia. Sistemazione e cena in struttura o lungo il trasferimento se necessario.

    13km - Dislivello: +/-540m - Ore di cammino: 4/5 - FACILE/MEDIO

    2° GIORNO: OVACIK - FARALYA

    Dopo colazione prepariamo gli zaini e ci dirigiamo verso il punto di partenza del nostro trekking, il villaggio di Ovacik. Passato l'arco che indica l'inizio ufficiale della Via Licia, iniziamo a risalire lungo una comoda mulattiere le pendici meridionali del monte Babadag (1.970m). A mano a mano che si guadagna quota ci troviamo sempre più immersi in un ambiente di montagna, il sentiero si restringe e sulla nostra destra godiamo di bellissimi scorci della costa mediterranea e della baia con l'azzurra laguna di Oludeniz. Raggiungiamo dapprima il villaggio di Kozagac, rientrando su una mulattiera che attraversa i pascoli di pecore e capre fino a raggiungere Kirme; da qui prendiamo un altro piccolo sentiero in discesa fino a raggiungere Faralya, piccola località di montagna spruzzata dalla brezza marina e dalla quale si apprezza una bella vista panoramica sulla "Valle delle Farfalle". Ci sistemiamo per passare la serata nei pressi di una pansiyon di una famiglia locale in cui passeremo due notti e dove ci viene servita la cena.

    10km - Dislivello: +300/-450m - Ore di cammino: 4 - FACILE

    3° GIORNO: FARAL - KABAK

    Una bellissima giornata di trekking e di relax nelle acque della baia di Kabak ci aspettano oggi. Partendo a piedi dal nostro alloggio dopo una buona colazione, prendiamo un sentiero che devia dal percorso della Via Licia principale e che prosegue seguendo il profilo costiero; dopo una breve salita possiamo ammirare la Kelebekler Vadisi, un piccolo canyon a strapiombo sul mare, uno dei panorami più belli della via Licia. Proseguiamo ora in discesa con scorci del mare sulla nostra destra fino a raggiungere per un bello spuntino la caletta di Aktas, dove sarà possibile fare il bagno. Raggiugiamo infine il villaggio di Kabak in cui ad attenderci ci sarà il nostro mezzo che ci riporterà a Faralya dove passeremo la seconda notte.

    Visita Paesaggistica e Storico/Culturale con Mezzo Privato e Caicco - 210km asfaltati

    4° GIORNO: CASTELLO DI SIMENA, GITA IN CAICCO ALL'ISOLA DI KEKOVA E VISITA AL SITO ARCHEOLOGICO DI MYRA

    Una giornata rilassante, nondimeno interessante che ci permetterà di trasferirci verso il settore orientale della via Licia per affrontare i trekking dei giorni successivi. Partendo da Faralya raggiungiamo dopo circa due ore di viaggio il villaggio costiero di Ucagiz dove ci imbarchiamo in un bel caicco che ci porta a conoscere l'intricato passato storico di questa zona dove si mescolano insediamenti Lici, castelli costruiti dai Crociati e porti bizantini semisomersi dai terremoti; protagonista indiscusso il Mediterraneo e le azzurre acque attorno all'isola di Kekova e al castello di Simena. Proseguima il nostro viaggio in direzione di Adrasan con la visita al sito archeologico di Myra, tra le città Licie più importanti conserva un'antico teatro romano e l'interessante necropoli scavata nella roccia. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo l'incatevole villaggio di Adrasan, dove ci sistemeremo per due notti con la possibilità di accedere alla tranquilla spiaggia locale.

    18km - Dislivello: +390/-280/+300/-390m - Ore di cammino: 5/6 - FACILE/MEDIO

    5° GIORNO: ADRASAN - FARO DI GELIDONYA - KARAÖZ

    Torniamo a camminare lungo uno dei sentieri più panoramici della via Licia, il cammino costiero che da Adrasan percorre tutta la dorsale orientale della penisola e ci porta a doppiare Capo Gelidonya fino a raggiungere il paesino di Karaoz da cui rientreremo alla base. Iniziamo con una salita che ci porta a raggiungere un piccolo passo a 400m sul livello del mare; successivamente scendiamo verso la costa con il sentiero che sale e scende tra sporgenze di roccia calcarea, protetti dalla chioma della pineta e attraverso svariati torrenti in secca. Davanti a noi gli isolotti disabitati ed il bianco faro di Capo Gelidonya che raggiungiamo poco dopo aver affrontato un secondo sali e scendi. L'ultima parte del percorso ci conduce lungo una comoda mulattiera nella parte occidentale della penisola fino a raggiungere il nostro mezzo ed il breve trasferimento per il rientro ad Adrasan. Pernottamento e cena in struttura.

    8km - Dislivello: +1350m - Ore di cammino: 5/6 - MEDIO

    6° GIORNO: TATHALI DAĞI, L'OLIMPO LICIO

    Altra bellissima giornata di trekking che dedichiamo all'ascensione dell'Olimpo Licio, il monte Tathali Dagi (2365m). Dapprima il trasferimento nei pressi del villaggio di Yukari Beycik situato poco oltre i 1000m di quota e da cui l'ultimo tratto della via Licia si dirama verso Nord. Si nota subito il cambio di clima e di paesaggio, lasciata la costa mediterranea alle spalle ci inoltriamo lungo una strada sterrata che presto diventa mulattiera lungo le pendici meridionali della montagna attraverso un bellissimo bosco dominato dai rari Cedri del Libano. Si tratta di una delle poche aree del Mediterraneo settentrionale dove possiamo incontrare questi bellissimi esemplari anticamente utilizzati da Lici e Fenici per la costruzione delle imbarcazioni e oggi qui protetti dal parco nazionale del Beydaglari Tathali Dagi. Superata la linea della vegetazione a quota 1800m circa, lasciamo il percorso ufficiale della via Licia per virare verso Est e procedere lungo gli ultimi 500m di salita lungo un sentiero esposto al sole ed al vento che attraversa il ghiaione di sommità di questa bel massiccio calcareo. Dalla vetta osserviamo la costa del golfo di Antalya e i picchi montuosi dei Tauri occidentali. Discesa con comoda funivia, incontro con il mezzo e trasferimento a Cirali con sistemazione in albergo e cena.

    9km - Dislivello: +330/-200m - Ore di cammino: 3/4 - FACILE

    7° GIORNO: CIRALI - ULUPINAR - ANTALYA

    Ultima giornata di trekking con partenza dal villaggio di Cirali e direzione verso Nord lungo questo ultimo tratto di via Licia. Attraverso la verdeggiante pineta e dopo un breve tratto in salita raggiungiamo l'area protetta di Yanartas, nota agli antichi Lici e Greci come il Monte Chimera. La zona consiste in una dozzina di camini di ventilazione naturali dai quali fuorisce gas metano che a pressione atmosferica e a contatto con l'aria brucia in maniera spontanea, dando origine al leggendario mostro Chimera sconfitto da Bellerofonte. Superate le fiamme di Chimera continuiamo ancora un po' in salita tra la pineta fino a superare la collina ed iniziare la discesa verso Ulupinar, punto finale del trekking di oggi. Dopo il pranzo ci aspetta circa un'ora e mezza di trasferimento verso la città di Antalya (Adalia) punto finale del nostro viaggio a piedi sulla via Licia. Sistemazione in un comodo albergo nei pressi del centro storico che può essere visitato a piedi e che mescola tratti architettonici romani con la storia dell'impero Bizantino e Ottomano.

    Transfer + Volo

    8° GIORNO: ANTALYA - ISTANBUL - ITALIA

    In prima mattinata trasferimento all'aeroporto di Antalya per il volo di rientro verso l'Italia.
    I voli nazionali partono tra le 8 e le 11 e raggiungono la capitale Istanbul in circa un'ora e mezzo di volo. Per chi desiderasse conoscere e visitare Istanbul con una guida locale parlante italiano è possibile organizzare un paio di notti nella capitale, sfruttando il pomeriggio di questa giornata e l'intera giornata successiva alla visita della zona storica più importante di Istanbul.

    MARCO ROSSO

    Laureatosi in Ingegneria Meccanica all'Università di Padova, dopo aver passato alcuni anni nel mondo dell'industria a cavallo tra officina meccanica e ufficio tecnico ha poco a poco sviluppato un maggiore interesse per le meraviglie della Natura e del nostro pianeta Terra, preferendole alle opere ingegneristiche dell'essere umano. Così ha finalmente deciso di mettere da parte qualche spicciolo per poi prendere lo zaino e vagabondare per l'America Latina durante un paio d'anni. Dalle rovine archeologiche del Messico, alle lussureggianti foreste tropicali dell'America Centrale, seguendo i sentieri millenari degli Incas lungo la leggendaria catena delle Ande fino a raggiungere gli spazzi indomabili ed infiniti della Patagonia; l'avventura zaino in spalla gli ha permesso di conoscere e sperimentare le realtà del mondo del turismo sudamericano, e l'esperienza stagionale all'interno del parco nazionale Torres del Paine, nella Patagonia cilena, lo ha definitivamente convinto a rimanere. Da cinque anni fiordi, laghi, cascate, ghiacciai, picchi innevati e natura incontaminata rappresentano il suo parco divertimenti e fanno da scenario al lavoro quotidiano di guida e accompagnatore turistico che svolge per varie agenzie ed hotel della regione.

    Scopri di più sulla guida!

    Per qualsiasi domanda sul viaggio:

    Scrivimi a marco_rosso86@libero.it

    Chiamami al +56 978012414

    I miei viaggi con Trekkilandia: Trekking in Patagonia - Torres del Paine; Trekking Patagonia Cilena; Trekking in Perù - Circuito Ausangate; Trekking Viaggio in Perù con Lago Titicaca; Trekking Cordillera Blanca; Viaggio in Patagonia Overland; Deserto di Atacama - Overland; Torres del Paine O Circuit; Torres del Paine W Trek.

    15 POSTI DISPONIBILI
    From €950€
    Presentare questo trekking in Cappadocia, rappresenta per me un motivo di grandissima felicità. Da sempre legato al mondo Turco, prima con l'interesse e lo studio dell' artigianato del tappeto, poi con la musica Turco-ottomana, ho avuto il piacere di essere in contatto sia con grandissimi esperti di tappeti turchi, sia con musicisti di fama mondiale. Questo viaggio a piedi in Turchia è un pò quindi come accompagnarvi nella mia seconda casa, perchè di motivi ce ne sono tanti che mi legano alla Turchia e magari ve li racconterò in viaggio, leggendovi per esempio le bellissime Poesie di Gialal al-Din Rumi. Inolte vi racconterò delle storie poco conosciute di come il destino di uno dei più grandi Sultani della storia sia stato strettamente legato alla Toscana, la regione da cui provengo. Infine, come geologo, (con tesi di laurea in geomorfologia vulcanica) vi spiegherò per filo e per segno tutta l'evoluzione geomorfologica del territorio dovuta all'azione combinata di Vulcani, dell', Acqua e dell'Uomo. La regione della Cappadocia non ha bisogno di molte presentazioni, a chi ama la natura, il viaggiare, il camminare a piedi, il trekking, ma anche la storia e l'archeologia, è ben nota. E' una regione che richiama alla mente toponimi quali Eufrate e Mesotopotamia. Crocevia di rotte commerciali, oltre che l'oggetto di ripetute invasioni è ricchissima di storia ... e di storie.
    8gg - Dal 16/10 al 23/10 2021
    Cappadocia
    Luca
    Condividilo sui social

    Copyright © 2020-2025 TREKKILANDIA - All Rights Reserved

    Close

    Trekking sulla Via Licia

    Prezzo
    €980 per partecipante
    Durata
    8gg - Dal 23/04 al 30/04 - 2021
    Destination
    Turchia
    Partecipanti
    12

      Completa tutti i campi. I con * sono obbligatori *

      Indica la data di partenza del viaggio

      Come ci hai scoperti?

      Come ci hai scoperti?

      Hai esigenze alimentari?
      VeganoVegetarianoMangio Tutto